Vicino ma non qui

Vicino ma non qui

Titolo

Vicino ma non qui

Inaugura

Giovedì, 20 Novembre, 2014 - 18:30

Artisti partecipanti

Luca Coser

Presso

Effearte
Via Ausonio 1 A, Milano

Comunicato Stampa

Milano, 20 Novembre 2014. La galleria Effearte è lieta di presentare la mostra personale di Luca Coser dal titolo Vicino ma non qui.

Il titolo della mostra è tratto da una conversazione tra l’artista e il critico Federico Mazzonelli che descrive così il suo lavoro: “La ricerca di Luca Coser si realizza attraverso dipinti, disegni, collages, sculture e installazioni caratterizzati da una tensione verso quella che potremmo definire come una dimensione di lateralità, che diviene la cifra costante del suo lavoro, determinandone insieme la condizione psicologica e la scelta linguistica, la dichiarazione poetica e la riflessione formale. Lo sguardo di Coser si posiziona in tal senso a lato dell’immagine, opera per dissolvenza, muovendosi tra simulazione e finzione nel tentativo di aprire tra opera e spettatore uno spazio tanto reale quanto indefinito, come fosse un luogo che porta in sé altri luoghi, come qualcosa che ci passa accanto ma è sempre da un’altra parte, qualcosa che, per citare l'artista, è vicino ma non qui. Alla stratificazione delle immagini e degli elementi del reale, attraverso scarti prospettici, dettagli inattesi, leggeri “strappi” visivi, Coser affida un processo di riscoperta poetica, tra cancellazione, parziale occultamento e riemersione di un visibile inatteso e inattuale, di ciò che si muove dietro il teatro della realtà, di ciò che lentamente si muove, citando Ernst Bloch, “sul dorso delle cose”.” 

Luca Coser è un artista che ha fede nei valori radicali e superiori dell’arte, nella sua energia che proietta verso il futuro e che persegue attraverso un costante lavoro sulla memoria dell'arte stessa. La sua poetica si fonda infatti sull'arte che cita sé stessa, e così facendo sostiene l'utopia che l'arte stessa possa diventare "salvezza", intesa nel senso di una sacralità del quotidiano lontana da ogni dogma religioso. L’artista trentino usa citazioni artistiche che provengono dal cinema, dalla musica e dalla letteratura, come un “filtro” con cui comunicare la sua personale visione del mondo. 

In mostra verrà presentato un ciclo di opere recenti nelle quali ripropone i temi tradizionali della sua poetica questa volta arricchiti da una riflessione sulla forza evocativa del colore bianco, riflessione tuttora in corso e approfondita l’anno passato a New York presso la residenza ARPNY (Artist Residency Program New York).

La densa rarefazione del bianco e delle figure che in esso si dissolvono diventa per l'artista l’occasione per muovere immagini che a tratti emergono, a tratti indietreggiano, e che sempre ci riconducono a un’operazione di scavo, di riscoperta e al tempo stesso di oblio.

A seguito della residenza ad ARPNY, i lavori di Luca Coser sono stati esposti nella mostra personale “The History Of White” presso le sale dell'ARPNY e  nella collettiva “Come Together” alla Molly Krom Gallery.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 596 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)