VII Arte a Castello - la Grande Ricchezza

VII Arte a Castello - la Grande Ricchezza

Titolo

VII Arte a Castello - la Grande Ricchezza

Inaugura

Sabato, 5 Ottobre, 2013 - 17:30

A cura di

Alessandro Passerini

Artisti partecipanti

Andrea Amaducci, Matteo Arfanotti, Matteo Basilé, Alessandro Brunelli, Fabiana Belmonte, Paolo Berti, Mauro Campora, Alessandra Carloni, Enrico Carniani, Federica Costa, Antonio De Blasi, Giorgio Distefano, Mirko Dadich, Delfina De Pietro, Alessandro Falco, Tea Falco, Pino Ferrucci, Lorenzo Fontanesi, Pasquale Grilli, Vladimiro Lilla, Giulia Magagnini, Vittorio Manciagli, Marco Manzoni, Mario Mariano, Terry May, Lamberto Melina, Marella Montemurro, Luigi Mosca, Alessandro Passerini, Marco Pellizzola, Giulia Pesarin, Domenicoco Porcelli, Laura Ragazzi, Marianna Santoni, Simone Sapienza, Monica Seksich, Gabriella Siciliano, Symbolon, Giulio Tassinari, Stefano Tommasi, Gianni Triggiani, Giovanni Oscar Urso, Michele Valieri, Massimo Volponi, Paolo Volta, Collettivo VV, Mr Wany, Fabio Weik, Luca Zarattini, Elisa Zadi

Presso

Delizia Estense del Verginese
via verginese, 56 – 44015 – Portomaggiore (FE)

Comunicato Stampa

Giunta alla sua settima edizione, la rassegna Arte a Castello si sposta dalle Marche in Emilia Romagna, ospite della Delizia Estense del Verginese, antica dimora della famiglia d'Este e Patrimonio dell'UNESCO.

Al suo interno una selezione di fotografia, pittura e scultura selezionate dal Premio Nazionale di Arte Contemporanea 'Basilio Cascella', giunto alla LVIII edizione. Alla selezione si aggiungono diversi altri artisti facenti parte delle scorse edizioni della rassegna 'Arte a Castello' e altri invitati appositamente.

L'evento partecipa alla 9^ Giornata del Contemporaneo indetta dall'AMACI, ed è concomitante con il Festival di Internazionale che ogni anno si tiene nella città di Ferrara.

Tema di questa edizione, e degli ultimi 3 anni del Premio Cascella, è l'economia e il ruolo che l'arte può avere in essa, sia concretamente che ideologicamente. Il finissage di domenica 27 ottobre, presso la Vinaia della Delizia Estense, si terrà l'incontro/conferenza 'Arte / Cultura / Economia' in cui si discuterà di questi argomenti. Interverranno diverse realtà in ambito culturale, artistico ed economico che dibatteranno su tale argomento.

- - - - -

“L'artista è sottoposto ad un tema ampio, difficile, delicato. Ma chi più idoneo dell'artista a svilupparne i moti, e i modi, in cui la lira e l'ira hanno toccato e continuano a toccare, modificandone, il sistema e l'economia?

Quando la lira era in corso era in corso anche l'ira. Come se fossero, o forse lo sono, due facce della stessa medaglia, come se il denaro avesse, nella sua circolarità, un lato oscuro, e iracondo.

L'Europa ha optato per una moneta unica che circolasse oltre le frontiere nazionali e fosse sempre la stessa, ad unire ogni Stato, una cosa in comune, libera di oltrepassare le frontiere e mai cambiarsi: l'ira, insita nell'animo umano così come nella vecchia lira italiana,  ha continuato con l'Euro a suonare la sua musica e sempre più forte.

Cosa può fare un artista per scollare, scindere le due parti?

Ascolta. Vede. Tocca. Annusa. Assapora. E con il sesto suo senso immagina un altro modo. Un altro mondo possibile. E lo rende possibile. Lo comincia. Senza posa. Senza riposo. L'artista non è Dio. Ma, in questo paradiso che è il mondo, ed è fatto a scale, chi le scende e chi le sale, scale musicali e scale di Escher, c'è una moneta fuori corso che ancora rimbomba forte i suoi colpi, come chi è sepolto vivo, ad ogni battito dice che l'Euro è un impostore, che le frontiere esistono eccome, e che le banconote non sono un collante e mai potranno unire, semmai dividere. E prende piede l'ira così. La consapevolezza di essere incollati a delle banconote. Se da un lato c'è il potere, con tutte le sue conseguenze per raggiungerlo, e l'impotenza e l'ira, la rabbia, dall'altro lato c'è un ritratto ed è il ritratto di ognuno, come se si venisse qui, in questo paradiso di scale, ad avere e ad avere moneta sonante, a spenderla, mentre è la vita che si spende e se ne va, infine: e vita non è, rimane una musica, oltre i confini e oltre gli stati, e circola, come una banconota soffiata dal vento, leggera, e libera davvero”.

Terry May

- - - - - 

Vernissage: 5 ottobre 2013
Finissage: 27 ottobre 2013

Spazio Espositivo: Delizia Estense del Verginese, via verginese, 56 – 44015 – Portomaggiore (FE)
+39 335 236673 – verginese@atlantide.net - www.atlantide.net
Genere: collettiva di fotografia e pittura.

Orari: sabato e domenica dalle 10.00 alle12.30 e dalle 15.00 alle 19.00.
Orario del vernissage: ore 17.30
Orario del finissage: ore 17.00

Ingresso gratuito.

Patrocini: Cooperativa Atlantide, UNESCO, Comune di Portomaggiore, Collettivo TM15, il Faro Verde, Premio Nazionale di Arte Contemporanea 'B.Cascella', Premio Nazionale di Arte Contemporanea 'P. Occhi', Terry May Home Gallery, Galleria del Carbone, progetto polis_artika, Premio Centro, Mu.Di.Rc, Modus Vivendi, Collettivo VV, Modus Vivendi, Premio Centro, Albaretto Arte, Premio Castelbellino Arte.

Curatori: Alessandro Passerini, Massimo Volponi.

 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 811 visitatori collegati.

Informazioni su 'PasseArt'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)