Carlo Claudio Rivieri - Il muto codice del colore

Inaugura

Sabato, 1 Giugno, 2019 - 18:00

Presso

Museo Ugo Guidi
Via M. Civitali 33

A cura di

Giuseppe Joh Capozzolo

Partecipa

Carlo Claudio Rivieri

Fino a

Venerdì, 14 Giugno, 2019 - 20:00

Carlo Claudio Rivieri - Il muto codice del colore

Comunicato

152a Mostra

 

 

“Museo Ugo Guidi”

e

"Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"

 

 

 

presentano la mostra di

 

 

 CARLO CLAUDIO RIVIERI

 

“Il muto codice del colore –

l’arte di Carlo Claudio Rivieri tra astrazione e immedesimazione”

 

 

 

A cura di Giuseppe Joh Capozzolo

 

 

 

 

 

 

 

 

Museo Ugo Guidi 1 giugno 2019 ore 18 – FORTE DEI MARMI

 

1 – 14 giugno 2019

 

 

 

 

Il Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei Marmi realizza il 152° evento d'arte presentando l'esposizione di Carlo Rivieri dal titolo “Il muto codice del colore – l’arte di Carlo Claudio Rivieri tra astrazione e immedesimazione” a cura di Giuseppe Joh Capozzolo.

La mostra, con presentazione critica di Giuseppe Joh Capozzolo, sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 18 di sabato 1 giugno 2019.

 

Parte delle opere saranno esposte anche al Logos Hotel, via Mazzini 153, che sarà visitato dopo l'inaugurazione, dove un video del curatore Capozzolo svelerà il mondo onirico e poetico di Carlo Rivieri.

 

Il giorno dell’inaugurazione sul grande schermo del Logos sarà proiettato un breve video sull’arte di Carlo Claudio realizzato da G. J. Capozzolo e, inoltre, lo stesso declamerà alcuni versi poetici di Rivieri accompagnandosi al pianoforte.

 

 

L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 14 giugno 2019 su appuntamento al 348- 3020538 o  museougoguidi@gmail.com. Mentre al Logos Hotel sarà sempre visitabile con ingresso libero.

 

“Accolgo con entusiasmo la proposta di cura della mostra “L’Arte di Carlo Claudio Rivieri tra Astrazione e Immedesimazione” con cui il pittore e poeta apuano esporrà al pubblico il nucleo più rilevante delle sue opere negli spazi del Museo Ugo Guidi e del Logos Hotel di Forte dei Marmi, dal 1 al 14 giugno 2019.

Entusiasmo giustificato dalla mia diretta conoscenza della personalità artistica di Carlo Claudio, fortemente ancorata ad un sistema di valori morali e religiosi assunti come personali archetipi di una poetica che si esprime attraverso media creativi differenti come il componimento in versi e la pittura. Tali attività sono svolte in strettissima sinergia per generare, oltre la soglia della speculazione estetica, un codice comunicativo capace di veicolare, tra astrazione concettuale ed immedesimazione spirituale appunto,  messaggi il cui contenuto non può lasciare indifferenti: l’Arte di Rivieri sorprende perché non è difficile convincersi che sia il frutto dall’intimo dialogo che l’artista intrattiene con colui che chiama solennemente “Padre” e che lo “manda” a rivelare inaudite Verità al Mondo. 

Il “muto” codice del colore, come Carlo Claudio Rivieri lo definisce, è un insieme di segni sorretti da un modo espressivo, il <<significante>>, il cui contenuto univoco, il <<significato>>, si traduce in parole e segni pittorici la cui fisionomia pare scaturire da una sorta di automatismo che, come già ammetteva Jackson Pollock, precursore dell’espressionismo astratto, esprime dirette sensazioni interiori più che descriverle. E queste forti sensazioni, che trapelano dalla sua peculiare informalità gestuale e materica, nascono proprio dal dialogo di Rivieri con l’Entità che tanto ama.

Carlo Claudio Rivieri, pittore, poeta, musicofilo, affetto da sindrome di Down con importante difficolta relazionale, è l’esempio palpabile di una devozione spirituale che va oltre” l’egoistica invocazione: egli non soltanto ne afferma con forza l’esistenza, ma dimostra concretamente essere l’interlocutore privilegiato, il messaggero che, come altri prescelti sulla Terra, ha il compito di rendere intellegibile, attraverso i vividi colori cangianti dei suoi componimenti poetici e pittorici, il punto di vista di Dio.”

                                                                                   

                                                                                             Giuseppe Joh Capozzolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus Signa, del Logos Hotel, della Fondazione Romualdo del Bianco Firenze.

 

Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Provincia di Massa – Carrara, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco.

 

Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.

Partner: Accademia MAXI College Mosca (Russia), Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART Lucca, Ente Ville Versiliesi Forte dei Marmi,  Città Infinite, Historiavbc Ferrara, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte Firenze, Club Unesco “Carrara dei Marmi” Carrara, Museo La Contea del Caravaggio Catania, Villa Sistemi Reggiana Reggio Emilia, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo Alessandria, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut Pietrasanta. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.

 

Il MUG aderisce all'Associazione Nazionale Piccoli Musei

 

Media Partner: QN LA NAZIONE, Fidest Press Agency Roma, Forte International di PSE Editore Milano, Just BeautifulForte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, Ars Magistris magazine arte Catania, MurMurofArt, LobodiLattice , Metropolitan Journal, Metropolitanweb.it, Culturadelmarmo.it, LifeBeyondTourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, BestVersilia.com, La Parentesi della Scrittura, Angelo Videoreporter.

 

Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, proseguire diritto lungo la strada parallela al mare e ai monti fino all'ultima rotatoria poi, entrando in Forte dei Marmi,seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E 

                                                                  …

Comitato Scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli Lodovico Gierut – Anna Vittoria Laghi -  Massimo Pasqualone

 

Collaboratori Artistici del MUG: Giuseppe Capozzolo – Marzia Martelli

 

Piero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365 

 

Facebook: Museo Ugo Guidi 

                   Vittorio Guidi

 

Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI

 

 

 

Info: museougoguidi@gmail.com

         www.ugoguidi.it

         348 3020538 -347 3481300

categoria