Jacopo Mandich - Jackal project

Inaugura

Martedì, 19 Marzo, 2019 - 18:00

Presso

Università degli studi Link Campus University
Via del Casale di San Pio V, 44 Roma

A cura di

Galleria d'Arte Faber

Partecipa

Jacopo Mandich

Fino a

Sabato, 13 Aprile, 2019 - 18:00

Jacopo Mandich - Jackal project

Comunicato

ACOPO MANDICH

JACKAL PROJECT

  • martedì 19 marzo ore19
  • Link Campus University

Martedì 19 marzo ore 19.00 presso l'Università degli studi Link Campus University, via del Casale di San Pio V 44, Roma, Jacopo Mandich presenterà l'installazione Jackal project.
Alle ore 18.00 è prevista la conferenza “Arte e società”, interverranno Jacopo Mandich, Valerio Giacone e il Dott. Maurizio Zuccari.
In collaborazione con galleria d'arte FABER.

Dal 19 marzo al 13 aprile 2019

Ingresso conferenza: libero fino a esaurimento posti
per informazioni: a.orlacchio@unilink.it

Jackal project è un’installazione modulare itinerante che predilige lo spazio urbano.
Il progetto indaga il disagio personale/interpersonale e sociale attraverso la dissonanza fra forma e percezione, fra spazio e presenza.
Gli elementi, simili a canidi, sono archetipi illusori, contrasto fra attrazione e repulsione, sono una muta di creature dei margini, esili, grottesche e luminose, apparizioni evanescenti in luoghi nascosti della realtà sub-urbana, confinate ai limiti dell'attenzione.
Agiscono come un pensiero sepolto, dimenticato nei meandri dello spirito. Sono i nostri fantasmi, i rancori, le ingiustizie e le colpe che ci sorprendono e ci terrorizzano, sono lo stereotipo della diversità che non riusciamo ad evitare del tutto. Jackal project è una visione introspettiva, una metafora del nostro inconscio che mette in evidenza quella parte di noi che la quotidianità cela e soffoca, provocando così una deformazione della percezione.
La luce crea una bolla "atmosferica" che immerge la realtà circostante in una dimensione rarefatta e modifica l'identità della sorgente e il carattere dell'ambiente.
Si manifesta un dualismo, tra luce che attrae e forma che risulta inquietante e frastornante; l'installazione coglie l'osservatore in un luogo non deputato lasciandolo emozionalmente più vulnerabile. L'invasione sommessa di questi animali provoca istintivamente repulsione e spavento a livello intimo, poi si propaga e dallo spazio interno la tensione diviene interpersonale e sociale. Gli sciacalli, infatti, rispecchiano l'emarginazione, le diversità, quegli aspetti della nostra società che da un lato ci attraggono, ma dall'altro rifiutiamo.
Contrasti e connessioni si alterneranno per tutto l'iter espositivo che apre con Jackal project e prevede altri quattro appuntamenti tra maggio e settembre 2019 presso la galleria d'arte FABER e ulteriori spazi espositivi. Un viaggio da un punto ad un altro tra milioni di altri punti, dal micro al macro, dal personale al sociale, al fine di recuperare un contatto tra le zone intime del sé, alla ricerca di un'interazione con il mondo e i suoi abitanti più forte e profonda.

Via dei Banchi Vecchi31,00186 Roma
tel +39 06 68808624
galleriadartefaber@libero.it
galleriadartefaber.com

Come arrivare

categoria