“Il concittadino Dante, dal Sestriere di San Piero Maggiore al mondo intero”

Inaugura

Sabato, 18 Settembre, 2021 - 17:00

Presso

Società delle Belle Arti- Circolo degli Artisti “Casa di Dante”
Via Santa Margherita 1r, Firenze

A cura di

Virginia Bazzechi Ganucci Cancellieri

Partecipa

Rosa Cianciulli, Guido Del Fungo, Enrico Guerrini, Nicoletta Manetti, Salvatore Monaco, Roberto Mosi, Margherita Oggiana, Angiolo Pergolini, Roberto Romoli, Andrea Simoncini, Umberto Zanarelli

Fino a

Giovedì, 30 Settembre, 2021 - 19:00

“Il concittadino Dante, dal Sestriere di San Piero Maggiore al mondo intero”

Comunicato

COMUNICATO STAMPA

 

Mostra: Mostra collettiva “Il concittadino Dante, dal Sestriere di San Piero Maggiore al mondo intero”

Artisti: Rosa Cianciulli, Guido Del Fungo, Enrico Guerrini, Nicoletta Manetti, Salvatore Monaco, Roberto Mosi, Margherita Oggiana, Angiolo Pergolini, Roberto Romoli, Andrea Simoncini, Umberto Zanarelli

Inaugurazione Mostra: Sabato 18 settembre 2021 ore 17.00

Durata Mostra: 18 settembre – 30 settembre 2021

Luogo: Società delle Belle Arti- Circolo degli Artisti “Casa di Dante”, via Santa Margherita n.1/r, Firenze

Sito web: www.circoloartisticasadante.com Email: info@circoloartisticasadante.com Tel. +39 055 218402

Orario apertura: da Martedì a Domenica compresi dalle 10:00 -12:00 e dalle 16.00-19.00;

Ingresso libero

 

A meno di un decennio di distanza dai festeggiamenti per la nascita del Sommo Poeta avvenuti nel 2015, l’Italia ed il mondo si preparano nuovamente a celebrare un’altra significativa ricorrenza, ovvero i 700 anni della morte di Dante Alighieri. Oggi, come allora, la ricostruzione puntuale della vicenda biografica e la ricerca delle ragioni dell’universalità del messaggio della sua opera, si segnalano tra le operazioni maggiormente in voga. A distanza di così poco tempo tra una celebrazione e l’altra, è lecito chiedersi se la Divina Commedia ed il suo autore possano ancora trasmetterci qualcosa di nuovo?

Forse sì, giacché la condizione nella quale l’umanità è sprofondata nel frattempo, appare talmente eccezionale, da consigliare il tentativo di ulteriori riattraversamenti della Commedia.

 

Gli artisti di Officina del Mito si sono riuniti per celebrare il più straordinario interprete dell’epopea umana con una mostra intitolata “Il concittadino Dante, dal Sestriere di San Piero Maggiore al mondo intero”. Attraverso le loro opere ripercorriamo dunque il viaggio escatologico dantesco, che ci guida tra sentimenti di attesa, paura e speranza che contraddistinguono la discesa negli inferi dei tempi attuali. La mostra affronta luoghi, temi e rievoca personaggi della Commedia, offrendo una galleria straordinaria di microstorie differenti che innescano una riflessione estremamente attuale sull’uomo e sul suo destino.

“Il concittadino Dante, dal Sestriere di San Piero Maggiore al mondo intero” è dunque una rassegna artistica che si spinge oltre la nebulosa cortina della vuota retorica per rivendicare con forza il diritto-dovere della cultura umanistica di tracciare nuove rotte di salvezza e di immaginare un nuovo ordine che ci riconduca all’invocata luce. Affidandoci infatti agli immortali insegnamenti del Sommo Poeta, oggi, più che mai nocchiero prezioso per i nostri sfortunati tempi, confidiamo di attraversare indenni la “natural burella” infernale, e riuscire così a “riveder le stelle”, ovvero quel meraviglioso cielo stellato che Dante e Virgilio ammirano dalla spiaggia dell’Antipurgatorio che è “pura felicità dello sguardo”.

L’inaugurazione della mostra “Il concittadino Dante, dal Sestriere di San Piero Maggiore al mondo intero” avrà luogo Sabato 18 settembre 2021 alle ore 17.00 presso la Società delle Belle Arti- Circolo degli Artisti “Casa di Dante”, in via Santa Margherita n.1/r, Firenze. La mostra sarà presentata dalla storica e critica d’arte Virginia Bazzechi Ganucci Cancellieri.

Come arrivare

categoria