La sacertà della vita

La sacertà della vita

Titolo

La sacertà della vita

Inaugura

Venerdì, 19 Ottobre, 2012 - 15:00

A cura di

Università di Teramo

Artisti partecipanti

Paolo di Giosia

Presso

Santa Maria dei Lumi

Comunicato Stampa

La Rete Universitaria per il Giorno della Memoria si propone di implementare e diffondere negli atenei e nei licei italiani, le “buone pratiche” nella lotta contro ogni forma di razzismo e antisemitismo, in vista della costruzione nelle generazioni più giovani di un sentimento di cittadinanza condivisa e dello sviluppo della cultura del pluralismo e della tutela dei diritti umani e civili. A tal proposito propone un Corso di didattica legato alla Shoah.
Il Corso, coordinato dalle Facoltà di Scienze politiche e Scienze della comunicazione è uno dei cinque organizzati dalla Rete Universitaria per il Giorno della Memoria, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.
La grande forza comunicativa che ha l’arte fa in modo che essa tenda una mano e crei un legame tra la percezione e la comprensione dell’obiettivo del corso. Nasce così l’esigenza di legare a tutto ciò la mostra fotografica di Paolo di Giosia.
Una mostra che nasce dalle riflessioni dell’artista in seguito alla lettura di alcuni studi filosofici tra cui quelli di Walter Benjamin, che in molti suoi scritti sugli Ebrei afferma che erano colpevoli semplicemente di essere Ebrei. In questo senso essi diventavano anche sacri e di conseguenza “uccidibili”… la nuda vita in quanto sacra viene deportata nel campo di sterminio (campo inteso come paradigma biopolitico del moderno) esso è quindi lo spazio in cui si manifesta appieno “la sacertà della vita”. Il testo “Homo Sacer. Il potere sovrano e la nuda vita” di Giorgio Agamben, si inscrive nelle tematiche e nel dibattito sollevati dall'ultimo Foucault, vale a dire dalle ricerche intorno al biopotere, indagando sul rapporto fra diritto e vita e sulle dinamiche dei modelli di sovranità. L’homo sacer era l’uomo escluso dalla vita politica e sociale che nella ius latina arcaica non godeva di alcun diritto civile, la cui soppressione non costituiva di fatto omicidio, quindi l’uccidibilità era prerogativa del potere sovrano! La sacertà della vita che si vorrebbe oggi far valere contro il potere sovrano, come un diritto umano, esprime, invece la soggezione della vita ad un potere di morte.
La mostra si compone di dieci fotografie analogiche in bianco e nero stampate su carta baritata ai sali d’argento e di tre video fotografici, due già offerti al pubblico durante la mostra Block 11: “Untitled A-13166” e “Salmo” (quest’ultimo presentato proprio in questi giorni al XVII Premio Internazionale della Fotografia Cinematografica “G. Di Venanzo” a Teramo) e “Il posto delle betulle” che verrà presentato proprio in questa occasione.

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 433 visitatori collegati.

Inaugurano Oggi

Panettone Party 2017

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea A cura di: Ornella Piluso
Con: Tra gli artisti presenti alla mostra: Lucia Abbasciano - Ornella Bonomi -...
Presso: Società Umanitaria

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)