YASHIMA MISHTO- Life of a Singularity- solo ehxibition- photography

YASHIMA MISHTO- Life of a Singularity- solo ehxibition- photography

Titolo

YASHIMA MISHTO- Life of a Singularity- solo ehxibition- photography

Inaugura

Sabato, 29 Marzo, 2014 - 19:00

Artisti partecipanti

Yashima Mishto vive e lavora a Berlino dal 2003. Lavora con la fotografia dal 1994 e in particolare con la fotografia erotica. Collabora con modelle non professioniste proponendosi di rappresentare una sessualitá libera, un esibizionismo e fantasie normalmente censurati da una cultura ancora lontana dalla maturitá sessuale.
Nel 2002, dopo dissavventure iniziali, l ́artista “diventa donna”, una delle sue modelle piú care veste i suoi panni, partecipando a mostre ed eventi pubblici. Solo nel 2007, yashima mishto assume di nuovo la sua identitá maschile, consapevole che la sua arte sia finalmente in grado di avvicinare un pubblico senza preconcetti sessisti. Yashima Mishto sta combattendo una censura prepotente che colpisce sia gli uomini che le donne e che agisce, prima di ogni discriminazione di genere, su qualsiasi tipo di inclinazione sessuale.

Presso

BOX32 gallery
Box32, Boxhagenerstr. 33, 10245 Berlin, Germany

Comunicato Stampa

Yashima Mistho

LIFE OF A SINGULARITY


Life of a singularity é il primo libro fotografico di Yashima Mishto. Attraverso fotografie erotiche viene mostrata la biografia immaginaria di una singolaritá. Il libro é diviso in tre atti: la mimesi, l ́atto di simulare e rappresentare se stessi, un tentativo di conformarsi alla realtá imitandola. La clinica, in cui avviene la diagnosi e viene data una cura per sentirsi adatti. Il circo, atto conclusivo, in cui si scopre il piacere della propria singolaritá.

 

Yashima Mistho

LIFE OF A SINGULARITY solo exhibition

Venue.
Box32, Boxhagenerstr. 33, 10245 Berlin.
March 29th – April 6th 2014.
Vernissage March 29th 2014 (7 – 11 pm)

with Jule Pasolini (pole dance performance),

Fernando Poo (electronic dj set) and

Gabriella Fiore (video installation).

Durante la maggior parte della vita, molti di noi sono afflitti da un senso di disagio tanto forte da farci percepire come inadeguati. Il senso di sofferenza che ne scaturisce viene celato allo sguardo degli altri mostrando solo ció che socialmente é accettato; impariamo ad adattarci indossando una maschera per nascondere le nostre stranezze sentendoci cosí in qualche modo al sicuro.
Life of a singularity é la metafora di ognuno di noi. É la storia degli esseri umani, di distinte singolaritá che tentano di nascondere le diferenze che li dividono, conformandosi per diventare normali o semplicemente per essere.
La fotografia erotica, con la quale l ́artista si é sempre approcciato, in questo caso va oltre ad una semplice immagine di desiderio o ad un atto di voyerismo, ma tradisce invece il suo pathos e il nudo diventa il rumore che circonda il senso dell  ́immagine.
La raffinatezza estetica gioca a favore della dicotomia dolcezza e violenza che si percepisce nei suoi soggetti: esseri tanto delicati nelle loro fattezze costretti ad atti di violenza autoinfitti per conformarsi e essere accettati da una societá ancora piú violenta.
Le ambientazioni che ricordano luoghi familiari, densi di memoria hanno particolari sinistri o addirittura ancestrali tanto da renderli visionari e collocandoli in un tempo rarefatto, sospeso, quello della mente, da dove tutto nasce.

 

 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su 'Gabriella Fiore'