Colorno Photolife punta in alto: radici e nuove frontiere per la quarta edizione 2013

banner colornophotolife

Colorno Photo Life
Radici e nuove frontiere

Il festival fotografico della Reggia di Colorno arriva alla sua 4° edizione

7,8,9 giugno 2013
Reggia di Colorno
(Parma)

Comitato organizzatore:
Silvano Bicocchi
Ivano Bolondi
Claudia Cattani
Erika Sereni

Mancano poco più di due mesi alla partenza del Festival Fotografico Colorno Photo Life 2013, e per il quarto anno consecutivo si rinnova il desiderio di offrire ai fotografi appassionati e professionisti nuovi e stimolanti momenti di incontro e di dialogo tra i linguaggi. Come nella tradizione del Festival, che ha ottenuto importanti riscontri e ha visto negli anni un susseguirsi di importanti ospiti (special guest del 2011 il Maestro Nino Migliori), si preannuncia una tre giorni ricca di appuntamenti che saranno ospitati nei bellissimi spazi della Reggia di Colorno e del suo giardino storico.
“Ogni volta è come la prima” spiega Gigi Montali, papà dell'iniziativa e braccio operativo di tutta la manifestazione, “perché il nostro sforzo è quello di dare ai partecipanti più occasioni possibili per crescere e confrontarsi. Per questo si mettono in campo tante iniziative, perché ci piace l'idea che chi viene qui si possa divertire, conoscere gente, entrare in contatto con i professionisti del settore”.
Venendo al programma, le prime due serate del festival (venerdì 7 e sabato 8 giugno) saranno dedicate ad un particolare settore della fotografia, ovvero la proiezione di audiovisivi o “diaporama” nel giardino della Reggia: le opere, realizzate da importanti autori a livello nazionale, saranno presentate da Gigi Montali e Paola Riccardi, due voci autorevoli nel panorama italiano che proporranno una lettura trasversale degli autori presentati.
Durante il giorno saranno visibili le numerose mostre fotografiche, che quest'anno crescono di numero per offrire una panoramica su autori emergenti, nel cui talento hanno creduto gli organizzatori. Le quattro esposizioni principali allestite nel piano nobile della Reggia (Appartamento del Principe) saranno: “Seminarium” di Luigi Bussolati, opera minimale e di estrema valenza estetica che ha già ottenuto molte critiche favorevoli; “Segni del tempo” di Bruno Cattani, progetto inedito che indaga con …, “” di Filippo Iori, e di Montanari, caratterizzata da....
Sotto il portico della Reggia, allestito per l'occasione dagli architetti dello studio 4S Architettura Sostenibile, avranno spazio alcuni dei più significativi circoli fotografici del territorio e non solo: Officina Fotografica, Parmafotografica, Grandangolo per quanto riguarda il territorio cittadino. Festival della Fotografia Etica di Lodi e Festival di Sassoferrato, e infine la mostra di Alessandra Calò in una location molto paricolare, ovvero la scenografica “galleria verde” del giardino.
Oltre alle mostre, nelle giornate di sabato e domenica tutti i fotografi avranno la possibilità di presentare gratuitamente a esperti del settore i loro portfoli personali, previa prenotazione: potranno quindi ricevere una critica costruttiva e decisamente formativa per poter migliorare il percorso creativo di sviluppo dell'idea fotografica. Tra gli appuntamenti più attesi del Festival sono inoltre le lettura portfolio “Face to Face”, condotte da Silvano Bicocchi, Direttore del Dipartimento Cultura di FIAF e riservate ai progetti più interessanti, nelle quale due grandi esperti si affronteranno in coppia in un'analisi parallela del lavoro di un fotografo: si passa dall'analisi alla discussione, per la quale anche il pubblico è invitato a partecipare.
Sul fronte dei workshop invece gli appuntamenti principali saranno tre, con due “amici” parmigiani che stanno ottenendo successi e riconoscimenti internazionali: con il grande fotografo Gianni Pezzani, che porterà gli allievi sul Po per fotografare le luci e le ombre dell'alba sul grande fiume Po. L'altro appuntamento, “Professione reporter” con Massimo Gandolfi, svelerà i segreti del reportage e dello scatto istantaneo, partendo anche da una poetica del quotidiano. Paola Riccardi invece si rivolgerà ai processi di editing e di ottimizzazione del lavoro fotografico, affinché il portfolio diventi un'opera coerente e appetibile al pubblico.
Un vero e proprio esperimento, a metà tra workshop, performance e set fotografico, riguarderà l'arte del body painting, il cui laboratorio condotto da Fausto Brozzi avrà luogo nella straordinaria Sala della Musica, generalmente non accessibile al pubblico.

Oltre a tutto questo, per aumentare le occasioni di sperimentazione nel parco della Reggia e nei dintorni saranno allestiti degli incredibili set fotografici open air, con la partecipazione di figuranti, modelle, attori, artisti e preformer, nell'ottica di un'arte partecipativa e multiforme che sia sempre una scoperta.
Si confermano le importanti presenze di Nikon, Mercatino Fotografico, libreria specializzata HLF, e le collaborazioni con altre realtà nazionali: in particolare il legame con il Festival Penisola di Luce di Sestri Levante, con il Festival di Sassoferrato e con l'esposizione internazionale Art in Venice, per la quale potranno essere selezionate opere direttamente a cura di Fausto Brozzi.
Occasione ghiotta per i fotografi saranno infine i premi assegnati ai migliori portfoli presentati ai lettori che rispondano al tema dell'edizione 2013, ovvero “Il tempo”: il primo premio “Portfolio Maria Luigia” assicurerà al vincitore l'allestimento della propria opera nella prossima edizione del Festival. Al secondo verrà riservato un posto al festival di Sassoferrato, il terzo classificato verrà omaggiato di alcuni volumi di fotografia.
A ricordare il tema scelto, che è filo conduttore della manifestazione, è Silvano Bicocchi: “Photo Life ha sempre avuto come motto 'radici e nuove frontiere', che sono termini legati al concetto di temporalità. Il tempo è la variabile indipendente che mette tutto alla prova: in fotografia è il motore che fa narrare le storie e i mutamenti della realtà, fa rivisitare la memoria, può essere il momento decisivo o il momento dinamico. E' il mezzo e fine dell’atto creativo, che va espresso con consapevolezza e senso critico”.

Il Festival è realizzato con la preziosa collaborazione di Antea, Comune di Colorno, Provincia di Parma e di tutti i volontari del Circolo Color'sl Light.

Per ricevere informazioni, programma aggiornato e modalità di partecipazione è possibile rivolgersi all'indirizzo:
info@colornophotolife.it

Ufficio stampa e comunicazione:
Claudia Cattani
press@colornophotolife.it
tel. 339 8915271

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 1264 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Metti il tuo post in evidenza

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)