Renato Barisani, sperimentatore nel tempo. Opere 1935 - 2011

Renato Barisani, sperimentatore nel tempo. Opere 1935 - 2011

Titolo

Renato Barisani, sperimentatore nel tempo. Opere 1935 - 2011

Inaugura

Sabato, 22 Luglio, 2017 - 18:00

A cura di

Giorgio Agnisola e Fabio Barisani

Presso

Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta”
Via de Lieto, 2

Comunicato Stampa

Dal 22 luglio al 9 ottobre 2017 si terrà alla Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta” la mostra Renato Barisani, sperimentatore nel tempo. Opere 1935 -2011 a cura di Giorgio Agnisola e Fabio Barisani. L’esposizione, allestita nella Pinacoteca Comunale e in alcuni spazi messi a disposizione dal Museo Diocesano, è composta da oltre cento opere, tra cui ceramiche, monili, arazzi, mosaici, grafiche, sculture e dipinti, che ripercorrono l’intero arco della feconda attività del noto artista partenopeo (1918-2011).

 

Barisani è stato indubbiamente uno dei maggiori esponenti dell’astrattismo italiano e internazionale. La sua fortuna critica non ha tuttavia corrisposto a una fortuna popolare, anche in virtù del suo carattere schivo, riservato. La sua lunga carriera è stata d’altra parte segnata da un’estrema coerenza ideale e morale, da un vivo rigore professionale.

Animatore dei movimenti di avanguardia della sua città nell’immediato dopoguerra, maestro di numerosi e conosciuti artisti italiani del secondo Novecento, protagonista dei maggiori movimenti astrattisti italiani, a cominciare dal Mac, di cui fece parte fin quasi dagli esordi e di cui divenne l’esponente di spicco della frangia partenopea, Barisani è stato sperimentatore infaticabile, fedele a un suo segno interiore e creativo, reale e immaginario.

 

La mostra ripercorre i periodi della sua produzione, dalle prove realiste degli esordi alla stagione concretista, ai successivi attraversamenti informale e neodadaista, al definitivo approdo all’arte astratta e geometrica nelle sue diverse declinazioni, fino all’accostarsi, dal 1981, all’espressione da lui stesso definita nel 1984 dell'“Astrazione organica” e che ha caratterizzato la sua opera fino alla fine. L’esposizione, la prima di grosso respiro dopo la morte dell’Artista, intende, con un’analisi centrata anche sull’uomo e sulla sua storia, nel confronto costante con la critica che di lui si è occupata, rivalutare l’opera di uno dei sicuri maestri dell’arte italiana del secondo dopoguerra.

 

Catalogo a cura di Magonza Editore.

 

Informazioni:

Pinacoteca Comunale d’Arte Contemporanea di Gaeta

www.pinacotecagaeta.it tel. 0771.466346 – 339.2776173

Inaugurazione: sabato 22 luglio 2017 ore18.00

Periodo: dal 22 luglio al 8 ottobre 2017

Orari: venerdì 17 – 20; sabato, domenica e festivi 11 – 13 e 17 – 20

Prezzo: 5 euro

Ufficio stampa: Spaini & Partners  Tel 050/36042 – 310920 

www.spaini.it

www.facebook.com/www.spaini.it

Guido Spaini 3498765866

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 545 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)