Segno, forma e colore

Inaugura

Sabato, 9 Novembre, 2019 - 16:30

Presso

Museo diocesano Francesco Gonzaga
Piazza Virgiliana 55

A cura di

Sabrina Falzone, Francesca Bianucci e Chiara Cinelli

Partecipa

Cinta Agell, Esther Arnuelos, Gianni Baccaro, Sabela Baña, Luca Battaglini, Tania Bucur, Susana Cirille, Amani Esseili, Nicoletta Faggion, Luisa Finicelli, Frans Frengen, Esperanza García, Clara Gràcia, Higuera, Daniela Kowarik, Pepita Manzanares, Massimo Marchioro, Roberto Re, Kiara Rossato, Georgeta Stefanescu, Andrés Vijande

Fino a

Martedì, 19 Novembre, 2019 - 17:30

Segno, forma e colore

Comunicato

 

SEGNO, FORMA E COLORE

Mostra internazionale d’arte contemporanea

 

a cura di Sabrina Falzone

Francesca Bianucci e Chiara Cinelli

 

Inaugurazione

sabato 9 novembre 2019

ore 16.30

 

Mantova

Museo diocesano Francesco Gonzaga

Piazza Virgiliana, 55

 

La mostra resterà aperta fino al 19 novembre 2019

 

_________________________________________________

Intervengono

Mons. Roberto Brunelli

Direttore del Museo diocesano Francesco Gonzaga

 

Sabrina Falzone, Francesca Bianucci e Chiara Cinelli

Curatrici della mostra

_________________________________________________

                                                                                    

Mantova, 23.10.2019 - Dal 9 al 19 novembre 2019, il Museo diocesano Francesco Gonzaga di Mantova ospita la mostra collettiva d’arte contemporanea “Segno, forma e colore”, un percorso espositivo che si caratterizza per la coesistenza di linguaggi, stili e tecniche espressive differenti e per la provenienza internazionale degli artisti selezionati fra i quali, oltre a un gruppo di autori italiani, si segnala la presenza di artisti provenienti dalla Spagna, dalla Romania, dall’Austria e dal Libano.

 

“Il Museo intitolato al principe Francesco Gonzaga, del quale sta per celebrare il quarto centenario dalla morte – afferma Mons. Roberto Brunelli, Direttore del Museo -, è lieto di ospitare la mostra «Segno, forma e colore», anche perché risuona in sintonia con quanto Francesco al suo tempo ha rappresentato. Infatti, di là dalla rilevanza delle singole opere esposte, la mostra nasce all'insegna dell'internazionalità, così come egli ha operato in tutta Europa e oltre, per portare ovunque messaggi di pace e fratellanza tra i popoli. In tempi di così difficili rapporti tra e dentro gli stati, sono sottesi o espliciti inviti di non poco conto”.

 

“Questo progetto espositivo - osserva la curatrice Sabrina Falzone - nasce dalla volontà di concedere massima libertà espressiva agli artisti dal punto di vista contenutistico, per spostare l'attenzione del visitatore sugli aspetti visuali e nello specifico sul segno, la forma e il colore. Gli artisti sono stati selezionati su scala internazionale per contribuire da un lato a favorire uno scambio culturale di profonda ricchezza intellettuale, dall'altro lato a evidenziare una straordinaria pluralità di linguaggi e di tecniche espressive nel mondo occidentale. Gli aspetti sperimentali, le ricerche formali, le valenze cromatiche, i traguardi gestuali e la capacità espressiva del segno rappresentano i veri protagonisti di questa rassegna museale, con l'augurio che possa educare l'occhio alla novità e all'audacia stilistica, senza tuttavia dimenticare la tradizione storico-artistica”.

 

 “Le peculiarità espressive proprie del segno, della forma e del colore - affermano le curatrici Francesca Bianucci e Chiara Cinelli - sono protagoniste di questa mostra collettiva che intende porre l’accento sulla varietà delle ricerche stilistiche contemporanee, prescindendo deliberatamente dagli aspetti tematici e contenutistici delle opere. La compresenza di culture, tradizioni ed esperienze differenti, determinata anche dalla provenienza internazionale degli artisti selezionati, si traduce in una pluralità linguistica che rappresenta di per sé un elemento di ricchezza”.  

Fra le tecniche artistiche rappresentate in mostra occupa un posto di rilievo la pittura, nelle sue varianti stilistiche che vanno dal figurativo all’astratto, affiancata da tecniche miste, per lo più materiche, acquarelli, sculture in terracotta e intarsi lignei.

ARTISTI

Cinta Agell, Esther Arnuelos, Gianni Baccaro, Sabela Baña, Luca Battaglini, Tania Bucur, Susana Cirille, Amani Esseili, Nicoletta Faggion, Luisa Finicelli, Frans Frengen, Esperanza García, Clara Gràcia, Higuera, Daniela Kowarik,  Pepita Manzanares, Massimo Marchioro, Roberto Re, Kiara Rossato, Georgeta Stefanescu, Andrés Vijande

________________________________________________

SEGNO, FORMA E COLORE

Mantova                                 

Museo diocesano Francesco Gonzaga

Piazza Virgiliana, 55

 

Inaugurazione                      sabato 9 novembre 2019, ore 16.30 (ingresso libero)

Apertura al pubblico            dal 9 al 19 novembre 2019

Orari della mostra                 da mercoledì a domenica: 9.30–12.00 / 15.00–17.30

                                               lunedì e martedì: aperto solo a gruppi prenotati

Ingresso al Museo                intero 6,00 - ridotto 4,00        

___________________________________________

Per informazioni

Tel / Fax 0376 320602

e-mail: museofgonzaga@alice.it

www.museodiocesanomantova.it

Come arrivare

categoria