Délio Jasse Mobility of Things a cura di Diego Stephani

Inaugura

Giovedì, 19 Ottobre, 2017 - 18:00

Presso

Spazio 1929
Via Ciseri 3 - 6900 Lugano

A cura di

Diego Stephani

Partecipa

Délio Jasse

Fino a

Domenica, 10 Dicembre, 2017 - 18:00

Délio Jasse Mobility of Things a cura di Diego Stephani

Comunicato

COMUNICATO STAMPA

nell’ambito della Biennale dell’immagine 

 

 

Délio Jasse

Mobility of Things

 

a cura di Diego Stephani

Inaugurazione giovedì 19 ottobre 2017 alle ore 18.00

Dal 20 ottobre al 10 dicembre 2017

 

Lo Spazio 1929 è lieto di annunciare la sua partecipazione alla decima edizione della Biennale dell’immagine. In mostra, per la prima volta in Svizzera, le opere del fotografo di origini angolane Délio Jasse (*1980, Luanda).

 

L’indagine di Jasse attinge a piene mani dal recente passato del suo paese natìo, l’Angola, la cui capitale, Luanda, è stata per lungo tempo colonia portoghese. Durante il periodo coloniale, la popolazione della città era composta in prevalenza da nativi angolani, portoghesi e angolani di origini portoghesi. La colonizzazione e i flussi migratori avevano così rimodellato il volto del paese, creando una società multiculturale e multietnica, con le relative implicazioni e problematiche che derivano da tale situazione; immigrazione e emigrazione di persone, ma al contempo anche di culture, tradizioni, hanno contribuito alla creazione di un’identità ibrida e complessa.

Jasse nel creare le sue opere si appropria di oggetti quali fotografie recuperate ma anche documenti di varia natura come carte d’imbarco, biglietti o francobolli. Sfrutta le molteplici possibilità della stampa fotografica analogica insieme alla serigrafia, per realizzare dei pezzi unici e non riproducibili, in cui si instaurano nuovi rapporti di significato nel tentativo, forse, di costituire una sorta di archivio personale e, in senso lato, auto-etnografico.

 

Tra le esposizioni recenti si include la collettiva Afriques Capitales a La Villette, Parigi, Recent Histories: New Photography from Africa presso la Walther Collection Project Space, New York, 12esima Biennale di Dakar 2016, 56esima Biennale di Venezia (Padiglione dell’Angola, 2015), Expo Milano (Padiglione dell’Angola, 2015), la Fondazione Calouste Gulbenkian, Lisbona, 2013 e la 9a edizione dei Rencontres de Bamako, 2013. È stato selezionato tra i tre finalisti del BES Photo Prize 2014 e ha vinto l’Iwalewa Art Award 2015.

 

Per maggiori informazioni:  info@spazio1929.ch
www.spazio1929.ch

 

Spazio 1929 , Via Ciseri 3 - 6900 Lugano
Aperto su appuntamento

 

Ufficio stampa: Laboratoriodelleparole

notizie@laboratoriodelleparole.net -  +41 77 417 93 72

 

categoria