Presentazione del libro VULTUS URBIS di Ruggero Lenci - 27 settembre 2020 - ore 18:00 - Spazio 40 Galleria d' arte di Roma

Inaugura

Domenica, 27 Settembre, 2020 - 18:00

Presso

Spazio 40 Galleria d'arte
Via dell'Arco di San Calisto 40 - Roma

A cura di

Arch. Fabrizio Ena

Partecipa

Ruggero Lenci

Fino a

Domenica, 27 Settembre, 2020 - 20:00

Presentazione del libro VULTUS URBIS di Ruggero Lenci - 27 settembre 2020 - ore 18:00 - Spazio 40 Galleria d' arte di Roma

Comunicato

Domenica 27 settembre 2020 alle ore 18.00, presso la Galleria Spazio 40 di Roma, verrà presentato il libro VULTUS URBIS di Ruggero Lenci, edito da Gangemi editore (2020).

Il libro è una raccolta di disegni dell' autore, architetto e docente di Architettura e Composizione Architettonica presso la Facoltà di Ingegneria dell' Università La Sapienza di Roma, realizzati nell'arco temporale che va dal 2008 al 2019, sul tema della città.

“La città – osserva l' autore - può essere intesa come un insieme di morfemi intimamente coesi con quell’humus che ne caratterizza la poliedrica ragion d’essere indelebilmente incastonata nei secolari petrosi territori ove si sbrecciano netti volumi, statue, fontane, piazze in una miriade di luoghi minerali condivisi con la natura atmosferica, vegetale, acquifera e umana che in essa vivono immersi in un fantastico cretto condiviso. Tutti gli edifici e i tessuti urbani, anche i più umili, dovrebbero possedere un “volto”, un’immagine sintetica astratta, metafisica, simbolica, analoga, discreta non importa, purché tesa a rendere possibili momenti di relazioni intellettive/affettive tra di essi e gli astanti, così da incoraggiare un più esteso senso civico.

Intesa in questo modo la città può essere solo descritta attraverso un affresco – anche letterario, musicale o poetico – che pur scavando nel reale non si impone il compito di rappresentare l’esistente, bensì far emergere la presenza di quei livelli sottili che si agitano nelle sue pieghe più intime dando luogo a flussi di forze contenute dalle erose mura delle profonde fiumare urbane. Uno scavo psicologico e artistico che si pone l’obiettivo di riscoprire episodi periferici e/o centrali dell’ambiente costruito, attribuendo a quei luoghi valori altri e diversi rispetto all’entropia del quotidiano, fornendo sfaccettate chiavi di lettura che, con altri occhi, potrebbero apparire solo belli o solo brutti. Tale complessità immaginifica vuole svolgere il compito di fertilizzare il mondo delle idee così che la città riesca ad assumere una densità umana maggiore rispetto a quella della troppo rapida indifferenza concessale dalla convenzionalità. 

Uno scavo nei solchi della mente e della memoria che, al pari dei solchi urbani, si identifica con l’oggetto osservato e in via di rappresentazione, ripercorrendo questi e quelli in una più minuta vastità di luoghi simili ma a scale diverse ove si sovrappone e annida la coesa percezione del reale. La dimensione astratta diviene allora qualità indispensabile del segno che si deposita sulla tela o sul foglio generando tessuti orbitanti intorno al tema della città e delle sue genti, guidato da uno sguardo alla ricerca di un coeso e denso centro tematico, catalizzatore delle indelebili impronte prodotte dall’agitarsi in quei canyon urbani. Allora il contesto, anche il più umile, ci comunica qualcosa di diverso grazie al segno strappato a quel sogno che, prima dell’oblio, lo concede in prestito solo per pochi istanti onde poterlo fissare sulla superficie. Ci comunica che quei luoghi petrosi sono frequentati da un’umanità che, nonostante la tecnologia, la pandemia, gli sbarchi, il malcostume, le bombolette spray, non è disposta a cessare riconoscersi come tale, per credere nei giovani e nelle genti, educando tutti ad esercitare sempre più pienamente il diritto/dovere di investigare le possibilità segrete del pensiero e della materia di rimodellare la città”.

Oltre all' Autore, all' evento parteciperanno gli Architetti Giovanna De Sanctis Ricciardone , Alessandra Muntoni e Franco Purini, che hanno curato la prefazione e l'introduzione al volume.

All' interno della Galleria saranno rispettate tutte le norme anti-Covid19 vigenti .

------------------------------------------

Presentazione del libro

VULTUS URBIS di Ruggero Lenci
27 settembre 2020 - ore 18:00
Spazio 40 Galleria d' arte
Via dell' Arco di S. Calisto 40 – 00153 Roma

Ingresso su prenotazione

Contatti:

347.1405004 / 349.1654628

spazio40@tiscali.it

Come arrivare

categoria