videominuto - in tempo di crisi la condivisione e le relazioni fra le persone ci salveranno?

La Sharing Economy è la nuova economia della condivisione e delle relazioni. Dove le persone frenano i consumi e smettono di definire la propria identità in base a ciò che hanno. E' l'economia dove si smette di possedere e si inizia a condividere. Automobili, servizi, ospitalità, oggetti, saperi che fino a ieri abbiamo considerato tutti per noi. La Sharing economy è esplosa grazie ad Internet e in un momento della nostra storia in cui abbiamo capito che concetti come responsabilizzazione, fiducia, trasparenza, generosità, condivisione, sobrietà, devono essere alla base di una nuova forma di comunità. Non più divorata dal desiderio di bruciare, consumare, usare e gettare, ma dal desiderio di trovare la felicità nella relazione con gli altri e non negli oggetti posseduti.
La Sharing economy sta generando nuovi rapporti tra le persone, che utilizzano il baratto, il prestito, la donazione e lo scambio: dal software libero, al volontariato, dallo scambio della casa, alla banca del tempo, dal carpooling a portali di condivisione di conoscenza (wikipedia). Tutto questo sta mettendo in gioco in maniera virtuosa tutti quegli elementi centrali nella nostra contemporaneità - come la Rete, o i Social network - che invece di renderci più soli, stanno contribuendo a cambiare le nostre economie e a migliorare le nostre relazioni.
Su tutto ciò è stato realizzato un progetto di documentari "Collaborative Cities" ( http://collaborative-cities.com ) dei registi Maxime Leroy e Eric Baille, che sta facendo il giro del mondo.

Prendendo spunto da questo progetto, VIDEOMINUTO - in collaborazione con gli autori del film, che saranno presenti alla serata finale del concorso - invita gli autori ad indagare questo mondo, attraverso la produzione di video da 1 minuto che documentino queste esperienze.
Gianni Pacinotti in arte Gipi , fumettista, autore di graphic novel e regista (“L’Ultimo terrestre” prodotto da Fandango, è stato in concorso alla 68ma mostra del cinema di Venezia), è il testimonial d’eccezione della 21ma edizione del festival. Tutto inizia con il suo video “un’idea geniale” ( http://www.youtube.com/watch?v=O2XET1fBSRM), attraverso il quale l’autore si propone di avere una fantastica idea da poter postare su Facebook e meravigliare i suoi amici e fan, poi
arrivano i dubbi sul fatto che l’idea geniale arrivi: ci è sembrato il paradigma perfetto per il concorso “1000 Euro per 1 minuto” che Videominuto propone da più di venti anni. Gipi sarà presente personalmente e con una selezione dei suoi corti alla “Lunga Notte del Minuto” a
novembre a Prato, che prevede la proiezione dei video in concorso e le premiazioni.

Per partecipare alla selezione Videominuto 2013, basta dotarsi di una videocamera o di uno smartphone e dare sfogo alla fantasia raccontando nel tempo obbligato di 1 minuto, una storia, un’emozione, una denuncia. Al concorso “SHARE IT! l’economia della condivisione” si affianca il
concorso “1000 euro per 1 minuto”, a tema libero, che lascia dunque spazio al racconto senza vincoli. I bandi sono già aperti ( www.videominuto.it) e scadono il prossimo 21 ottobre. I video selezionati per i concorsi saranno presentati il prossimo 16 novembre, durante “La Notte del Minuto” al Politeama Pratese (Prato).
Videominuto - 21.a edizione - è un’iniziativa Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Controradio, in collaborazione con Regione Toscana e Comune di Prato.
Tutte le info per partecipare: www.videominuto.it
c/o Controradio Via Del Rosso Fiorentino 2b
tel. +39.055.7399981
www.videominuto.it
Festival Office I-50142 Firenze
fax +39.055.7399977 info@videominuto.it

Gipi (Gianni Pacinotti) nasce a Pisa nel 1963. Nel 1994 inizia a pubblicare vignette e racconti brevi
sulla rivista satiricaCuore. Le prime storie a fumetti escono sul mensile Blue e poi su altre testate e
giornali italiani. Per la casa editrice Coconino Press ha realizzato diversi libri: da Esterno Notte a
Appunti per una storia di guerra , premiato come Miglior fumetto dell'anno al Festival
internazionale di Angoulême nel 2006. Tra le altre sue opere Questa è la stanza, la serie Baci dalla
provincia, S. , La mia vita disegnata male, l’antologia Diario di fiume e Verticali. L'ultima opera a
fumetti "Una storia", uscirà alla fine del 2013.
Gipi è anche illustratore per il quotidiano La Repubblica e collabora col settimanale Internazionale .
Ha realizzato due lungometraggi (L'ultimo terrestre, in concorso al Festival di Venezia 2011) e
Wow ( in fase di post produzione), e un documentario: Smettere di fumare fumando, in concorso al
Festival del cinema di Torino nel 2012.

Ufficio Stampa Silvia Bacci
mob. 338 6660784
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci
Prato

Ivan Aiazzi

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 552 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Metti il tuo post in evidenza

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)