Gentlemen Take Polaroids

Inaugura

Giovedì, 21 Giugno, 2018 - 18:30

Presso

Riccardo Costantini Contemporary
Via Giolitti 51 Torino

Partecipa

Giampiero Fanuli

Fino a

Domenica, 15 Luglio, 2018 - 00:00

Gentlemen Take Polaroids

Comunicato

Gianpiero Fanuli

Gentlemen Take Polaroids

 

21 giugno| 15 settembre 2018 (chiuso mese di agosto)

 

OPENING: Giovedì 21 giugno ore 18:00

 

 

Dal 21 giugno al 15 settembre 2018 la galleria Riccardo Costantini Contemporary, a Torino, presenta Gentlemen Take Polaroids mostra personale di Gianpiero Fanuli.

In mostra sono presenti alcune Polaroid della produzione più recente dell'artista.

Alcune opere appartengono al progetto dei Nudi e sono dedicate all'armonia del corpo femminile in funzione allo spazio in cui è inserito. Fanuli ne indaga volumi e forme, entra in relazione con porzioni di realtà e le condensa in immagini dalle atmosfere intime e dal gusto retrò che caratterizza tutta la sua produzione artistica.

Apparentemente differenti, ma in comune linea concettuale con questa serie, sono i lavori dedicati all'architettura e al paesaggio urbano. L’artista ricerca le sottili relazioni plastiche tra l’uomo e il palcoscenico urbano, fa sua quell’atmosfera metafisica che connota le opere di Alberto Savinio, ci restituisce quel tempo sospeso, i silenzi, le attese e il senso del mistero.

Giampiero Fanuli s’ispira al cinema, soprattutto quello italiano di genere anni 70/80, quello dei Corbucci, di Federico Fellini e di Marco Ferreri. Nelle sue opere si rintracciano le suggestioni di alcuni grandi maestri della fotografia: il senso del colore e lo straniamento visivo delle immagini di Art Kane, il gusto per l’opera cinematografica e il noir che si ritrova nelle opere di Guy Bourdin e l’uso dell’overtone e del deja-vu visivo utilizzato da Ralph Gibson.

Questa esperienza visiva si aggiunge a quella personale ed emotiva, forma e sostanza si incontrano dando origine ad un’immagine. Questa è la fotografia per Fanuli, quando l’immaginazione irrompe nel quotidiano portando lo straordinario nell’ordinario.

 

Come arrivare

categoria