viaggio

viaggio

Titolo

viaggio

Inaugura

Mercoledì, 10 Ottobre, 2012 - 18:00

A cura di

Valentina Cavera

Artisti partecipanti

Michelle Hold, Margherita Martinelli

Presso

Galleria Francesco Zanuso

Comunicato Stampa

Viaggio in Michelle Hold e Margherita Martinelli

In Galleria Francesco Zanuso dal 10 ottobre si presenta ai visitatori una bi-personale che affronta il tema del viaggio: nel mistero e nell’enigmatico universo energetico in Michelle Hold, tra il fisico e l’onirico in Margherita Martinelli. L’esistenza stessa è sinonimo di viaggio, prima di tutto tra età che si succedono. Ogni essere umano è viandante tra le stagioni della sua vita: infanzia/adolescenza, età adulta, vecchiaia. Secondo la teologia cristiana tutto inizia da una fase che Hugo von Hofmannsthal chiama di “pre-esistenza”, nell’attimo in cui si abbandona il paradiso, quella  sfera chiamata eden dove l’io e il cosmo sono tutt’uno per giungere dunque all’esistenza stessa e al diramarsi delle sue età. O forse chissà la verità risiede nell’eterno ritorno, filosoficamente parlando, teoria descritta da Friedrich Nietzsche, nella quale si presuppone la circolarità del tempo esistenziale e si nega per ciò la concezione lineare del tempo di natura cristiana, vissuta come un susseguirsi di attimi che hanno senso solo se riferiti gli uni agli altri. Per Nietzsche il senso dell’essere non sta fuori dall’essere in un aldilà irraggiungibile ma nell’essere stesso. L’uomo in tal modo è pronto a vivere la propria vita come coincidenza di essere e senso, dando una pienezza di significato ad ogni momento, in quanto ritornerà per l’eternità. Ciò che segue la morte e precede l’esistenza resta comunque un mistero. Misterioso ed enigmatico come il viaggio intrapreso da Michelle Hold.  Nell’esplicarsi di tinte acriliche e pigmenti in Michelle Hold si celebra infatti la visone del mistero che rimane tale ai suoi occhi anche se crede nella possibilità d’inoltrarsi all’interno d’esso. Partendo dal colore e attraversandolo giunge al colore; astratti che nel silenzioso scorrere d’esso conducono al miraggio della verità. Disegni incorporei che nell’insieme inseguono la percezione dei sensi fino alla ricerca della purezza del significato primo. Con Margherita Martinelli e le sue carte da incisione dipinte, disegnate e cucite si torna alla concretezza dell’esperienza itinerante quando si vive la fisicità del viaggio tra casette, radici, scarpe, valige, abiti… ma allo stesso tempo si libra leggeri  entrando in un percorso onirico legato al sonno dove si giunge oltre i confini del pensabile, tra uccelli, fenicotteri e letti in successione.

 

Info: 3356379291; www.galleriafrancescozanuso.com

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 604 visitatori collegati.

Informazioni su 'valentina cavera'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)