Welcome Home

Welcome Home

Titolo

Welcome Home

Inaugura

Sabato, 25 Aprile, 2015 - 19:00

A cura di

Roberto Lacarbonara

Artisti partecipanti

Maria Grazia Carriero, Pierluca Cetera, Paolo Ferrante, Giulia Gazza, Paolo Guido, Annalisa Macagnino, Marcello Nitti, Cristiano, Pallara, Michele Petrelli, Francesco Romanelli, Massimo Spada, Ulderico Tramacere, Luisa Valenzano, Marco Vitale.

Presso

Palazzo Ulmo
via Duomo, 55, Taranto

Comunicato Stampa

TARANTO: 25 aprile – 3 maggio 2015. Città Vecchia. Palazzo Ulmo - via Duomo, 53 | 55 - ospiterà “Welcome Home!”, a cura di Z.N.S.project e Welcome Home International. Un evento espositivo con un testo di Roberto Lacarbonara. Tra le suggestive mura di un importante esempio di riqualificazione di un antico edificio, il palazzo recuperato e ristrutturato ridona alla Città un pezzo della sua storia attraverso l’Arte Contemporanea.

 

“Welcome Home!” è una esposizione corale, un percorso di immagini e storie. Un’esperienza di Arte Contemporanea tra pubblico e privato. Z.N.S.project  già promotore del progetto ThULaB | Spazio per le Arti Visive, prosegue la sua mission con una nuova sfida: “Welcome Home!” mette insieme un bene storico che accoglie la comunità e le sue radici ed un ambiente intimo, privato, che si apre alla condivisione.

 

Protagonisti 14 artisti pugliesi: Maria Grazia Carriero – Pierluca Cetera – Paolo Ferrante  – Giulia Gazza – Paolo Guido – Annalisa Macagnino –  Marcello Nitti – Cristiano Pallara - Michele Petrelli – Francesco Romanelli – Massimo Spada - Ulderico Tramacere – Luisa Valenzano – Marco Vitale.

 

Con occhi del Sud guardano al contemporaneo nazionale ed internazionale; osano nella sperimentazione, indagano gli aspetti più intimi dell’uomo; avviano una dialettica che porta fuori i confini della nostra terra, la sua complessità, rielaborata in codici e immagini universali. Parola d’ordine “accoglienza”.

 

< Non era stata affatto una buona idea quella di allestire una mostra in casa mia. Ho sbagliato, sbagliato, decisamente. E lo sapevo sin dall’inizio. Ma erano passati già tre mesi, quasi quattro dalla fine di quell’esposizione e non c’era giorno che non pensassi alle settimane di convivenza con delle opere d’arte dentro casa. Eppure era il mio mestiere, l’arte. Ci campavo e mi piaceva. Per questo dissi “perché no?” ad ospitare una mostra in casa. E chiamarla con il nome dello zerbino! (dal testo di Roberto Lacarbonara)>

 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 591 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)