Valerie Honnart | Andremmo a vivere nei boschi?

Valerie Honnart | Andremmo a vivere nei boschi?

Titolo

Valerie Honnart | Andremmo a vivere nei boschi?

Inaugura

Mercoledì, 16 Novembre, 2016 - 19:00

A cura di

Lucia Collarile

Artisti partecipanti

Valerie Honnart

Presso

Spazio Cerere
Via degli Ausoni 3, Roma

Comunicato Stampa

Valerie Honnart

Andremmo a vivere nei boschi?

Una domanda, un progetto, una mostra

A cura di Lucia Collarile

Inaugurazione mercoledì 16 novembre

ore 18.00 press preview – ore 19.00 apertura al pubblico

Spazio Cerere, piano terra ex Pastificio Cerere - Via degli Ausoni, 3 (San Lorenzo) – Roma

Dal 16 al 23 novembre 2016

Un solo albero che cade fa più rumore di una foresta che cresce. (Lao Tse)

In occasione del suo ritorno in Italia, Valerie Honnart sarà in mostra con la personale Andremmo a vivere nei boschi? dal 16 al 23 novembre presso Spazio Cerere, nello storico quartiere romano di San Lorenzo.

Valerie Honnart é nata a Parigi, ha vissuto a Hong Kong, Pechino, Parigi e attualmente vive e lavora Roma. La natura della sua arte nasce dall’incontro di queste influenze, luoghi e culture: uno sguardo alla ricerca di una sinergia fra pieno e vuoto, propri della cultura orientale e una ricerca di ciò che trascende l’uomo, lo frammenta o lo porta all’interiorità.

Il percorso della mostra Andremmo a vivere nei boschi? si suddivide in tre tempi distinti e interscambiabili, tre ragionamenti elaborati su un unico soggetto: l’albero. Soggetto inteso principalmente nella sua accezione individuale (memoria, resistenza, radici) simbolica (mitologia) e collettiva (bosco o foresta, rifugio o pericolo). Attraverso queste tre riflessioni sull’albero, Valerie Honnart propone, come esperienza visiva e di meditazione, alcune delle tematiche a lei più care: le persone, le relazioni e la distanza tra i corpi, la comunità, il mito.

La mostra è introdotta da due grandi installazioni site-specific, opere concettuali con le quali l’artista approfondisce due temi importanti e complementari al percorso: il Ricordo e il Nido.

Opera icona della mostra, ma anche stimolo propulsivo dell’intera esposizione è l’Olmo Hougulou, antico e maestoso albero abbattuto a Pechino, amato e più volte fotografato da Valerie. La vecchia imponente pianta è stata sacrificata, nella distruzione dell’ antica Pechino e quindi della memoria di quella città, per la costruzione di una nuova urbanistica cittadina più funzionale e moderna.

Come afferma la curatrice Lucia Collarile: «Nei lavori in mostra la delicatezza della china cinese, il paziente lavoro dato da tante fasi successive di preparazione del supporto e stesura del colore, ciò che nella cultura asiatica serve a rendere più pacate le emozioni e meditate le azioni, nelle mani di Valerie Honnart si trasforma in segno espressionistico, gesto, forza, partecipazione emotiva. La passionalità francese, l’emotività della mitologia e la misura dell’iconografia classica, conosciuta durante i suoi lunghi soggiorni in Italia, si esprimono nell’imponenza figurativa e morale dei protagonisti delle sue opere, siano essi persone o alberi, individui o ambiente».

C’è una storia in ogni albero come in ogni individuo che fa parte della collettività. Per ogni individuo caduto, distrutto, sradicato, anche una parte della nostra umanità viene cancellata.

Così a Calais, Francia del Nord, c’è un campo profughi tristemente noto per essere particolarmente inospitale. Non a caso chiamato “La Giungla”. La foresta, nei dipinti di Valérie Honnart, è scura, con altissimi tronchi e le folte fronde degli alberi che lasciano passare solo spiragli di luce dorata. Un luogo di protezione e di pericolo che si anima dei corpi di questi esseri nomadi. Siamo una collettività sempre più nomade, diventeremo un immenso unico popolo in movimento continuo.  E noi andremmo un giorno a vivere nei boschi per ritrovare l’umanità e le radici che avremo perduto?

La mostra gode del patrocinio dell’Institut Français Centre Saint-Louis.

 

Vademecum:

Artista: Valérie Honnart

Titolo: Andremmo a vivere nei boschi? | Irions-nous vivre dans les bois?

Curatore: Lucia Collarile

Location: Spazio Cerere, piano terra ex Pastificio Cerere, via degli Ausoni, 3 – Roma

Inaugurazione: Mercoledì 16 novembre dalle ore 18, ingresso libero

Orari dal 17 al 23 novembre 2016: dal lunedì al venerdì dalle ore 16.00 alle ore 20.00; sabato e domenica dalle ore 15.00 alle ore 20.00; o su appuntamento
Per informazioni tel 3498779238

Sito web: http://www.valeriehonnart.com/
 

Ufficio Stampa: ChiNa Press Office
Chiara Ciucci Giuliani mob. +39 3929173661

email: chinapressoffice@gmail.com

 

Breve Bio

 

Valérie Honnart é nata a Parigi l’11/11/1966. Ha vissuto a Hong Kong, ha studiato alla Chinese Painting University di Pechino. Attualmente vive e lavora a Roma. La sua ispirazione ha luogo nell’incontro di queste influenze: uno sguardo alla ricerca di una sinergia fra pieno e vuoto propri dell’Asia e una ricerca di ciò che trascende l’uomo, lo frammenta o lo porta all’interiorità.

Mostre:

In Italia:

Roma: Dal 2000 ha esposto a Roma in varie gallerie la B-Gallery (2009), Spazio Visivo (2003-2002) e in diversi luoghi privati e pubblici. Nel 2006 ha esposto alla galleria Massenzio con lo scultore Luca Zanchi:

“La XII CASA” un percorso espositivo in cinque stanze. Con il patrocinio del Consilium Pontificium della Cultura del Comune di Roma.

Ha esposto in Toscana (Cetona nel 2007) e in Sicilia alla Tonnara di Scopello a settembre 2009.

In Francia:

Ha esposto a Parigi varie volte: marzo 2015, ottobre 2008 “L’Etre Fragmenté, l’être, fragment: thé”, a cura di Véronique Grange-Spahis dove ha incontrato Claude Mollard.

Partecipa regolarmente a varie mostre collettive.

Belgio:

Valerie Honnnart ha partecipato a varie mostre collettive, presso il Museo Maison Pellgrims di Brussels e presso la galerie du Chateau dove espone regolarmente. Espone a Bruxelles presso la galleria PEEP art.

In Cina:

2011 ha esposto presso la galleria Elisabeth de Brabant a Shanghai

Da 2012 espone presso la galleria Philip Staib a Shanghai, e alla Shanghai Art Fair.

Fiere:

Belgio:  LINEART Gent 2009, 2008, 2014

Francia:  LILLE ART FAIR 2009, ART TOUQUET 2009

Cina: SHANGHAI ART FAIR 2012, 2013, 2015

Korea: PUSAN ART FAIR 2016

Laureata presso l'Institut d'Etudes Politiques di Parigi e di un Master in Comunicazione presso l'Ecole Supèrieure de Paris (ESCP). Ha studiato la pittura tradizionale cinese presso l’Università di Shatin a Hong Kong. Ha frequentato l’Accademia della Grande Chaumiere a Parigi.

www.valeriehonnart.com

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 520 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)