Painting now - la pittura emergente in Italia

Inaugura

Giovedì, 22 Luglio, 2021 - 21:00

Fino a

Giovedì, 22 Luglio, 2021 - 22:00

Painting now - la pittura emergente in Italia

Comunicato

ITALIAN TWIST / Art Talk

PAINTING NOW / La pittura emergente in Italia

Cinque artisti della mostra Italian Twist in dialogo con Carlo Sala

Auditorium delle Gallerie delle Prigioni, giovedì 22 luglio 2021, ore 21.00                                      

“Painting now / La pittura emergente in Italia” è il tema dell’appuntamento che le Gallerie delle Prigioni organizzano giovedì 22 luglio (ore 21.00) in occasione di Italian Twist, nuova mostra collettiva che mette al centro la produzione artistica italiana (fino al 26 settembre).

Protagonisti dell’incontro, cinque giovani pittori (Paola Angelini, Diego Gualandris, Iva Lulashi, Ludovico Orombelli, Marta Spagnoli), presenti in Italian Twist con alcuni loro lavori, che converseranno con il curatore Carlo Sala, nell’Auditorium dello spazio espositivo della Fondazione Imago Mundi.

 

In un mondo dominato dal digitale, la pittura è attualmente al centro di un rinnovato interesse a livello internazionale, sia sul piano culturale che di mercato. In che modo questo medium espressivo manifesta la contemporaneità del suo linguaggio? A dare la propria personale risposta saranno cinque giovani artisti presenti in Italian Twist: se Paola Angelini si concentra sullo studio del linguaggio pittorico e sul ruolo della pittura nel corso dei secoli, Diego Gualandris predilige esagerare forme ed esacerbare toni e colori, procedendo per accumulo di sovrapposizioni. Con figure dai contorni sfocati e palette pastello, Iva Lulashi esplora invece atmosfere oniriche e soft-porn, muovendosi sul labile confine tra conscio e inconscio. Ludovico Orombelli definisce la sua pratica una “pittura oggettuale”, che, con l’impiego della tecnica dello strappo, indaga la relazione tra pittura e scultura, tra forme, spazio e materia. Marta Spagnoli infine affronta lo spaesamento della tela bianca rielaborando richiami alla sfera simbolica della storia e della mitologia che la portano a rielaborare la realtà secondo una sua personale riscrittura.

 

Nelle opere di questi pittori – tra i più interessanti esponenti del panorama italiano di ricerca – emerge quindi un substrato che attinge alle tecniche pittoriche, ai topoi visivi della storia dell’arte, alla relazione con il luogo in una dimensione espansa del mezzo, alla memoria collettiva e alle biografie personali mostrando una polisemia di approcci alla pratica pittorica.

Ingresso libero fino all’esaurimento dei posti. Per iscriversi, registrarsi su https://www.eventbrite.it/e/163830598731

Per l’occasione, le Gallerie delle Prigioni chiuderanno alle 23.

L’incontro sarà trasmesso anche sui canali social, IG / FB @fondazioneimagomundi

 

Carlo Sala (Treviso, 1984), critico d'arte e curatore e docente al Master IUAV in Photography a Venezia. E' direttore artistico di Photo Open Up - Festival internazionale di Fotografia promosso dal comune di Padova. E' membro del comitato curatoriale della Fondazione Francesco Fabbri Onlus per cui si occupa della curatela scientifica del Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee e del Festival F4 / un’idea di Fotografia.

Ha curato, tra gli altri, progetti espositivi per la 12.Mostra internazionale di Architettura, People meet in architecture, Biennale di Venezia, il MUFOCO | Museo di Fotografia Contemporanea e il MART - museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto.

Suoi saggi e testi critici sono apparsi in varie pubblicazioni edite da Allemandi, Marsilio, Mimesis, Bruno Mondandori, Silvana Editoriale e Skira.

Paola Angelini (S. Benedetto del Tronto, 1983). Nel 2014 e 2016 ha partecipato al programma di residenze di Nordic Artists’ Centre Dale (NKD), Norvegia, oltre a quello di Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia. Ha tenuto mostre personali presso: Museo Palazzo Pretorio, Prato (2017); Galleria Nazionale delle Marche, Urbino (2017); Galleria Massimodeluca, Mestre, Venezia (2014); Nordic Artists’ Centre Dale, Norvegia (2014). Ha ricevuto numerosi premi, fra cui il Level 0 Art Verona selezionato dal Museo Mart di Rovereto.

Diego Gualandris (Bergamo, 1993). Si è diplomato in pittura nel 2018 presso l’Accademia Carrara di Bergamo. Ha esposto presso Quadriennale d’arte 2020, Roma; ADA, Roma (2019); Galerie Rolando Anselmi, Berlino (2018); Fondazione Baruchello, Roma (2018). Nel 2020 ha ricevuto il Pollock Krasner Foundation Grant. 

Iva Lulashi (Tirana, 1988). Ha studiato pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia ed è stata in residenza a Viafarini, Milano. Ha esposto i suoi lavori nelle mostre: Vicino e altrove Prometogallery, Milano (2020); Love as a glass of water Salzburger Kunstverein, Salisburgo (2018); Frames, Villa Rondinelli, Firenze (2017). Ha esposto nelle collettive: Ti Bergamo, Gamec, Bergamo (2020); Ciò che vedo, Mart, Rovereto (2020); BienNolo, Milano (2019); Biennale Mediterranea, Tirana (2018).

Ludovico Orombelli (Como, 1996). A seguito del BA in Arti Visive all’Arts University Bournemouth ha partecipato a diverse mostre e residenze d’artista, tra cui: Old Truman Brewery, Londra (2019); IN PRATICA, The Blank Contemporary Art, Bergamo e Via Industriae, Foligno, Italia, 2019; VIR Viafarini in residence, Milano, Italia, 2020; Atlas, mappe e visioni dal Mediteraneo, Going Public, Milano, Italia, 2021; Entre-Acte, Renata Fabbri Contemporary Art, Milano, Italia, 2021.

Marta Spagnoli (Verona, 1994) ha studiato Pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Nel 2019 ha vinto il premio Bevilacqua La Masa, Venezia. Fra le mostre recenti: Truc à faire, Galleria Continua, Parigi, (2021); Felicia Munera, Una boccata d’arte, Ronciglione, (2020); Whiteout, Galleria Continua, San Gimignano (2020); Libere Tutte, Casa Testori, Novate Milanese, (2019); Immersione Libera, Palazzina dei Bagni Misteriosi, Milano (2019); Progettoborca, residenze Dolomiti Contemporanee Villaggio Eni, Borca Di Cadore, (2018).

 

Italian Twist

a cura di Elisa Carollo e Mattia Solari

Gallerie delle Prigioni, fino al 26 settembre 2021

Piazza del Duomo 20, Treviso

ingresso libero

giovedì e venerdì: 17—20 (giovedì 22 luglio: chiusura alle 23)

sabato e domenica: 10—13 / 15—19

https://www.imagomundiprojects.com/

FB/IG: @fondazioneimagomundi

 

Informazioni

relazioni esterne Fondazione Imago Mundi

—Martina Fornasaro

martina.fornasaro@fondazioneimagomundi.org / +39 338 6233915

—Barbara Liverotti

barbara.liverotti@fondazioneimagomundi.org  / +39 0422 515372 / +39 334 9901269

Come arrivare

categoria