Panis Noster, fantasia sinfonica per piano solo –

Panis Noster, fantasia sinfonica per piano solo –

Titolo

Panis Noster, fantasia sinfonica per piano solo –

Inaugura

Martedì, 14 Gennaio, 2014 - 18:00

A cura di

susanna Vallebona

Artisti partecipanti

Christopher Pisk

Presso

Spazio Oberdan
viale Vittorio Veneto 2, Milano

Comunicato Stampa

 

14 gennaio 2014 ore 18.00

Sala Merini, Spazio Oberdan, Viale Vittorio Veneto 2, Milano

Concerto per pianoforte

Scritto e eseguito in prima assoluta da Christopher Pisk

Durata: 30-40 minuti circa

Ingresso libero

 

Il 14 gennaio alle ore 18.00 ha luogo il concerto del compositore e pianista Christopher Pisk, che esegue, in prima assoluta, l’opera Panis Noster, fantasia sinfonica per piano solo – 2014, ispirata a un tema di Cesar Franck e Ludwig van Beethoven, scritto appositamente per il Progetto Non di solo pane.

L’opera è divisa in quattro parti: 1) Preludio “Campo di grano con cerchi sinfonici” ; 2) Variazione I° (su “Panis angelicus” di Cesar Franck”); 3) Variazione II° (su un tema del primo movimento della 5° Sinfonia di  L.v.Beethoven); 4) Finale “Hymn for the Harvest” (inno spirituale per la raccolta del grano).

 

Durante la prima parte il pianista sonorizza con una sfera dei cerchi sulle corde del pianoforte, come se questo fosse un campo di grano; dopo ogni sonorizzazione vengono estratte delle spighe. La prima variazione è scritta in modo pentatonico perché rappresenta l’unione del mondo occidentale con quello orientale. Nella seconda variazione, con le quattro note universalmente conosciute per  l’apertura del tema della 5° Sinfonia di Beethoven, l’Anima dell’Umanità bussa alla porta del Paradiso per chiedere l’aiuto divino necessario per sfamare il mondo. Un inno spirituale che ringrazia per il buon raccolto, conclude il concerto.

 

Il concerto è accompagnato dalla proiezione di un’opera grafica che raffigura un pentagramma che si trasforma simbolicamente in 5 leggere spighe di grano; esse si alzano sicure e fiduciose verso il cielo, piegandosi e ondeggiando alla brezza del vento.

L’originale lavoro artistico esalta la Poesia, la Musica e l’Arte del Calligramma per la quale Pisk ha usato i nomi delle note costruendo immaginarie parole prive di significato, ma ricche di contenuti sonori. Riprendendo il concetto del “Poema Sinfonico””, ideato dal grande compositore dell’800 Franz Liszt

Christopher Pisk adatta la Musica alla Poesia.

 

L’evento si inserisce all’interno del programma della mostra “Rito, costume, paradosso – il cammino del pane” allo Spazio Oberdan della Provincia di Milano fino al 26 gennaio.

La grande collettiva, che coinvolge 35 artisti, conduce a esplorare il “cammino” del pane: un racconto fatto di segni, forme e materiali; una serie eterogenea di opere che assimila la storia del pane alla storia dell’uomo. La mostra, promossa da Provincia di Milano/Assessorato alla cultura, rientra nell’ambito del progetto pluriennale Non di solo pane ideato da Susanna Vallebona di SBLU_spazioalbello.  

 

Christopher Pisk compositore e pianista intermediale, conosce bene la musica dei secoli scorsi, la sua formazione è infatti classica, studia al Conservatorio di Melbourne, in Australia, ma dopo la conoscenza musicale dell’americano John Cage sente la necessità di ricercare una nuova dimensione espressiva liberatoria e decide di intraprendere un percorso di sperimentazione tecnica e sonora per ottenere nuovi linguaggi espressivi. La ricerca per unire il suono all’architettura e allo spazio, assume spesso una condizione prioritaria in molti suoi concerti. avvicina alla Poesia Sonora, e, grazie al connubio tra suono-parola, alle Arti Visive. Attivo anche nel campo dell’insegnamento musicale, ha partecipato a importanti manifestazioni in Italia e all’Estero.

 

Il secondo e ultimo appuntamento collaterale alla mostra è il film di Beppe Arena Perchè il fuoco non muore – La vita agra di Tina Modotti, alla Sala Merini il 20 gennaio alle ore 21.00.

 

SBLU_spazioalbello è un’Associazione Culturale senza fini di lucro, fondata e diretta da Susanna Vallebona, che si propone di promuovere la creatività in tutti i suoi aspetti con il desiderio di divulgare la produzione di chi, anche se estraneo al mercato dell’arte, è impegnato nella ricerca di armonie visive nella contemporaneità, con la speranza di contribuire alla diffusione di quell’attività artistica che spesso rimane nella sfera del privato. Pittori, scultori, giovani emergenti e meno giovani, ma anche grafici, designer e fotografi che affiancano alla loro attività professionale un percorso di ricerca personale. Avviato nel 2007 ha al proprio attivo più di 50 mostre.

 

Informazioni al pubblico:

Spazio Oberdan   Tel. 02/77.406.302 - www.provincia.milano.it/cultura

SBLU_spazioalbello  Tel. 02/ 48.000.291 (ore ufficio)  spazioalbello@esseblu.it

http://sblunondisolopane.tumblr.com

   

Uffici stampa:

- Cervellini & Partners  Tel. 0331/ 07.33.65, 0331/07.33.67  info@cervellini.it  cervellini@cervellini.it

- Provincia di Milano/cultura  Tel. 02/ 7740.6358/59  p.merisio@provincia.milano.it; m.piccardi@provincia.milano.it

Addetto stampa Assessore  Tel. 02/77.406.386  f.provera@provincia.milano.it

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 459 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)