ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. OPERE SELEZIONATE DI MAESTRI ITALIANI E STRANIERI

Inaugura

Giovedì, 29 Novembre, 2018 - 18:00

Presso

Pandolfini Casa d'Aste - Centro Svizzero Milano
Via Palestro 2

A cura di

G. Cavaciuti

Partecipa

De Chirico, Fontana, Depero, Manzù, Calzolari, Crippa, Alviani, Colombo, Munari, Ray, D'Anna, altri

Fino a

Lunedì, 3 Dicembre, 2018 - 20:00

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. OPERE SELEZIONATE DI MAESTRI ITALIANI E STRANIERI

Comunicato

Dopo l’esposizione nostra sede di Roma di una selezione di opere, l’intero catalogo della vendita di Arte Moderna e Contemporanea del 3 dicembre sarà presentato al pubblico dal 29 novembre nei locali espositivi del Centro Svizzero di Via Palestro 2 a Milano, dove sarà battuta l’asta.

Il catalogo si compone di un nucleo di opere di Roberto Crippa, presente con cinque dipinti datati tra il 1950 ed il 1963 provenienti da due importanti collezioni, una italiana e l’altra straniera.

Crippa, che ben rappresenta il trait d’union fra la dimensione surrealista, spazialista e sperimentale, è sempre sfuggito alla distinzione critica fra astrazione e figurazione. Nel suo percorso artistico ha dato forma a un intero mondo espressivo che dal nucleo dell’energia delle spirali in vorticosa rotazione si sposta sempre più, influenzato da suggestioni tribali, paesaggistiche e informali, verso l’utilizzo sistematico degli anni Sessanta di materiali diversi: sugheri, superfici metalliche, animati colorati. Le due opere, in mostra, Spirali olio su tela eseguito nel 1951 e Notturno in un cantiere navale, olio su tavola del 1963, ben rappresentano questo dualismo, stima 25.000/55.000 euro.

Attenzione internazionale anche per Giorgio De Chirico del quale il catalogo presenta Trofei, un olio su tela eseguito nel 1928 per il quale sono richiesti 500.000/800.000 euro. quando prima della nascita della metafisica dipinse opere definite enigmatiche. I lavori realizzati dal 1915 al 1930 erano caratterizzati, infatti, dalla ricorrenza di architetture essenziali, proposte in prospettive non realistiche immerse in un clima di trascendenza e spettralità.

Parlando di De Chirico bisogna ricordare che la vendita del 3 dicembre ha un’importante sezione dedicata al Futurismo italiano, segnaliamo Società ceramica richard Ginori (n°2), 19223/24 di Depero, una matita su carta per la quale sono richiesti 8.500/12.500 euro. Inoltre due importanti opere di Giulio D’Anna di cui una è Stormo aereo + paesaggio simultaneo, stimata 35.000/55.000 euro.

Il Futurismo, quasi più di ogni altro movimento modernista, negli anni ’20 e ’30 tra Roma e la Sicilia, si è evoluto e sviluppato in varie direzioni; forse la più coerente fu l’Aeropittura, come è egregiamente dimostrato da queste due importanti tele di Giulio D’Anna, all’epoca viste dallo stesso Marinetti.

Particolare attenzione è posta anche al Secondo dopo-guerra, tra Astrattismo e Realismo, sia italiano sia internazionale: Giulio Turcato, Afro, Santomaso, Franco Gentilini, Michele De Gregorio, Paolo Scheggi, Victor Vasarely, Jorrit Tornquist, Hsiao Chin e Renato Mambor.

Molte di queste opere provengono dalla Collezione di un’importante e storica azienda italiana.

In catalogo anche un omaggio a Lucio Fontana con Concetto Spaziale, una penna a sfera, buchi e strappi su carta, eseguito nel 1949 e valutato 14.000/24.000 euro.

Si devono ricordare anche una bella scultura in cera di Manzù, Testa di Fanciullo che ha una stima di 10.000/15.000 euro, senza Titolo, uno smalto e acrilico di grande formato eseguito da Mario Schifano intorno alla metà degli anni Settanta e valutato 22.000/28.000 euro.

Ancora in catalogo opere dell’appena scomparso Getulio Alviani, di Gianni Colombo, Davide Nigro, Corpora, Munari, Baruchello e Piero Dorazio.

Ancora Italia con Achille Perilli del quale sarà esitato Segni e Geometrie un inchiostro e tempera su carta del 1965 valutato 5.00078.000 euro, Giosetta Fioroni della quale viene offerto Senza titolo un tempera e olio su tela del ’57 la cui stima è di 4.00076.000 euro e Davide Nido con Orbicollare eseguito nel 2006 che ha una stima di 5.000/8.000 euro.

Con l’opera di Pier Paolo Calzolari, Senza titolo per la quale sono richiesti 14.000/20.000 euro, ci si addentra nell’arte povera, mentre per l’Arte Contemporanea ricordiamo Pino Pinelli e il suo Pittura R (opera di N.2 elementi) una tecnica mista applicata su tavola del 2007 che è in catalogo per 2.800/4.200 euro, La Caccia di Luca Pignatelli, opera del 2007 valutata 15.000/30.000 euro, quattro opere di Gianfranco Zappettini, delle quali segnaliamo Linea bianca su due linee verticali del 1973 che ha una stima di 4.500/8.500 euro

Poi non manca un’incursione nella fotografia con due Ritratti femminili di Man Ray, ai quali è legata una piccola sezione dedicata al confronto tra fotografia e pittura, e un’altra dedicata al figurativo italiano e internazionale che conta, tra gli altri un Nudo femminile, 8.000/12.000 euro, di Felice Casorati che fu esposto a Palazzo Strozzi, nella Mostra della pittura italiana contemporanea in Germania.

La vendita conta anche una bella presenza di opere di Maestri internazionali: Bengt Lindstrom con Prise de bec del ’73, Hsiao Chin con Composizione del ’71 che ha una stima di 2.500/5.000 euro, Shu Takahashi con Innocencente del ’77 valutato 4.000/8.000 euro.

Come arrivare

categoria

inviato da