…I suoni scoppiano in pittura… Umberto Spironello - in arte Siro - e la poesia visiva di Sebastiano Carta

Inaugura

Sabato, 2 Marzo, 2019 - 16:00

Presso

Rocca di Dozza
Piazza Rocca, 6/a

A cura di

Letizia Rostagno

Partecipa

SIRO - Umberto Spironello Sebastiano Carta

Fino a

Sabato, 2 Marzo, 2019 - 19:00

…I suoni scoppiano in pittura… Umberto Spironello - in arte Siro - e la poesia visiva di Sebastiano Carta

Comunicato

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

…I suoni scoppiano in pittura…

Umberto Spironello - in arte Siro - e la poesia visiva di Sebastiano Carta

 

A cura di: LETIZIA ROSTAGNO

 

Dal 2 al 29 marzo 2019

 

La mostra, allestita nelle sale espositive della Rocca Sforzesca di Dozza, organizzata dalla Fondazione Dozza Città d’Arte e curata da Letizia Rostagno, vede protagonisti due artisti accomunati da una sincera amicizia oltreché da un percorso artistico che li vede entrambi muovere i primi passi in ambito futurista. Gli esiti di questo imprinting saranno diversi eppure curiosamente simili per tutti e due e, fatti gli opportuni distinguo di tecnica e linguaggio, li condurranno negli anni ’60-70 a produrre opere nelle quali appare evidente la continuità tra Futurismo e Poesia visiva nel nome della contaminazione parola-suono-immagine.

Saranno in mostra opere di Siro degli anni ’60-’70, in particolare: la serie delle Galassie degli anni ’60, alcuni pregevoli ritratti e i lavori, originalissimi, realizzati con il fumo di candela (tecnica che sperimenta già negli anni ’40 durante la Guerra e riprende poi negli anni ’70). Ad accogliere il visitatore inoltre, la poesia delle opere eseguite con la spray-bomb e in particolare il grande pannello dal titolo Il poema della luce dall’alba alla notte, 36 tele assemblate in modo da restituire in un colpo d’occhio scenografico e toccante la poesia della luce nell’arco di un giorno.

Di Sebastiano Carta, poeta apprezzato da Marinetti e pittore, vengono proposte circa trenta tavole verbo-visive e tre oli, tutti eseguiti tra la fine degli anni ’60 e gli anni ’70, a testimonianza della sua tenace sperimentazione sulle potenzialità offerte dalla contaminazione parola-immagine.

 

In occasione dell’inaugurazione verrà presentato il libro L’hanima ha bisogno di réclame. Sebastiano Carta e i Manifesti settari 1929-1969, pubblicazione in forma anastatica di due quaderni autografi di Carta, con testi introduttivi di Giuseppe Frazzetto e Letizia Rostagno, per Lupetti Editore.

A seguire il Maestro Giuseppe Fausto Modugno terrà una conferenza-concerto mettendo in relazione la poesia-visiva e la musica.

 

Artisti in mostra: SIRO (Umberto Spironello), Sebastiano Carta

Evento organizzato dalla Fondazione Dozza Città d’Arte

Curatrice della mostra: Letizia Rostagno

Patrocini del Comune di Dozza e del Comune di Monzuno (BO)

 

 

 

Sabato 2 marzo 2019  ore 16

VERNISSAGE  con:

 

conferenza-concerto

“La musica e la poesia visiva”

Relatore e pianista

Giuseppe Fausto Modugno

 

Presentazione del libro

L’hanima ha bisogno di réclame

Sebastiano Carta e i Manifesti settari 1929 - 1969

di Giuseppe Frazzetto e Letizia Rostagno

Lupetti Editore

 

-----

 

Venerdì 29 marzo 2019  ore 16

FINISSAGE   con:

 

conferenza-concerto

“Dopo una battaglia: quale musica dopo le Avanguardie?”

Relatore e pianista

Giuseppe Fausto Modugno

 

 

 

 

Rocca di Dozza

Piazza Rocca, 6/a - 40060 Dozza (BO)

Tel: 0542 678 240 – 0542 679 094

segreteria@fondazionedozza.it

ORARI DI APERTURA

Tutti i giorni feriali 10.00 – 12.30 / 14.30 – 17.00

Domenica e festivi  10.00 – 19.30

 

Come arrivare

categoria