Up patriots to Art – Engagez-Vous!”La grotta della sibilla bodyart

Up patriots to Art – Engagez-Vous!”La grotta della sibilla bodyart

Titolo

Up patriots to Art – Engagez-Vous!”La grotta della sibilla bodyart

Inaugura

Sabato, 13 Ottobre, 2012 - 20:00

Presso

castello svevo barletta

Comunicato Stampa

La Galleria Globalart è lieta di invitarvi
SABATO 13 OTTOBRE 2012 – ORE 19
al vernissage di “Culture a Confronto : Up patriots to Art – Engagez-Vous!”

La mostra è organizzata dalla Fondazione De Nittis con il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia BAT e del Comune di Barletta.
A cura di Luna Pastore, con la preziosa collaborazione della Galleria Globalart.

La grotta della sibilla
performance di Rosa Didonna
musiche inedite di Ivan Piepoli
danza di Liliana Delliturri

La mostra sarà visitabile dal 13 ottobre al 4 novembre 2012, tutti i giorni dalle 9 alle 19. lunedì chiuso. ingresso libero.

Artisti: Giovanni Albore; Giuseppe Aversa; Anna Maria Battista; Uccio Biondi; Domenico Carella; Miki Carone; Grazia Deflorio; Chiara Dellerba; Franco Dellerba; Rosa Didonna; Nicola Liberatore; Oronzo Liuzzi; Christian Loretti; Giuseppe Rizzi; Margherita Ronghi&Greg De Iure; Lino Sivilli e Tarshito.

“La Grotta della Sibilla nello svecchiamento dell'arte”
Il mito della Sibilla è molto antico ed ha attraversato i millenni conservando il fascino della superstizione primitiva dalla quale trae origine. In Italia la sua presenza è legata all’area del lago d'Averno ed alla famosa grotta della Sibilla Cumana, conosciuta in tutto il mondo e chiamata anche delle Fate. La grotta ospitava, secondo la leggenda, una profetessa condannata da Dio a vivere nella profondità della montagna fino al giudizio universale. La tradizione locale, identifica la Sibilla con la "Fata Sibilla", una fata buona le cui ancelle, di tanto in tanto scendono a valle, per insegnare l'arte della filatura e della tessitura alle fanciulle del luogo.
Col passare del tempo il mito della Sibilla ha subito numerosi adattamenti dovuti alle differenze etniche, culturali e psicologiche delle antiche popolazioni che abitavano il Mediterraneo. Vivo è il suo ricordo nella letteratura ed in particolar modo nell’arte.

Ma chi è in realtà la Sibilla di Rosa Didonna?
Nella mitologia greca e romana la Sibilla Cumana era una delle più importanti figure profetiche nonché sacerdotessa. Apollo le aveva promesso di esaudire qualunque suo desiderio in cambio del suo amore e della sua verginità. Pertanto la Sibilla gli chiese di poter vivere altrettanti anni quanti erano i granelli di sabbia che poteva tenere nella sua mano.
Questa richiesta fu fatta senza concedere la sua verginità e dimenticando di chiedere il dono dell'eterna giovinezza. La Sibilla con il passare degli anni vedeva pertanto la sua bellezza sfiorire tant’è che il suo corpo deperiva sempre più fino al completo annullamento terreno, conservando la voce della sua anima in eterno.

Rosa Didonna dà vita al mito della Sibilla che rivive materializzandosi nella nostra società grazie ad una delle sue preziose performance “Arte – La mia seconda pelle”.
La sua Arte si avvale di un linguaggio universale che supera le distanze, demolisce le differenze e conferisce a tutti dignità. La sua vita diviene teatro e palcoscenico in cui la soggettività diventa oggettività identificandosi completamente nell’assoluto dello svecchiamento dell’arte.
Nella sua performance Rosa Didonna muta il mito della Sibilla creando un epilogo differente che evidenzierà la pietà divina di Apollo.
Reclusa dalla vergogna e apostrofata da un velo di timidezza la Sibilla trascorreva la sua esistenza nei profondi abissi della terra, lontana dagli occhi di ogni creatura giudicatrice. Poiché il suo corpo ormai invecchiato non le permetterà di liberarsi da tale trappola la sibilla avrà come unica arma di difesa la sua voce. Il suono soave del suo canto arriverà all’orecchio di Apollo che commissionerà il suo messaggero alla ricerca della Sibilla. Una volta trovata la libererà
; Apollo impietosito dello stato in cui la rivede, le concede il dono rigeneratore della giovinezza a cui la Sibilla aveva tanto agognato in tutta la sua esistenza.
Rosa Didonna

Via Ugo Foscolo 29 70016 Noicattaro (Bari) 0804782863 / 3471843201 www.youtube.com/user/globalartdidonna info@globalartweb.org www.rosadidonna.jimdo.com

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 447 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)