Un profumo per Leonor

Inaugura

Venerdì, 2 Luglio, 2021 - 18:30

Presso

Sala Luttazzi del Magazzino 26 del Porto Vecchio di Trieste
Magazzino 26 del Porto Vecchio di Trieste

A cura di

Mariann

Partecipa

Leonor Fini

Fino a

Venerdì, 2 Luglio, 2021 - 20:00

Un profumo per Leonor

Comunicato

Venerdì 2 luglio avrà luogo al Magazzino 26 del Porto Vecchio di Trieste “Un profumo per Leonor”, primo appuntamento collaterale nell’ambito della mostra ”Leonor Fini. Memorie triestine”

 

Venerdì 2 luglio alle 18.30 alla Sala Luttazzi del Magazzino 26 del Porto Vecchio  di Trieste, nell’ambito della mostra ”Leonor Fini. Memorie triestine”, avrà luogo un originale appuntamento collaterale, intitolato “Un profumo per Leonor”, che sarà preceduto alle 17.45 da una visita guidata e si concluderà con un vin d’honneur offerto dall’Azienda Agricola Zidarich

Per la pittrice - che amava molto le fragranze e che nel ‘36 aveva disegnato un flacone per il profumo Shocking di Elsa Schiapparelli con la forma di un busto da sartoria ispirato alle famose curve dell’attrice Mae West - la curatrice Marianna Accerboni ha ideato due fragranze: “Lolò”, come Leonor veniva chiamata a Trieste da amici e parenti, e “Kot”, che in polacco significa gatto, soprannome con cui la Fini chiamava Costantin Jelenski, intellettuale di Varsavia che, in un ménage à trois con Stanislao Lepri, fu, una presenza fondamentale nella sua vita.

I due profumi, realizzati in edizione limitata appositamente per la mostra, nei cui spazi saranno diffusi per tutto il periodo espositivo, rappresentandone la colonna olfattiva, verranno presentati al pubblico da Angela Laganà, biologa cosmetologa e ceo dell’omonima storica azienda italiana di ricerca avanzata nel mondo della bellezza e del lifestyle di lusso, che li ha realizzati. Laganà si avvarrà di un’originale scenografia olfattiva, coadiuvata da un supporto musicale, che coinvolgerà i presenti attraverso più sensorialità. 

“Lolò” è un eau de parfum intensa e sensuale,  che interpreta la personalità dell’artista attraverso note di testa d’ispirazione mitteleuropea quali cumino, cannella, noce moscata, di cuore come zenzero, vaniglia, bergamotto e note di fondo tra cui sandalo e ambra. “Kot” interpreta quella traccia sottilmente androgina che s'intuisce nella personalità della Fini e quella efebica dei suoi compagni attraverso note tra cui fico, bergamotto, patchouli, tuberosa, sandalo.

La mostra prosegue fino al 22 agosto (merc e giov 10/13 e 17/20, ven e dom 10/13 e 17/21, sab 10/13 e 15/21. Prossimo appuntamento collaterale: Le misteriose porcellane di Leonor (info 335 6750946).

Come arrivare

categoria