Secondo appuntamento "La ricerca dell'identità (al tempo del selfie)" a Trieste

Inaugura

Sabato, 26 Gennaio, 2019 - 18:00

Presso

Studio Tommaseo - Trieste Contemporanea
via del Monte 2/1

A cura di

Giuliana Carbi Jesurun e Gabriella Cardazzo.

Partecipa

Claudio Ambrosini, Luigi Arpini, Cristiano Berti, Marc Camille Chaimowicz, Fulvio Dell’Agnese, Małgorzata Dmitruk, Diego Esposito, Patrick Faigenbaum, Katja Fleig, Giovanni Floreani, Manuel Frara/interno 3, Daniela Gattorno, Giulia Iacolutti, Laure Keyrouz, Ian McKeever, Samir Mehanović, Cristiana Moldi Ravenna, Lada Nakonechna, Remo Rostagno, Mario Sillani Djerrahian, Sonia Squillaci, Leon Tarasewicz, Stefano Triberti, Gian Carlo Venuto, Marijana Vukić Pende, Andrzej e Teresa Wełmiński.

Fino a

Giovedì, 7 Febbraio, 2019 - 20:00

Secondo appuntamento "La ricerca dell'identità (al tempo del selfie)" a Trieste

Comunicato

Nel secondo appuntamento espositivo del progetto saranno 6 i contributi al dibattito sull'identità.  MAŁGORZATA DMITRUK, artista polacca vincitrice di diversi Grand Prix, presenta uno straordinario mescolamento di passato e presente attraverso maglioni colorati che ottiene con le lane di diversi indumenti appartenuti a persone differenti; DIEGO ESPOSITO, che vanta installazioni scultoree in molti paesi del mondo, propone una mappa con una costellazione terreste e una costellazione celeste alla ricerca dell’unione che un tempo legava questi due elementi, nel percorso spirituale dell’uomo; il film Fusion Two (2012) del duo francese ERICK DEROOST e KATJA FLEIG mette insieme due mondi paralleli, quello operaio e quello artistico, a spiegare quanto in realtà ciò che li differenzia è proprio ciò che li lega; Adopt a friend (2018), ideato da Enas Elkorashy e al quale hanno collaborato diversi artisti internazionali, è il progetto dell’artista libanese LAURE KEYROUZ che, attraverso la lettura in arabo di poesie i cui i versi sono ispirati a uno scambio epistolare tra alcuni studenti italiani ed i ragazzi di Damasco e Aleppo, porta in scena la privazione più importante subita dai bambini siriani a causa della guerra: la perdita della scuola e di tutto ciò che ne consegue; l’artista e docente goriziana SONIA SQUILLACI si concentra su pochi soggetti dal tono domestico, come frutta e verdura, isolati dal contesto per acquisire sembianze misteriose; l’opera di GIAN CARLO VENUTO si basa sul TANGRAM, uno dei più antichi giochi cinesi nati dalla divisione del quadrato in sette parti. Il quadrato e il sette sono riproposti dall’artista in una ricerca continua dell’armonia e della completezza che queste due grandezze offrono nella composizione di un’opera.

INFO:
Trieste Contemporanea
info@triestecontemporanea.it
www.triestecontemporanea.it
+39 040 639187

sede: Trieste, Studio Tommaseo, via del Monte 2/1
orario di apertura: mart.-sab. 17-20
ingresso libero
leggi il programma e gli approfondimenti a: http://www.triestecontemporanea.it/news.php?id_news=332&id_m=2
evento facebook: https://www.facebook.com/events/1115935818579458/