La scintilla del segno!

Il gesto artistico, tradotto in una sequenza che determina il linguaggio visivo, è qualcosa di biologicamente strutturato per sincronizzarsi con l'altro, la grammatica gestuale dell'arte tradotta in figurazione, è la sintesi che ci relaziona e connette con la nostra natura.

L'arte è uno strumento linguistico alchemico, che unisce tutti gli aspetti paradossali dell'umanità, lo fa valicando limiti territoriali e culturali, comunicando in ogni latitudine: per questo il linguaggio dell'arte ci consente di riflettere sull'opposto, su quello che è il nostro paradosso.

Un insieme di punti, o un punto di colore che si muove su una tela, è una connessione con l'altrove, una traiettoria misteriosa e creativa insita nella nostra straordinaria natura.

Tanti punti che si muovono su una tela sono scintille, fiamme del segno, che s'animano nella mente di chi osserva (lo stesso artista generatore del gesto compreso), rivelando analogie e fantasie connettive, che stimolano la nostra psiche eudenzola.