Art in Florence

Inaugura

Venerdì, 4 Febbraio, 2022 - 19:30

Presso

Galleria360
Via Borgo Ognissanti 77r, Firenze

A cura di

Angela Fagu

Partecipa

Artisti internazionali

Fino a

Lunedì, 28 Febbraio, 2022 - 19:00

Art in Florence

Comunicato

COMUNICATO STAMPA
Mostra collettiva: “Art in Florence”
Organizzatori: Art Director Angela Fagu
Inaugurazione Mostra: Venerdì 4 Febbraio 2022 ore 19:30
Durata Mostra: 4 Febbraio –28 Febbraio 2022
Luogo: Galleria360 Borgo Ognissanti 77r Firenze
Sito web: www.galleria360.it Shop-online: http://shop.galleria360.it/
Email: info@galleria360.it Tel. +39 0552399570
Orario apertura: da Lunedì a Venerdì compresi dalle 10:00 -13:00 e dalle 15.00-19.00. Sabato e Domenica chiuso
Ingresso libero

“Firenze è viva e la sua anima non è tutta nei quadri e nei palazzi.” (Pavel Muratov)
"ART in Florence" è il titolo della nuova rassegna artistica organizzata dalla Galleria360, la cui inaugurazione 
avrà luogo Venerdì 4 Febbraio 2022 alle ore 19.30 in via Borgo Ognissanti 77r, Firenze. Durante il 
vernissage musicisti Jazz suoneranno dal vivo. In base al decreto legge del 23 luglio 2021, n. 105, dal 
6 agosto 2021, l'accesso alla galleria è consentito esclusivamente ai visitatori in possesso del green 
pass covid-19. 
In una singolare sinergia tra arte contemporanea e storia, la Galleria360 ha selezionato artisti da tutto il 
mondo, al fine di proporre nuove occasioni di riflessione, di stimolante confronto e di riportare l’arte e la 
meditazione estetica nel loro luogo d’origine, nel cuore pulsante dell’espressione artistica: ovvero Firenze. 
Il capoluogo toscano ha sempre avuto un rapporto privilegiato con l’eleganza e la bellezza. I suoi capolavori 
artistici, i suoi luoghi e vicoli intrisi di memorie storiche, la sua vivace atmosfera culturale, ne hanno 
decretato la fama di città d’arte per eccellenza, ormai da secoli. Tappa prediletta del Grand Tour fin dal 
Seicento, la capitale del Granducato è la “più bella città d’Italia” per François-Jacques Deseine nel 1699; 
entusiasma Goethe, Jean Pierre Vieusseux, Johan Zoffany, Oscar Wilde e tanti altri, per la collezione di 
statuaria antica e di manufatti in pietre dure della Galleria degli Uffizi; genera ammirazione per i capolavori di 
grandi artisti come Masaccio, Michelangelo, Leonardo o Raffaello; sbalordisce di fronte agli ingegnosi giochi 
d’acqua e all’arte topiaria del Giardino di Boboli o meraviglia davanti all’apparizione improvvisa della 
colossale statua dell’Appenino del Giambologna nel parco di Pratolino.
Un’eredità storico artistica che costituisce un grande motivo d’orgoglio ma che allo stesso tempo può 
ostacolare la promozione e sviluppo di nuove tendenze.
"ART in Florence" risolve tale antinomia e attraverso l’eclettismo creativo dei diversi artisti, dà vita ad un 
audace sintesi degli opposti, Firenze ed Arte contemporanea, capace di creare un dialogo tra passato e 
presente e di condividerlo con il pubblico.
Dunque, "ART in Florence" è una mostra che promuove il plurilinguismo dell’arte attuale, mostrando 
l’importanza di adottare uno sguardo libero e diacronico sull’arte, in una prospettiva sempre dinamica ma 
rispettosa delle vicende storiche. Henri Luis Bergson sosteneva infatti che "il presente non contiene altro che il 
passato; così, ciò che si scopre nell’effetto si trovava già nella causa." 

Come arrivare

categoria