Calathis: Dandelion

Inaugura

Venerdì, 21 Giugno, 2019 - 18:00

Presso

Tempio del Fututo Perduto
Via Luigi Nono, 7

A cura di

Associazione Calathis

Fino a

Domenica, 21 Luglio, 2019 - 21:00

Calathis: Dandelion

Comunicato

Il collettivo Calathis, composta da Rachele De Franco, Gianluca Gramolazzi, Alice Cheope Turati e Francesco Valli, nasce a Milano a inizio 2019 e si prefigge lo scopo di organizzare una rassegna di eventi artistico-culturali per sensibilizzare il pubblico riguardo temi legati alla comunità LGBTQ+ e, più in generale, sui diritti dell’individuo.

Provenendo da percorsi di studi in ambito artistico e critico, abbiamo riflettuto sull’attuale situazione della comunità LGBTQ+ e di come essa possa interagire con il panorama
artistico contemporaneo. Con Dandelion, il primo capitolo della rassegna, si vuole
indagare attraverso diversi appuntamenti il legame che intercorre tra l’individuo e la comunità.

Il nome Calathis (dal latino “piccolo paniere”) è un’infiorescenza costituita da molti fiori sessili, così vicini tra loro da dare l’impressione di un unico fiore. Partendo da questo presupposto, e pensando al singolo individuo come parte di un insieme più grande e complesso che non potrebbe esistere senza la sua presenza, si è deciso di ragionare sul senso di comunità e sull’importanza che ognuno riveste in essa.

La volontà di riflettere sul senso di appartenenza ad una comunità senza dimenticarsi delle singole persone che la compongono è uno dei motivi per cui nasce questo collettivo,
oltre alla consapevolezza del particolare momento storico e politico che la comunità LGBTQ+, e non solo, sta attraversando. In occasione del cinquantesimo anniversario dei

moti di Stonewall e partendo dalla città di Milano, si vuole ridare centralità all’attivismo rivolto alla crescita e all’inclusività, soffermandosi a riflettere sul senso di comunità. Una comunità che racchiude in sé molteplici aspetti e istanze condivise, consapevole di una crescita comune in un panorama in continuo divenire.

L’associazione Calathis si inserisce all’interno della vasta rete culturale che la città di Milano offre, sottolineando la centralità dell’individuo non più come semplice spettatore, ma come parte attiva all’interno di una comunità e del panorama artistico. 

Come arrivare

categoria