Ricomincio da Sud. E' qui il futuro dell'Italia.

Ricomincio da Sud. E' qui il futuro dell'Italia.

Titolo

Ricomincio da Sud. E' qui il futuro dell'Italia.

Inaugura

Venerdì, 14 Dicembre, 2012 - 18:30

A cura di

Università del Tempo Libero

Artisti partecipanti

Lino Patruno

Presso

Villa degli Arcieri

Comunicato Stampa

Venerdì 14 dicembre 2012 alle ore 18,30 presso la sala ricevimenti Villa degli Arcieri in Bari Santo Spirito, l' Università del Tempo Libero presenterà l'ultimo libro del giornalista Lino Patruno “Ricomincio da Sud. È qui il futuro d’ Italia” di Rubbettino Editore.
L'evento verrà presentato dall'arch. Gerardo Milillo, che porterà i saluti dell' UTL , mentre il dibattito sarà introdotto e moderato (subito dopo l'intervento dell'autore) dalla prof.ssa Antonella Musitano.

"Se non ci fosse il Sud, l’Italia avrebbe un quarto in meno della sua ricchezza. Se non ci fosse il Sud, l’Italia non avrebbe quasi tutto l’acciaio per le sue auto, le sue navi, i suoi locomotori e dovrebbe mangiare con forchette di plastica, perché quasi tutta la plastica italiana si produce al Sud. Se non ci fosse il Sud, l’Italia non avrebbe tutti gli aerei che sforna ogni anno. Se non ci fosse il Sud, l’Italia non avrebbe gran parte della sua benzina e tutto il suo petrolio. Se non ci fosse il Sud, l’Italia non avrebbe gran parte delle sue pillole e dei suoi antibiotici. Se non ci fosse il Sud, l’Italia non potrebbe far funzionare buona parte dei suoi computer e dei suoi telefonini. Se non ci fosse il Sud, l’Italia avrebbe metà della sua energia elettrica e neanche un watt della sua energia dal vento e dal sole. Se non ci fosse il Sud, l’Italia non avrebbe tutto il suo olio d’oliva benedetto. Se non ci fosse il Sud, l’Italia avrebbe meno della metà delle sue auto, dei suoi camion, dei suoi trattori. Se non ci fosse il Sud, l’Italia non avrebbe le mozzarelle per le sue pizze e la dieta mediterranea per la sua linea.
Soprattutto, se non ci fosse il Sud, l’Italia non avrebbe quel margine di potenza inespressa, quell’accelerazione in più, quei chilometri di velocità oltre i limiti che servono in situazioni estreme, la sgommata che conserva la vita. Sono i giovani, una grande possibilità di sviluppo che potrebbe sprigionarsi se solo la si mettesse in condizione di farlo, se solo non la si ignorasse. C’è bisogno di più Sud, non il contrario." - dal primo capitolo di "Ricomincio da Sud. E' qui il futuro dell'Italia." di Lino Patruno , Rubbettino ed., pag. 250, euro 14.

L'iniziativa riceve il Patrocinio dell' Associazione Turistica Pro Loco di Bari-S.Spirito e viene realizzata in collaborazione con TerraAmare (movimento culturale e d'opinione), il Centro Studi, il C.P.E.S. (associazione culturale tra operatori edili per la qualità dell'edilizia) e la sala ricevimenti "Villa degli Arcieri" (location dell'evento) in via Napoli, 197 a Bari Santo Spirito.

Lino Patruno, laureato in Economia con indirizzo sociologico; giornalista professionista dal 16/05/1973 ; nella "Gazzetta del Mezzogiorno" di Bari dal 1966 al 2008 di cui è stato Direttore responsabile dal 1995 al 2008; coordinatore e direttore per un decennio della testata giornalistica "Antenna Sud"; per un decennio collaboratore dell'Ufficio stampa della Fiera del Levante; dal 2008 editorialista, titolare di una rubrica; autore di critiche cinematografiche; recensore di saggi; autore di articoli vari sulla Gazzetta del Mezzogiorno; collaborazioni a giornali e periodici di diffusione nazionale; ha partecipato a programmi televisivi e radiofonici locali e nazionali (fra cui "Porta a porta", "Domenica in", "L'Italia sul due", "La vita in diretta", "L'appuntamento", "Cinematografo", "Sottovoce", "Uno mattina", "L'intervista con John Elkann", "Piazza grande", "Rassegna stampa Tg 1", "Pomeriggio Sky", "Puglia Channel", "Raisat", "Il graffio", "Zapping", "Prima pagina" Raitre, "Rassegna Stampa Radio 24"); dal 1991 al 2000 docente di comunicazione pubblica al Diploma universitario di marketing e comunicazione d'impresa alla facoltà di Economia dell'Università di Bari ; dal 2000 al 2006 docente di Economia e tecnica della pubblicità al Corso di laurea di Marketing e comunicazione d'impresa della facoltà di Economia dell'Università di Bari; dal 2003 al 2006 docente al master di Beni culturali e comunicazione all'Università di Foggia; dal 2007 al 2010 docente di Scrittura giornalistica al Master di giornalismo Università di Bari e Ordine dei giornalisti di Puglia, scuola della quale è direttore dal 2011 ; dal 2007 al 2009 Direttore del Master di "Ufficio Stampa" per il centro di formazione "Concorsi & Concorsi" di Bari; Docente di comunicazione in vari corsi di formazione professionale; vincitore di decine di premi giornalistici fra cui il premio speciale St Vincent per la campagna "Nobel al Salento" svolta sulla "Gazzetta del Mezzogiorno", il premio Fondazione di S. Domenico sulla civiltà rupestre, il premio "Giochi del Mediterraneo", il premio Campione dell'Ordine dei Giornalisti di Puglia, il premio Bari – Franco Sorrentino, il premio Lottomatica, il Premio "Progresso e Cultura 2011" della Provincia di Bari ; autore di centinaia di saggi, interventi in seminari e convegni, relazioni sul giornalismo e sui problemi del Sud (cultura, economia, società ); autore di una quindicina di libri su politica economica, Sud, Puglia e Basilicata (storia, cultura, arte, folclore) pubblicati da Giorgio Mondadori, Adda, Capone, Manni, Rubbettino. Gli ultimi "Alla riscossa terroni. Perché il Sud non è diventato ricco. Il caso Puglia" (Manni ed., 2008), "Fuoco del Sud. La ribollente galassia dei Movimenti meridionali" (Rubbettino, 2011), "Ricomincio da Sud. E' qui il futuro d'Italia" (Rubbettino, 2012).

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 477 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)