BALLATA DI UN AMORE INCOMPIUTO, Incontro con l'autore Louis-Philippe Dalembert

BALLATA DI UN AMORE INCOMPIUTO, Incontro con l'autore Louis-Philippe Dalembert

Titolo

BALLATA DI UN AMORE INCOMPIUTO, Incontro con l'autore Louis-Philippe Dalembert

Inaugura

Lunedì, 12 Maggio, 2014 - 18:30

Artisti partecipanti

Louis-Philippe Dalembert è nato a Port-au-Prince, Haiti, nel 1962, ed è uno scrittore già conosciuto anche in Italia, dove ha partecipato a festival e manifestazioni culturali. Vive tra Parigi, Port-au-Prince e Roma. Sua moglie è italiana.

In occasione dell’evento saranno esposte alcune opere dell’artista Bonanni che, nell’ottobre del 2009, a sei mesi dal terremoto, fu il primo artista a presentare nella città ferita una mostra personale intitolata Kyrie Eleison.

Vincenzo Bonanni è nato a L’Aquila nel 1978.  Nel 2009 sostiene la sua città con una performance di videoarte a Dresda (World Heritage Day), nella manifestazione Art for L’Aquila di Londra con un’opera battuta all’asta benefica di Bloomsbury Auctions e con la personale  “Kyrie Eleison” (Palazzo dell’Emiciclo della Regione).
                                                                       Sede e orari:
Lunedì 12 maggio, ore 18.30
LIBRERIA COLACCHI

Via E.Fermi, C.tro Comm. Amiternum, 67100 L’Aquila
Tel: 0862 25310

Presso

Libreria Colacchi
Via Enrico Fermi, L'Aquila

Comunicato Stampa

Presentazione del romanzo
BALLATA DI UN AMORE INCOMPIUTO
(Frassinelli, 275 pp.)
INCONTRO CON L’AUTORE LOUIS-PHILIPPE DALEMBERT

in occasione dell’evento saranno esposte opere dell’artista
VINCENZO BONANNI

“Romanzo d’amore e racconto sociale, il libro riesce a mescolare tragedia collettiva e personale in un intenso crogiuolo di emozioni “ ( La Repubblica)
Nel quinto anniversario del terremoto dell’Aquila, Dalembert scrive il primo romanzo sugli avvenimenti di quei giorni.
La terra trema due volte: un ragazzo haitiano rivive la sciagura della sua infanzia mentre con la moglie abruzzese sfida il conformismo di un piccolo paese e lo sconvolgimento della natura.
Aprile 2009, la terra trema. In un piccolo paese dell’Abruzzo, Mariagrazia, una ragazza dell’Aquila, e Azaka, il suo giovane marito di Haiti, aspettano la nascita del loro primo bambino. Nel paese ci sono ancora molti pregiudizi nei confronti di immigrati e ancora di più nei confronti dei matrimoni misti, ma i due giovani hanno sfidato le convenzioni con coraggio e sicurezza. Sanno di trovarsi dalla parte giusta. Mentre le scosse di terremoto aumentano di intensità e la tensione sale, Azaka ricorda un terremoto che aveva sconvolto Haiti negli anni della sua infanzia, quando le macerie lo avevano sepolto e solo per poco non era morto. Il romanzo di Dalembert alterna al ritmo sincopato degli eventi inattesi e più grandi di noi, il flusso tormentoso dei ricordi e la riflessione acuta sui temi del presente, dall’intervento della politica nella vita dei singoli, alla cultura dell’integrazione dei migranti in mondi sconosciuti.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?