Nurant Metoposcopy Exhibition e il disegno disse: «Ce l'hai scritto in fronte»

Nurant Metoposcopy Exhibition e il disegno disse: «Ce l'hai scritto in fronte»

Titolo

Nurant Metoposcopy Exhibition e il disegno disse: «Ce l'hai scritto in fronte»

Inaugura

Mercoledì, 29 Febbraio, 2012 - 19:30

A cura di

Sergio Caruso

Artisti partecipanti

GLI ARTISTI / BIO

L'ILLUSTRAZIONE

NURANT
www.nurant.it
Nurant nasce a febbraio del 2011, e da allora il mondo dell'illustrazione ha iniziato a tremare. La tellurica idea è di due grafici e illustratori, Sergio Caruso e Nicola Iannibello, ai quali si è poi unita Sonia Mion. Milanesi d'adozione, i tre hanno pensato di dare vita a un magazine bimestrale che dia spazio alle creazioni più interessanti dei migliori talenti della scena. Un luogo virtuale in cui condividere liberamente piccoli capolavori creati appositamente per la rivista, secondo un tema monografico che caratterizza ogni uscita.

ROBERTA MADDALENA, aka “Biró”
www.robertamaddalena.com

Roberta Maddalena (aka Biró) si occupa da diversi anni di creatività selvaggia, indipendente e multiforme. Disegna per editoria, moda e pubblicità, e per diversi progetti musicali. Insegna illustrazione e disegno, collabora con diversi artisti visivi come performer vocale e realizza drawing-performance accompagnando con segni astratti l’improvvisazione di musicisti della scena jazz e contemporanea italiana.

RICCARDO GUASCO, aka “RIK”
www.riccardoguasco.com

Fumettista, illustratore e pittore, nato ad Alessandria nel 1975.
«Disegno e dipingo tutto ciò che vedo intorno a me per un curioso bisogno e per il piacere di comunicare con tutti i mezzi che possono lasciare un segno. Influenzato da personaggi come Picasso, Munari, Rodari, Charlie Chaplin, penso che disegnare sia una forma di poesia e dall'inizio del millennio con pochi colori cerco la leggerezza della forma e il calore cromatico. I miei lavori sono costellati di altissime case, biciclette, grandi cetacei, uccelli migratori, barche sospese, nuvole e altri oggetti forse provenienti da un posto chiamato fantasia».

GIANFRANCO ENRIETTO
gianfrancoenrietto.blogspot.com

1976. Nascita di Gianfranco Enrietto il 15 marzo a Seregno, in provincia di Milano. Fuga di diossina dagli impianti dell'Icmesa e conseguente acquisizione di superpoteri.

“FUZMAX” aka MASSIMILIANO AURELIO
fuzmax.tumblr.com

Nato a Taranto nel 1980, trasferitosi poi a Roma e Milano, è un art director illustratore. Collabora con le maggiori agenzie pubblicitarie d'Italia e la rivista d'illustrazione bimestrale Nurant. E' il McBess italiano. Partecipa al Mi Fai Ancora 2012 per il suo primo inedito live painting.

Presso

Spazio Concept

Comunicato Stampa

Metoposcopia = composto del greco MÈTOPON fronte e SKOPÈO osservo. Arte superstiziosa di riconoscere l'indole di alcuno dall'osservazione delle linee della fronte.

Svelata l'origine della popolare espressione «ce l'hai scritto in fronte». Ad occuparsene non è stata l'Accademia della crusca, bensì un periodico consigliato nelle diete povere di fibre ottiche: Nurant, bimestrale di grafica e illustrazione. Il 29 febbraio, allo Spazio Concept di Milano (Via Forcella 7), sarà presentata la Issue#6.

Durante la serata si potrà sfogliare e acquistare la rivista, assistere alla mostra di alcune delle opere e partecipare all'action painting con gli illustratori Roberta Maddalena, Riccardo Guasco, Gianfranco Enrietto, e Fuzmax. A dare le giuste vibrazioni sonore il concerto dei My silver booster, seguito dal live set di Cristiano Gruppi (indie-rock.it) e il rockabilly di Dj Cannonau, che chiuderanno la serata.

Nurant Issue#6. In ogni sua uscita, Nurant suggerisce una traccia. All'illustrazione il compito di svolgere il tema, che questa volta sono i volti. Perdonate il bisticcio, ma è la prova che l'immagine ha più forza nel risolvere un concetto rispetto alla parola, che si accartoccia facilmente su se stessa. Indagare le rughe dell'esistenza attraverso le linee del volto, tracciare una mappa dell'esperienza.

«Dopo una certa età, ognuno è responsabile della propria faccia», secondo Camus. Perché leggere mani, tarocchi, I Ching, quando è già tutto lì, nel reticolo che sta attorno ai bulbi oculari? Questione d’ imbarazzo: si distoglie lo sguardo perché si vedono troppe cose dell'altro, di sé, dell'altro-da-sé. Sfogliando Nurant potrebbe succedere la stessa cosa al lettore-osservatore, al quale ogni disegno sembra dire: «Volti pagina, se ha la faccia tosta».

Nurant Issue#6 ospita opere di Alessandro Gottardo, Andrea Alemanno, Helena Perez Garcia, Cristiano Baricelli, Dima Je, Massimo Giacon e Pietro Puccio.

Ingresso+tessera+drink: 10 euro

E’ necessario iscriversi all’Associazione Spazio Concept compilando il form o sul sito www.spazioconcept.it

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 591 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)