Vita e morte – Rapsodia messicana. Mostra fotografica di Giuseppe Cardoni

Inaugura

Sabato, 26 Novembre, 2022 - 19:00

Presso

WSP Photography
Via Costanzo Cloro 58

A cura di

WSP Photography

Partecipa

Giuseppe Cardoni

Fino a

Mercoledì, 21 Dicembre, 2022 - 21:00

Vita e morte – Rapsodia messicana. Mostra fotografica di Giuseppe Cardoni

Comunicato

Sabato 26 novembre dalle ore 19, presso la sede del WSP Photography in Via Costanzo Cloro 58 Roma,
inaugureremo la mostra fotografica “Vita e morte – Rapsodia messicana” e sarà presente l’autore, il
fotografo Giuseppe Cardoni.
Pregare sembra essere l’ultimo dei pensieri in Messico, dove il lutto viene esibito con suoni, costumi,
musiche, danze, colori ma anche con maschere e presenze inquietanti quasi a rendere familiare e amica la
paura e l’inquietudine. Sacro e profano, così come vita e morte si toccano, fino a coincidere.
La tradizione vuole che, nel Dìa de los muertos i defunti tornino dall’oltretomba per riabbracciare amici e
parenti.Perché, quindi, farsi trovare tristi?
Anche i cimiteri diventano luoghi di ritrovo, di incontro, addobbati, pieni di cibo e bevande, così che il caro
estinto che torna, possa ristorarsi e sentirsi a casa.
C’è chi accende candele, chi trascorre l’intera notte sulle tombe, mangiando, parlando, suonando,
travestendosi, sfilando in processioni con maschere carnevalesche.
Esorcizzare la morte con l’allegria e la gioia è una costante nelle culture precolombiane, ma non solo.
In fondo, si dice proprio così: morire dal ridere. Non è sintomo di leggerezza, ma la prova che l’uomo ride
per allontanare la morte. La morte, non i morti. Che sono più vicini che mai.
“Vita e morte – Rapsodia messicana” è anche un libro che ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra
cui Premio al miglior libro fotografico dell’anno 2021 al Photofestival Milano “Le immagini
rilegate”, PX3 Prix De La Photographie Paris 2021 Gold Winner in Book/Documentary, IPA -
International Photography Awards 2021 (USA) “Book/Self Published” Second place winner,
Italian Street Foto Festival 2020 (Roma) “Book e Fanzine” Second place winner.
Giuseppe Cardoni vive in Umbria. In fotografia predilige il reportage in B/N. Ha fatto parte del Gruppo
Fotografico Leica. È coautore, col giornalista RAI, Luca Cardinalini, del libro fotografico “STTL La terra di sia
lieve” (Ed. DeriveApprodi,Roma, 2006); insieme a Luigi Loretoni nel 2008 ha pubblicato il fotolibro
“Miserere”, nel 2011 “Gubbio, I Ceri”e nel 2014 “Kovilj” (tutti Ed. L’Arte Grafica). Sempre nel 2014 ha
pubblicato “Boxing Notes” (Edizionibam) reportage sul mondo della boxe. Si è dedicato per alcuni anni alla
fotografia di eventi musicali e nel 2021 ha vinto il Jazz World Photo. È coautore del libro “I colori del
Jazz”(Federico Motta Editore, 2010) e nel 2019 ha pubblicato il libro fotografico "Jazz Notes" (BAM Stampa
Fine Art by Antonio Manta). Nel 2020 ha pubblicato “Vita e Morte – Rapsodia Messicana” e nel 2021
“Passione per lo Sport” (Ed. CLT – Gruppo AST Terni). Ultimamente ha partecipato a diversi concorsi
nazionali e internazionali risultando vincitore o finalista in più di 130 contest negli ultimi cinque anni.
L’evento è gratuito.
La mostra sarà esposta fino al 21 dicembre e visitabile dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 19 o su appuntamento.

Come arrivare

categoria