TECNOSFERA A Bologna la quarta edizione della Biennale Foto Industria

Inaugura

Mercoledì, 23 Ottobre, 2019 - 18:00

Presso

MAST e altre sedi
Bologna

A cura di

Francesco Zanot

Fino a

Domenica, 24 Novembre, 2019 - 19:00

TECNOSFERA A Bologna la quarta edizione della Biennale Foto Industria

Comunicato

Giunta alla quarta edizione, la Biennale FOTO INDUSTRIA di Bologna, organizzata da Fondazione MAST, è dedicata quest'anno al tema del costruire: un’azione cruciale, intimamente radicata nella natura della specie umana che viene qui esplorata a tutto tondo, dalle sue radici storiche e filosofiche agli inevitabili risvolti scientifici. Dalle città alle industrie, dalle reti energetiche a quelle infrastrutturali, dai sistemi di comunicazione alle reti digitali, la Biennale intende indagare il complesso e dinamico sistema del fare che caratterizza la presenza dell’uomo sul pianeta. 

Diretta da Francesco Zanot, presenta 11 mostre10 allestite in luoghi storici del centro cittadinoAnthropocene al MAST fino al 5 gennaio.

In mostra i lavori di celebri protagonisti della storia della fotografia come Albert Renger-Patzsch (“Paesaggi della Ruhr”, a cura di Simone Förster, Pinacoteca Nazionale), André Kertész (“Tires/Viscose”, a cura di Matthieu Rivallin, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna – Casa Saraceni) e Luigi Ghirri (“Prospettive industriali”, Palazzo Bentivoglio-Sotterranei), che si concentrano sui processi di costruzione: le opere vintage del primo provenienti dalla Pinakothek der Moderne di Monaco documentano il rapporto tra il paesaggio e le più tipiche installazioni industriali dell’Ottocento; le inedite fotografie di André Kertész del 1944, frutto dei suoi unici lavori commissionati su prodotti industriali, celebrano i pneumatici Firestone e l’industria tessile americana mentre nella prima mostra di Ghirri realizzata sui suoi lavori commerciali per Marazzi, Ferrari, Bulgari e Costa Crociere gli oggetti industriali vengono trattati come soggetti di un inedito approccio alla natura morta.

E ancora, Lisetta Carmi (“Porto di Genova”, a cura di Giovan Battista Martini, Genus Bononiae – Oratorio di Santa Maria della Vita), Armin Linke (“Prospecting ocean”, a cura di Stephanie Hessler, Biblioteca Universitaria di Bologna) e Délio Jasse (“Arquivo urbano”, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna – Palazzo Paltroni) riflettono sugli aspetti sociali e politici: mettendo al centro il lavoro dell’uomo nel caso della Carmi, indagando lo sfruttamento dei fondali marini come accade nell’ultima ricerca di Linke e raccontando, come fa Jasse, la storia di Luanda, capitale dell’Angola, tra le metropoli africane con il più alto tasso di crescita, dove a costruire sono soprattutto imprese cinesi e internazionali.

David Claerbout (“Olympia”, Palazzo Zambeccari -Spazio Carbonesi) e Yosuke Bandai (“A certain collector B”, Istituzione Bologna Musei - Museo Internazionale e Biblioteca della Musica) guardano ai resti dell’umana febbre di costruire.

Stephanie Syjuco (“Spectral city”, MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, Project Room) e Matthieu Gafsou (“H+”, Pinacoteca Nazionale - Palazzo Pepoli Campogrande) si proiettano nel futuro e sottolineano la natura circolare e inarrestabile del costruire. 

Infine alla Fondazione MAST gli artisti Edward Burtynsky, Jennifer Baichwal e Nicholas de Pencier nella mostra Anthropocene, curata da Urs Stahel, danno vita attraverso immagini, video e installazioni a una narrazione visiva, tra arte e scienza, dei segni indelebili lasciati dal genere umano sugli strati geologici del pianeta.

Foto/industria 2019 con queste 11 mostre propone una sorta di ricognizione sulla storia e l’eterogeneità della pratica fotografica accostando preziose stampe vintage dei maestri della fotografia alle più recenti sperimentazioni che integrano la fotografia con il video e le tecnologie digitali più sofisticate, investigando i confini dell’immagine contemporanea.

 

FOTO/INDUSTRIA 2019 - Quarta edizione

Tecnosfera

Bologna, 24 ottobre – 24 novembre 2019

Martedì – domenica, 10-19* *(la sede espositiva MAMbo chiude alle 18.30)

Ingresso gratuito

INFOPOINT: Piazza Nettuno (aperto tutti i giorni 10-19)

www.fotoindustria.it

  

categoria