MAGNETI FASHION SHOW

Inaugura

Venerdì, 2 Novembre, 2018 - 19:30

Presso

Magneti Cowork
Via E. Amari, 148, 90139 Palermo PA

A cura di

Emanuele Averna, Flavia Miriam Cappello e Alberto Tudisca

Partecipa

Vincenzo Meli Emanuele Greco Giada Bozzagna Gaia Bonfiglio Federico Morana Eugenia Renda Deborah Girgenti Andrea Iaccuzzo Adriana Bressone Chiara Amico Adriana Giunta Emanuele D’Alessandro Ilenia Nasca Katia Baiamonte Laura Panzica

Fino a

Domenica, 2 Dicembre, 2018 - 23:45

MAGNETI FASHION SHOW

Comunicato

COMUNICATO STAMPA “FASHION SUNDAY SHOW”

In occasione dell’apertura serale del Magneti Cowork che avverrà dal 2 dicembre, si terrà la Magneti Cultural Week, una settimana di eventi dedicati all’arte e alla musica con lo scopo di poter offrire uno spazio in cui poter mostrare se stessi e le proprie capacità.

Il primo di questi eventi “Fashion Sunday Show” si terrà domenica 2 dicembre ore 19.30, sarà una serata dedicata alla moda alla quale parteciperanno 15 studenti ed ex studenti dell’accademia di Belle Arti di Palermo che faranno sfilare i loro abiti in passerella, il tutto impreziosito da una colonna sonora di musica elettronica.

La peculiarità di alcuni degli abiti proposti sarà proprio quella di essere vere e proprie opere d’arte in tessuto, al di fuori dei canoni della moda tradizionale, tali abiti difatti si mostrano come mera espressione d’arte in cui gli scopi e gli ideali prevalgono su tutto il resto. 

STILISTI

Vincenzo Meli
si diploma in Progettazione delle moda di I livello  presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo, e successivamente partecipa alla Fashion Week di Reggio Calabria.
Nel 2018 riesce ad esaudire il suo sogno di aprire una Sartoria che verrà chiamata VIKIO.

La collezione OUTSIDER è ispirata allo stile gotico-vittoriano della cinematografia di Tim Burton. Arte e architettura prendono forma sul corpo della donna, offrendo un’accurata ricerca di tagli e sovrapposizioni. Linee slanciate, tonalità cupe e materiali pregiati rievocano la complessità delle vetrate gotiche e sono elementi di base dei capi Haute-Couture.

Emanuele Greco
Fashion Designer laureato nel 2018 presso il corso di Progettazione della Moda all’Accademia di Belle Arti di Palermo.

È affascinato dall’idea di scardinare le convenzioni identitarie e di semplificare le controversie legate alla riconoscibilità del sesso dell’individuo attraverso il capo abbigliamento che indossa.

Giada Bozzagna
Studia attualmente presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo nel corso di Progettazione della moda. Coltiva da sempre la passione per tutto ciò che gira attorno alla moda maturando nel corso della triennale anche sotto l’aspetto pratico-sartoriale.

L’abito presentato per questa occasione fa parte del progetto “Embrace your demons” ispirato ad una parte del carattere femminile, che raramente lasciamo emergere, impersonificata dal demone, un personaggio interiore che vive dentro ognuno di noi. 

Gaia Bonfiglio
Studentessa presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo nel corso di progettazione della moda.

Gli abiti sono parte di una collezione che analizza e sviscera il concetto di prigionia fisica ma soprattutto mentale, lasciando senza risposta una domanda impellente: e se tu fossi il prigioniero della tua propria mente.

Federico Morana
Federico Morana è studente di Progettazione della Moda all’Accademia di Belle Arti di Palermo.

Il suo lavoro, rivolto a un pubblico millennial e a un tipo corporeo androgino, è improntato al no gender, cioè a un abbigliamento teso ad abbattere i codici di genere convenzionali.

Eugenia Renda
Durante la sua formazione al liceo scientifico decide di perfezionarsi presso il conservatorio Alessandro Scarlatti di Palermo, già Vincenzo Bellini, che tutt'oggi frequenta.
 
Avendo sempre coltivato l'amore per l'arte e il costume, frequenta il corso triennale di progettazione della moda presso l'accademia di Belle Arti di Palermo, conseguendo la laurea con il massimo dei voti nel 2018.

Deborah Girgenti
studentessa del corso di Progettazione della Moda presso l'Accademia di Belle Arti di Palermo, studia per poter affinare le sue doti stilistiche. 

Crea una personale collezione, dal titolo “It's time to help”, dalla quale estrapola un degli abiti che rappresenta al meglio il tema della classica figura della crocerossina del dopo guerra in chiave moderna. 

Andrea Iaccuzzo
Da sempre affascinato dal mondo dell’alta moda inizia i suoi studi presso l’Accademia di belle arti di Palermo seguendo il corso Progettazione della moda. 

Seguendo il mondo dell’arte in tutte le sue forme, non trova limitazioni solo sulla produzione nel campo del fashion ma espande la sua visione anche a livello multimediale e fotografico esasperando la figura umana in modo non convenzionale definendo un carattere no gender trasmesso nelle sue creazioni.

Adriana Bressone
Studia Progettazione della Moda presso l'Accademia di Belle Arti di Palermo. 

Sceglie di presentare uno degli abiti della sua collezione "Torno in Me" dove graficamente elabora il concetto di trasformazione e di crescita personale.

Chiara Amico
Studentessa dell'accademia di belle arti di Palermo, frequenta il corso di Fashion Design, sin da piccola mostra una spiccata propensione verso l'arte in tutte le sue declinazioni. 

Non ha paura di analizzare e superare i suoi limiti sperimentando il più possibile e sfidandosi quotidianamente.

Adriana Giunta
Spinta da un forte desiderio creativo prende la decisione di seguire il corso di progettazione della moda dell’Accademia di belle arti di Palermo in cui durante il corso del secondo anno accademico ha ideato la sua prima collezione autunno/inverno composta da capi ispirati e rivisitati dell’abbigliamento tradizionale della comunità Amish. 

I tessuti utilizzati sono il cotone bianco delle camicie, il denim ,il vinile dai colori accesi in contrasto a capi in lana e tartan.

Emanuele D’Alessandro
Inizia il suo percosso frequentando il liceo d’arte nella sua città che lo portò alla successiva iscrizione all’Accademia di Belle Arti di Palermo, dove frequenta il corso di Progettazione della Moda, laureandosi con il massimo dei voti.

Le linee guida delle sue creazioni ci permettono di entrare in un mondo lussureggiante, maximalista, basato sull’effimero, sulla ricchezza e l’opulenza di un decennio che, fino a qualche anno fa veniva considerato irrisorio: quello degli anni 80.

Ilenia Nasca
Studentessa all’Accademia di Belle Arti di Palermo in Progettazione della Moda.
Da sempre interessata al campo dell’arte e della moda, durante gli anni di studio si appassiona alla confezione di abiti.

Le sue collezioni ci permettono di entrare in un mondo tecnologico, basato principalmente sull’utilizzo di tessuti particolari, quasi metallici, proiettandoci direttamente nel futuro.

Katia Baiamonte
Laureata in Progettazione della Moda, presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo, l’amore per la storia della moda e le sue capacità critico-artistiche fanno inserire perfettamente la sua personalità estroversa in un mondo diviso tra high fashion e un pret à couture.

Con ispirazione a Versailles e la corte dell’Ancien Règime del 700, presenta una collezione con concept nuovo a metà tra la moda del XVIII secolo e la vita urbana del XXI secolo, mixando criticamente il “vecchio” e il “nuovo”.

Laura Panzica
Iscritta all’Accademia di belle arti di Palermo frequenta il corso Progettazione della moda, i suoi abiti strutturati e con maniche voluminose fanno parte del suo carattere stilistico. 

Seguendo questa strada continua il suo percorso nel mondo della moda scoprendo anche l'amore per il cinema, lavorando come costumista per diversi film, tra cui, ultimo, "Il Traditore" di Bellocchio.

MAGNETI COWORK
Magneti Cowork partecipa alla costruzione di una community sita a Palermo che ha l’obiettivo di contribuire alla vita professionale, culturale e sociale di questa città. Magneti è il luogo ideale per i professionisti di ogni settore, le partite iva, i freelance, gli universitari e i giovani studenti che vogliano vivere in uno spazio di contaminazioni, capace di stimolare la crescita delle singole professionalità, in una piattaforma relazionale in continuo movimento, attraverso lo sviluppo di strategie comuni.
ORGANIZZAZIONE
L’organizzazione degli eventi è stata affidata a tre giovani che hanno già partecipato come protagonisti ad alcuni eventi tenuti al Magneti Cowork, rispettivamente:

Emanuele Averna
Già laureato nel corso di Comunicazione per le Culture e le Arti presso l’Università degli Studi di Palermo, attualmente sta conseguendo una Laurea Magistrale in Marketing e Pubblicità. 

Da sempre affascinato dal mondo della fotografia e dell’arte, ha collaborato con alcuni Uffici Stampa e redazioni tra cui Balarm. Attualmente lavora come freelance nel mondo della Comunicazione.

La prima esposizione fotografica è datata 5 ottobre 2016 “I volti della Vucciria” con l’intento di raffigurare lo stato attuale del mercato storico cogliendone sprazi e attimi in stile street photography.

Nell’agosto 2017 è vincitore del contest fotografico “H2EXPO” organizzato da Casabella srl nella la giuria ha lodato i lavori per l’originalità degli scatti proposti e la tecnica.

A marzo 2018 è autore di “Substantia”, progetto fotografico ideato e realizzato con la collaborazione di Alberto Tudisca, una critica sullo stereotipo della donna manichino nel mondo della pubblicità.

Flavia Miriam Cappello
Studentessa dell’Accademia di Belle Arti di Palermo presso il corso di Progettazione dei Sistemi Espositivi e Museali è affascinata dal mondo dell’arte dal quale cerca di trarre costantemente ispirazione e ricerca nei suoi lavori. Fin da giovanissima attratta dalle tecniche grafiche e fotografiche che la porteranno a prender parte a diversi concorsi.

Ha già partecipato a numerosi allestimenti, tra i quali:

“Substantia” di Emanuele Averna e Alberto Tudisca, a cura di Giuseppe Carli presso il Magneti Cowork (PA), Marzo 2018;

“CUBA.Tatuare la storia” (collettivo), a cura di Diego Sileo e Giacomo Zaza presso Zisa Zona Arti Contemporanee (PA), Ottobre 2016;

“XI Comandamento: Non dimenticare” di Mustafa Sabbagh, a cura di Mustafa Sabbagh presso Zisa Zona Arti Contemporanee (PA), Maggio 2016;

“Qualcosa di mio” di Letizia Battaglia, a cura di Alberto Stabile e Laura Barreca presso Museo Civico di Castelbuono (PA), Dicembre 2015;

Alberto Tudisca
Fin dai tempi della primissima giovinezza, mostra interesse verso il mondo della musica e nel corso degli anni ha collezionato con la sua batteria più di cento esibizioni live.

Attualmente frequenta il corso di “Musica Elettronica” al Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo dove, oltre a concentrarsi su uno studio accurato del suono e delle sue varie applicazioni nella composizione, ha ottenuto una borsa di studio per esperti in allestimenti audio/video.

Dal 2015 inizia a comporre musica per film partecipando a varie edizioni della manifestazione internazionale “Kino Festival”. Nel 2017 la sua musica, realizzata per il cortometraggio “Our Thing”, raggiunge Festival internazionale di video-danza “MIVSC” tenutosi a Sao Carlos,in Brasile.

Nel maggio del 2017 ,dopo anni di esperienza come tecnico del suono, partecipa come Sound Engineer a supporto della manifestazione “International Rostrum of Composer” una delle più importanti manifestazioni di musica a livello accademico.

A marzo 2018 è co-autore di “Substantia”, progetto fotografico ideato assieme a Emanuele Averna, realizzando il progetto audio-interattivo dedicato all’esposizione.

Come arrivare

categoria