Forma e Pensiero. Lo studio Atrabilis – Torino

Inaugura

Sabato, 31 Marzo, 2018 - 17:00

Presso

Galleria Arianna Sartori
Mantova, via Cappello 17

A cura di

Arianna Satori

Partecipa

Carlo Barbero, Laura Beltramino, Marta Busolli, Pinuccia Cravero, Silvana Lavagna, Agnese Origlia, Giorgio Ottonello, Caterina Pallotta, Sandra Perona, Anna Pertichetti, Francesco Picciolini, Manuela Sandrone

Fino a

Giovedì, 19 Aprile, 2018 - 19:30

Forma e Pensiero. Lo studio Atrabilis – Torino

Comunicato

Dal 31 marzo al 19 aprile 2018 la Galleria Arianna Sartori di Mantova nella sede di Via Cappello 17, ospiterà la mostra “Forma e Pensiero”, lo studio Atrabilis di Torino presenta 140 opere grafiche in formato 20x20 realizzate da Carlo Barbero, Laura Beltramino, Marta Busolli, Pinuccia Cravero, Silvana Lavagna, Agnese Origlia, Giorgio Ottonello, Caterina Pallotta, Sandra Perona, Anna Pertichetti, Francesco Picciolini, Manuela Sandrone.

L’inaugurazione della mostra si svolgerà Sabato 31 marzo alle ore 17.00 alla presenza degli artisti.

“Ogni dì non manchi di disegnare qualche cosa”

raccomanda all'artista, perché il disegno è

“El fondamento dell’arte”

 

Cennino Cennini

Il Libro dell'Arte o Trattato della Pittura.

1370/1440

 

 

 

Il disegno è procedimento intimo, selettivo, specialistico.

È progetto, attraverso il e con il quale forme e pensieri prendono vita.

 

Il segno, elemento primario di questa mostra nasce dall’idea di far interagire diverse personalità artistiche gravitanti nel mio studio torinese.

 

Tutte e dodici le personalità sono state chiamate ad esprimersi esclusivamente attraverso l’utilizzo, senza l’uso alcuno di colore, delle molteplici tecniche grafiche, vergando tavolette lignee prive di preparazione o preparate all’uso consono, fogli più o meno pregiati che anch’essi trovano “alloggio” su supporti lignei in una dinamica ed efficace collocazione di armonia espositiva.

 

I modi interpretativi chiamati al palcoscenico della rappresentazione sono vari e non privi di fascino

si parte dall’antica e desueta tecnica rinascimentale, quale è la punta d’argento, all’ottocentesco clichè verre e al più sintetico e suggestivo uso dell'inchiostro nero in ambito calligrafico; dalla pura grafite secca o grassa alle tecniche che attengono al procedimento della stampa d’arte - acquaforte, puntasecca e xilografia -

al puro disegno vibrante ricco di sintesi della più moderna penna a biro su carta patinata.

 

Su tutto il piacere di disegnare liberi, senza orpelli, senza alcuno schema precostituito, pensando alla vaghezza di un effimero segno/sogno sopraggiunto all’improvviso, determinante e risolutivo.

 

Su tutto infine, il dispiacere altissimo di non avere più con noi un Artista, un Amico, una Grande Persona che ha donato, senza risparmiarsi mai, fino all'ultimo istante della Sua limpida vita.

 

Carlo Barbero

Torino Febbraio, 2018

Come arrivare

categoria