RUN

RUN

Titolo

RUN

Inaugura

Lunedì, 29 Ottobre, 2012 - 18:30

A cura di

Marco Scotini

Artisti partecipanti

JAAN TOOMIK

Presso

ARTRA

Comunicato Stampa

Galleria ARTRA
Jaan Toomik
RUN
a cura di Marco Scotini
29 ottobre 2012- 12 gennaio 2013

La Galleria Artra è lieta di annunciare l’apertura della nuova stagione espositiva con la mostra RUN di Jaan Toomik, prima retrospettiva italiana del più importante artista estone, prodotta in collaborazione con il Centro per le Arti Contemporanee dell’Estonia di Tallin. Presente in Italia in più occasioni, dalla Biennale di Venezia del 2003 alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (2003 e 2008), dalla mostra Istant Europe a Villa Manin fino a Progressive Nostalgia al Museo Pecci, Jaan Toomik torna in Italia con una mostra interamente dedicata a molti anni del suo lavoro.

Dopo aver partecipato alla collettiva "Ottobre" del 2007 presso Artra, Jaan Toomik (1961) sarà presente ora con un’ampia esposizione che, raccogliendo video, film e opere su tela a partire dal 1995, intende proporre il suo percorso artistico in maniera esaustiva al pubblico italiano. La mostra RUN, che prende il titolo dal suo ultimo video del 2011, vuole concentrare la propria attenzione sulla biografia personale di Jaan Toomik come momento della costruzione di una soggettività post-socialista e, più ampiamente, precaria, plurale e contemporanea.

Contrariamente alle letture che hanno riproposto un rapporto antagonistico tra storia e naturalismo o quelle che si sono concentrate sullo psicologismo, tutto il lavoro di Toomik ci pare rivolto ad affermare un’arte della presenza come dimensione non tanto esistenziale quanto politico-sociale. Il carattere performativo (sempre esibito in prima persona) è al centro dell’opera di Toomik ma ciò che esso mette in scena non è mai un’identità (che è sempre declinata), né un’appartenenza (mai realizzata). C’è in Toomik una sorta di vita naturale, antropogenetica, che è restituita al centro della polis: una forma di vita transindividuale, fisica, enigmatica e comune. La sua opera 15-31 Maggio 1992 (con referenza alla Merda d’artista di Manzoni) è, in questo senso, una radicale anticipazione del suo lavoro recente.

Toomik mette sempre in scena un teatro di atti unici, senza scopo apparente e senza prodotto: una gestualità allo stato puro, come esibizione di un’impossibilità di parlare. Ripetuti e singolari allo stesso tempo, i gesti espongono una corporeità comune al qui e ora determinato dell’azione: frustrata dalle restrizioni fisiche, nuda, atletica. C’è sempre una coreografia specifica, un ambiente differente (il mare ghiacciato, una cascata, l’interno di una piscina) che la comprende, una voce o una traccia sonora che attiva il carattere potenziale del gesto o lo arresta, lo sospende. Questa oscillazione tra fissità e movimento, tra tela e fotogramma, tra è al cuore dell’intero suo lavoro. Al grande gesto dell’ideologia socialista Jaan Toomik risponde con l’essere qualunque dell’istante.

I 50 secondi del video Jaan del 2001 sono un esempio fondamentale di questo stato del tempo così come lo è il suo straordinario film di fiction Oleg (2010) attorno al quale ruota la mostra.
Nell’ultimo video RUN (2011), che dà il titolo all’esposizione milanese, qualcosa di opposto al lavoro che lo ha reso noto nel ’95, Dancing Home, sembra accadere. Quello che là era un rumore di fondo, a frequenze basse e continuo, del motore di una nave sulle rotte del mar baltico qui è ridotto al silenzio totale di un aerodromo vuoto e abbandonato. In questa sorta di cavea teatrale non c’è più alcuna danza rituale che possa sintonizzarsi con l’associazione tra il rumore e il ritmo cardiaco che lì veniva ad istaurarsi. C’è piuttosto un’eco sorda di piedi che prima battono a terra, poi di passi che, da un momento all’altro, tendono ad accelerarsi in una corsa per poi smorzarsi nell’interno del canale buio di un hangar: in modo brusco, quasi fosse il preludio di una fine.

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 629 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)