!VITA CHE FRIDA! OMAGGIO A FRIDA KAHLO

!VITA CHE FRIDA! OMAGGIO A FRIDA KAHLO

Titolo

!VITA CHE FRIDA! OMAGGIO A FRIDA KAHLO

Inaugura

Domenica, 5 Maggio, 2013 - 10:30

A cura di

Virginia Milici ,Relazione e Testi Dott. Valtero Curzi Filosofo Critico d’arte

Artisti partecipanti

Pittura: Susi Norfini, Franco Bonsignori, Salvatore Lopez, Mauro Malafronte, Marilena Bordin, Maria Teresa Bernasconi, Giuli Paolucci, Helena Gath, Luno , Virgy Milici.
Fotografia: Odilia Liuzzi, Luno, Trina Batchelor, Diana Isa Vallini, Virgy Milici,
Scultura: Sandro Bonforti, Susi Norfini, Rita BlùNùr, Dolores Leycegui, Miguel Martinez
Libro D’Artista :Diana Isa Vallini, Beatrice Landucci, Marinella Imbalzano, Libro di Gruppo Virgy Mailart ( 50 artisti partecipanti dal mondo)

Presso

ex Chiesetta S.Antonio
31050 Badoere TV

Comunicato Stampa

Comune di Morgano ,Assessorato alla Cultura Biblioteca Comunale di Morgano, Patrocini: Provincia Treviso , Regione Veneto .
Associazione Culturale Art Gallery Museum “ NabilaFluxus”
Inaugura
Expo Collettiva Internazionale di Arti visive (pittura , Fotografia, Scultura,libri d’artista )
Omaggio a Frida Kahlo
!VITA CHE FRIDA!
Sede EX CHIESETTA S.ANTONIO P.zza La ROTONDA BADOERE DI MORGANO (TV)
Titolo : ! VITA CHE FRIDA! Omaggio a Frida Kahlo

Opening Sabato 4 Maggio ore 1730/ 19.30

Vernissage Domenica 5 Maggio ore 10.30

Fine mostra 27 Maggio

Le opere di pittura/ scultura/ fotografia /grafica e libro d'artista di 19 artisti provenienti da Italia ,Francia, Messico,Nuova Zelanda. Dialogheranno in un contesto espositivo particolarmente unico con opere e documenti di Frida Kahlo provenienti da collezione privata.

Saranno in mostra dal 4 al 27 Maggio prossimi, nella ex chiesetta S.Antonio nella suggestiva Piazza La Rotonda di Badoere di Morgano. L’interessante mostra, promossa dal Comune e Assessorato alla cultura Biblioteca comunale associazione Culturale Art Gallery Museum “NabilaFlluxus”, con il patrocinio della Provincia di Treviso e la Regione Veneto.
Curata e ideata da Virginia Milici . Relazione e Testi di Valtero Curzi Filosofo Critico d’arte,
Verrà inaugurata Domenica 5 Maggio alle ore 10.30 con presenza delle Autorità comunali e degli artisti .
Proseguirà nel pomeriggio con intermezzo poetico
Presentazione libro di poesie di Enrico Danna “Come Tulipani per i miei occhi”.

La Mostra :
!VITA CHE FRIDA!
19 artisti riuniti in una collettiva provenienti da: Italia, Francia, Messico, Nuova Zelanda
Rendono Omaggio a: Magdalena Carmen FRIDA KAHLO y Calderón (Coyoacán, 6 luglio 1907 – Coyoacán, 13 luglio 1954)- Figlia di Wilhelm Kahlo, Tedesco da genitori Ebrei, emigrato in Messico sposato a una Messicana Matilde Calderón y Gonzalez. Frida Allieva, moglie e musa di Diego Rivera, ebbe contatti con molti protagonisti dell’arte europea tra le due guerre – Duchamp, Picasso ,Breton, lasciando a tutti il ricordo di un artista tormentata e inconfondibile, di una personalità straziata e indimenticabile. Artisti in collettiva legati da comune passione e ammirazione rendono omaggio alla sua forza, alla sua passione per la vita e l’arte ..Frida profondamente libera dentro Selvaggia e passionale come il suo paese d’origine, il Messico. Violenta e dolcissima come l’attaccamento alla vita che la caratterizzò, visionaria e realistica come i suoi quadri, Frida sicuramente una delle più grandi artiste contemporanee, a lungo misconosciuta ma recentemente scoperta dalla critica. Una delle artiste più intraprendenti e influenti del Messico. .
Frida... "un nastro avvolto attorno a una bomba" (André Breton)
La sua vita vissuta intensamente si è spenta a 44 anni
Curiosità : Frida Kahlo è stata la prima donna ispanica ritratta su un francobollo degli Stati Uniti, emesso il 21 giugno 2001. L'immagine scelta è un autoritratto dell'artista eseguito nel 1933.(Il francobollo originale si trova all’interno del libro d’artista di Gruppo MailArt (Virgy M.)
Importante : Particolarità dell’esposizione dove troviamo la stessa FRIDA KAHLO - SPECIAL GUEST
Con Opere e Documenti quali: lettere ,schizzi, bozzetti ,poesie dell’artista provenienti da collezione Privata.
Una mostra unica nel suo genere da non perdere.
La Curatrice
Virginia Milici
Introduzione
La figura di Frida Kahlo rappresenta nello scenario del mondo dell'arte una singolarità, sia perché è un'artista donna , in un mondo dove solo l'uomo aveva potuto emergere ed esprimersi come artista, ma sopratutto perché la sua arte è inscindibile dalle vicende umane della sua vita. Frida Kahlo è ,oltre che artista, una sacerdotessa di quell'arte esoterica della vita, alla continua ricerca della verità ultima e nascosta che solo attraverso il “dolore” e patimento è possibile raggiungere. La vita e di conseguenza la sua arte espressa, è stata segnata dal dolore fisico ed emozionale che l'hanno sempre accompagnata in tutta la sua esistenza. Ha magistralmente interpretato lo spirito nuovo e rivoluzionario che nella prima metà del '900 ha caratterizzato lo scenario culturale e sociale. La sua arte si definisce in contesti sempre nuovi e mai convenzionali, e quel definirsi chiaramente risente della sua particolare condizione umana, perché essa attraverso il simbolismo espressivo delle figure percorre le sue emozioni. La sua vita è quasi specchio delle vicissitudine storiche del periodo che va dai primi anni del '900 fino agli anni 50, era nata infatti a Coyoacàn il 6 luglio del 1907 e morta sempre a Coyoacàn il 13 luglio 1954. Ha attraversato gli anni tragici del primo novecento, in una sua propria condizione esistenziale, molto particolare, ed ha anticipato il ruolo della donna emancipata e “rivoluzionaria”, come il suo impegno politico iscrivendosi al Partito Comunista, conoscendo anche Lev Trotsky emigrato in Messico. Frida Kahlo è stata artista eclettica, donna fuori degli schemi e libera, tanto da apparire anche spregiudicata per le sue storie extra-coniugali e amori saffici. Ma questa sua caratteristica è presente anche nella sua arte, tanto da far dire a Pablo Picasso in una lettere a Diego Rivera che solo la pittura di Frida Kahlo riusciva ad esprime magistralmente aspetti della donna. In tutte le foto si vede una Frida dallo sguardo diretto e penetrante, ironico e sensuale, interrogativo e ammiccante che poi ritroveremo sempre nei suoi autoritratti dove si dipinge con caratteristiche ed estrose acconciature e riccamente ingioiellata. In lei prevale la scelta di rappresentarsi come oggetto della sua arte, più a celebrarsi come testimonianza dolorosa, che ad assumere atteggiamenti estetici di narcisismo.
Valtero Curzi ( Filosofo Critico D’Arte)

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 420 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)