NADSAT ___/rituali e linguaggi della giovinezza/

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

NADSAT ___/rituali e linguaggi della giovinezza/

un progetto di Luiza Samanda Turrini

a cura di Paolo Donini e Luiza Samanda Turrini

inaugurazione sabato 24 marzo  ore 18.00

Gallerie Civiche  di Palazzo Ducale

Via Giardini, 3 - 41026 Pavullo nel Frignano (MO)

 

Opere di  auroraMeccanica, Salvo Alessi, Colette Baraldi, Gianluca Bernardini, Stefania Cavicchi, Silvia Camagni, Dado,  Francesco D’Isa, Francesca Ferreri, stella (Stefania Gagliano), Angela Loveday, Paolo Maggis, Luigi Massari, Matteo Mezzetta, Niba, Emanuele Puzziello, Andrea Simoncini Gibson, Fabio Viale, Nicola Verlato, Massimiliano Zaffino, Francesco Zefferino, Claudia Zicari

“Nadsat” è un suffisso russo che corrisponde all’ inglese teen. Anthony Burgess usa questa dicitura per indicare la neo-lingua in cui è scritto il suo epocale romanzo Arancia Meccanica. Uno slang esoterico, che incrocia russo, tedesco e inglese con onomatopee e neologismi. Esoterico perché si crea e si distrugge in continuazione, e solo gli iniziati possono capirlo. Chiaramente, gli iniziati sono appunto i teenager, gli adolescenti. La lingua artificiale di Burgess è paradigmatica per rappresentare la giovinezza. Violenta, estremista, colorita, rutilante, bellissima, criptica, incomprensibile per chi non ne fa più parte.

La collettiva NADSAT è una ricerca sulla gioventù contemporanea, vista attraverso gli occhi ipermetropi della nuova generazione degli artisti italiani. NADSAT indaga il rapporto che i giovani hanno con la realtà,  attraverso i filtri del mondo fenomenico, del lavoro, del corpo. Verranno svelate le vie di fuga dalla realtà - come il trinceramento nell’infanzia o nelle dipendenze - e i modi di manipolarla, nel mito evergreen dei giovani che vogliono cambiare il mondo, attraverso politica, arte, moda, subculture. Infine, verranno prese in considerazione le modalità relazionali, in cui il rapporto con l’alterità diventa fondamentale nella costruzione (o nella distruzione) del proprio io. E quindi i rave, le sommosse di strada, il consumismo, il narcisismo, il suicidio, la solitudine, il sesso, le dinamiche di coppia.  

Attraverso modalità trasversali, NADSAT ci offre una prospettiva sul futuro. Perché le nuove generazioni, le loro maniere di confrontarsi con la realtà, i loro modi di interazione reciproca, le loro percezioni, i loro immaginari, i loro linguaggi e i loro universi di senso saranno artefici del mondo che verrà.

 

dal 24 marzo al 25 aprile 2012

orari di visita: sabato domenica e festivi 15/19

info. 0536 29022 / 0536 29964

Data Inaugurazione: 
Sabato, 24 Marzo, 2012 - 18:00
indirizzo sede: 

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 629 visitatori collegati.

Informazioni su 'Redazione'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)