Parola di Artista

Parola di Artista - Interviste agli artisti a cura della Redazione

Intervista a Riccardo Gavazzi - (parola agli artisti 31)

riccardo gavazzi, artista, pittore

Parto quasi sempre da un idea che scaturisce da ciò che vedo o vivo…..qualcosa che mi colpisce e mi incuriosisce.In seguito inizio a cercare di creare un discorso, una specie di filone o tematica su cui creare ogni singolo quadro. Come materiali utilizzo principalmente l’olio su tela di cotone o di lino, o su tavola di legno. Tecnicamente non parto sempre nello stesso modo, dipende da molti fattori.Procedo per sovrapposizioni e strati di colore.

 

Intervista a Miriam Secco - (parola agli artisti n.30)

miriam secco intervista

I materiali che uso sono quelli che hanno avuto un maggiore impatto su di me nell'infanzia, come il tessuto, il filo di lana che diventa trama. Ma anche dal presente, dalla vita quotidiana provengono molti materiali che scelgo per comunicare attraverso l'opera. Tutto ciò che mi circonda mi aiuta nello sviluppo di un lavoro appena concepito, una specie di rituale di ricerca intensivo, durante il quale ha importanza anche il cibo che mangio.

 

Intervista ad Angelo Di Dedda - (Parola agli artisti n.29)

intervista ad angelo di dedda

Faccio molti disegni o lavori piccoli su carta, alcuni dei quali diventano idee per tele più grandi. Utilizzo colori acrilici e bombolette spray, smalti, matite colorate e grafite. Col tempo ho imparato a smettere di pensare mentre lavoro e lasciare che le cose vengano fuori, al massimo copro di bianco e rifaccio. O le lascio nascoste.

 

Intervista a Marco Carli Rossi, (parola agli artisti 27)

intervista a marco carli rossi

Non so quasi mai cosa apparirà, pur avendo un'immagine in mente, come una traccia. Parto con il concretizzare delle figure che, poi, si trasformano esse stesse, assieme allo spazio che le contiene: interpreto ciò che mi appare, mantenendo un'idea di percorso. Nel corso degli anni ho spaziato tra materiali vari, ma ultimamente mi sono deciso ad usare solo china ed acquarelli.

 

Intervista ad Elena Monzo - (parola agli artisti 26)

intervista ad elena monzo

Nasce da un remix di immagini, mi diverto a condire il mio segno spietato con materiali “dolci” come glitters, trasferelli, timbri, adesivi di ogni genere, acrilici che si gonfiano come pop-corn con il calore di un magico phon chiamato embosser, pantoni, nastri adesivi fluo, carte con effetti “disco ‘70” ma senza abbandonare la tradizione calcografica. Mi piace disorientarmi con il collage, accumulare per poi togliere o il contrario.. Mi sento un po’ stilista, coprire il nudo con decorazioni da’ soddisfazioni:). Il titolo poi e' la ciliegina sulla torta:)

Intervista a Stefano Abbiati - (Parola agli artisti 25)

arte contemporanea news lobodilattice.com

Mi piace variare con i materiali, ma in genere parto dalla sollecitazione visiva che mi da una immagine che, in genere, cerco tra libri di fotografie vecchie o internet. Prima predispongo questa ricerca in base a un tema che voglio trattare, e così educo la mente a ricevere una immagine. Uso tempere vegetali o animali, ma anche olio e grafite...

 

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 604 visitatori collegati.

Inaugurano Oggi

Non me la racconti giusta - Casa circondariale di Rimini

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea A cura di: ziguline
Con: Collettivo Fx, Nemo's, Filippo Mozone
Presso: Casa circondariale di Rimini

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)