“La Donna Bifronte “La sibilla, regina di Gerusalemme”

Inaugura

Sabato, 16 Settembre, 2017 - 21:00

Presso

Angioino di Gallipoli
Rampa Castello, 73014 Gallipoli LE

A cura di

carlo roberto sciascia e regina resta

Partecipa

rosa didonna

Fino a

Venerdì, 29 Settembre, 2017 - 21:00

“La Donna Bifronte “La sibilla, regina di Gerusalemme”

Comunicato

Rosa Didonna installa nella mostra al prestigioso Castello Angioino di Gallipoli che accoglierà le opere fino al 15 settembre”La Papessa Rosy Al di Là della Vita”, mentre nelle sale espositive del Club Bellavista dell’Hotel Caroli, sito in corso Italia a 70 metri circa dal Castello, sabato 16 settembre avrà il prosieguo della mostra dove verrà eseguito uno Special Guest della performance di Rosa Didonna  “La Donna Bifronte  “La sibilla, regina di Gerusalemme

Rosa Didonna opera come poetessa che crea emozioni attraverso la sua arte della sua seconda pelle, ella lo crea con l’uso di un fluido inedito da lei stessa creato al momento della preparazione prima di entrare in scena in tutt’uno con la metodologia adottata nella composizione del suo palcoscenico costituendo una visione pittorica attorno al titolo. Il particolare estro del messaggio della mostra- performance “La Donna Bifronte  si presenta in maniera sublime e con magica alchimia si trasfigura in un insieme armonico,elegante,limpido con una immagine toccante della stessa sua figura sacerdotale d’Arte di cui lei è consacrata dalla nota critica d’arte Antonella Marino .Ecco quindi il segreto comunicativo di contaminazione -filosofico,onirico,illusionistico,della geniale artista qual’ è Rosa Didonna talento che compete in campo internazionale dove sicuramente offre la vera essenza del  luogo che la ospita. Il messaggio della Sibilla Rosa Didonna consacrata sacerdotessa della verità è nell'arte degli scritti ermetici della Sibilla Cumana  un'ondata senza precedenti di femminilità mettendo in comunicazione la differenza della donna in Occidente e l'Oriente.

Per quanto riguarda la donna occidentale, la società ha sviluppato un sistema della mercificazione del corpo, il sistema pone la donna orientale ancora in lotta per il futuro dei loro figli. Per unire questi due mondi oro per un mondo totalmente diverso, a quanto pare, Rosa Didonna utilizzando un sistema anti-magnetico in cui i due opposti si attraggono e si respingono a vicenda, un'evocazione di tessuto bianco che definisce i bordi delle pietre spazio circondato da lapidazione e la violenza; mentre la donna occidentale vuole essere un fermo-immagine del messaggio negativo in un positivo-negativo-positivo unendoli in un unico emblema immaginario tra Oriente e Occidente.

 

 La performance racconta di un corpo femminile che mette in evidenza ciò che per l'Oriente è velato, sacro e proibito. L'elemento comune è il seme naturale di rinnovamento rinascita dell'Arte in cui la stessa Didonna Sacerdotessa in Art, mostra il suo potere della Verità Biedrica di entrambi i mondi e le loro innumerevoli riflessioni sulla storia. Inoltre, non lo trasmette solo come forma di tono moralistico alla sua poetica, ma lo segue attraverso la sua seconda pelle in una doppia figura femminile contaminando il mondo, allo stesso tempo, il suo messaggio è di rigenerazione nel contesto della società di oggi.

L'obiettivo è quello di guidare lo spettatore nella scena all'interno della sua mimo profetico come parte attiva dell'opera d'arte. Tutto dovrebbe essere una visione in cui tutti possono essere coinvolti nel ringiovanimento della sua arte. Rosa Didonna va a vivere la conoscenza impeccabile della città di Gallipoli,con la passione che unisce la ricerca come strumento per lo sviluppo e la diffusione dell'Arte senza confini, senza limiti, senza parola, senza condizioni, ma unisce tutti i popoli nel ringiovanimento d'Arte nel mondo.

E 'l'incontro tra il loro lavoro e il recupero di contemporaneità tra Arte e dialogo universale. La mostra comunica la contaminazione dei luoghi della diversità di tutte le Arti. Si integra con il contesto del territorio in grado di dare nuova visibilità, sollevando dubbi sul tipo di rapporto, stupore, comunicazione, risveglio e concentrarsi sull’ obiettivo primario di rafforzare la creatività universale in un singolo gioco immaginario d’A arte alla memoria simbolica del luogo che lo ospita.

 

L'elemento comune è il seme naturale di rinnovamento rinascita dell'arte in cui la stessa Didonna Sacerdotessa in Art, mostra il suo potere della Verità Biedrica di entrambi i mondi e le loro innumerevoli riflessioni sulla storia. L'obiettivo è quello di guidare lo spettatore nella scena all'interno della sua mimo profetico come parte attiva dell'opera d'arte.

Tutto dovrebbe essere una visione in cui tutti possono essere coinvolti nel ringiovanimento della sua Arte.  La mostra chiuderà con le premiazioni il 29 settembre

Info:Rosa Didonna Art Director

Cell.347/1843201 Tel. 080/4782863

www.facebook.com/rosa.didonna.

www.rosadidonna.jimdo.com

http://galleriaglobalart.wixsite.com/home

www.youtube.com/user/globalartdidonna/featured

info@globalartweb.org

www.google.ru/maps/place/GLOBALART

 

categoria