Vendetta un piatto che si gusta freddo. Vanni Cuoghi vs Davide Oldani

vanni vuoghi, galleria bianconi, arte, mostre, eventi, artisti,

 

 

 

 La Galleria Bianconi presenta

VANNI CUOGHI vs DAVIDE OLDANI.

VENDETTA! Un piatto che si gusta freddo

a cura di Igor Zanti

 

Il 12 aprile la Galleria Bianconi inaugura l'evento Fuori Salone “VANNI CUOGHI vs DAVIDE OLDANI. VENDETTA! Un piatto che si gusta freddo”, happening fra arte, design e food a cura di Igor Zanti in cui l’artista Vanni Cuoghi, esponente “dell’attitudine” Newbrow, e il “cuoco” Davide Oldani, ideatore della “cucina pop”, si incontrano per imbandire una metaforica ultima cena per dodici commensali in cui la pietanza principale è la vendetta.

Il segno incisivo ed elegante di Vanni Cuoghi crea dodici ironiche “contro-vendette” sulle tese di altrettanti grandi piatti unici, anche nel design. Le opere di questo progetto esclusivo per la Galleria Bianconi, realizzate dalla nota Ceramica Gatti di Faenza, sono infatti ispirate ai grandi piatti da parata compendiari del cinquecento faentino, attualizzati nella forma dal famoso “land”, piano inclinato del piatto da brodo disegnato da Davide Oldani per il suo modo di interpretare il galateo.

Ogni piatto cita, capovolgendo i ruoli, vari momenti della mitologia del costume e della storia umana, avanti e dopo Cristo, da Arianna e il Minotuaro contro Teseo fino ad arrivare al Papa contro Cattelan, per dare solo un assaggio dei soggetti dipinti da Vanni Cuoghi.

Nella serata del 12 aprile, le opere di Cuoghi si trasformano con l’intervento di Davide Oldani, protagonista di un’operazione di duchampiana memoria in cui le materie prime delle sue celebri ricette diventano elemento scultoreo, sospese sapientemente in una “teca” di gelatina di brodo all’interno di ciascun piatto. Tra queste si potrà scoprire anche la personale vendetta nel percorso di Davide Oldani: il riso giallo oro e zafferano stabilizzato, in un’azione che per la prima volta decostruisce e al tempo stesso storicizza la celebre ricetta del maestro Gualtiero Marchesi.

Gli ingredienti di Oldani creano così un rapporto intellettual–emotivo con il disegno pittorico di Cuoghi, in un alchemico processo d’ibridazione dei linguaggi contemporanei.

Attraverso un percorso studiato dall’architetto Thomas Pilati - di cui si ricordano le collaborazioni per l’exhibit design con la Fondation Cartier di Parigi, con Manifesta 7 e con l’istituto Italiano di cultura di New Delhi – lo spettatore sarà invitato a perdersi fra le vendette in un labirinto che lo condurrà, come un invisibile filo d’Arianna, ad assaporare idealmente la vendetta impossibile!

I dodici pezzi unici, ideati e dipinti in esclusiva da Vanni Cuoghi per il progetto, resteranno in mostra fino al 18 aprile.

 

Galleria Bianconi, via Lecco 20, Milano

PRIVATE VIEW MARTEDI 12 APRILE, 17.30-19.00

OPENING COCKTAIL MARTEDI 12 APRILE, 19.00-21.30

13-18 aprile 2011 _10.30-13.00/14.00-20.00

 

 

 

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 689 visitatori collegati.

Informazioni su 'Redazione'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)