Ungheria-Liguria, inaugura la manifestazione artistico-musicale a Palazzo Doria Spinola

Ungheria-Liguria, inaugura la manifestazione artistico-musicale a Palazzo Doria Spinola

Titolo

Ungheria-Liguria, inaugura la manifestazione artistico-musicale a Palazzo Doria Spinola

Inaugura

Lunedì, 26 Ottobre, 2015 - 17:00

A cura di

Daniele Grosso Ferrando

Artisti partecipanti

Szokolay Balàzs, Szigeti Tamàs, Berzsenyi Balàzs, Franco Buffarello, Enrico Merli.

Presso

Palazzo Doria Spinola
Largo Eros Lanfranco, 1, Genova

Comunicato Stampa

Lunedì 26 ottobre 2015, alle ore 17, a Palazzo Doria Spinola di Genova, in Largo Eros Lanfranco 1, Salone del Consiglio Metropolitano, doppio appuntamento con la manifestazione “Ungheria-Liguria”, gemellaggio fra musica ed arti fotografiche, pittoriche e scultoree.
L’evento è organizzato da Pietro Bellantone, responsabile dell’associazione culturale EventidAmare di Genova in collaborazione con la Città Metropolitana di Genova e l’Associazione Culturale Liguria-Ungheria. Gode inoltre del patrocinio di Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova nonché dell’Ambasciata di Ungheria in Roma, Consolato Generale di Ungheria in Milano, Consolato Onorario di Ungheria in Genova.
A programma, dalle ore 17, diversi interventi relatori ed introduttivi a cura dello stesso Pietro Bellantone; di Alfonso Gioia, consigliere delegato al Patrimonio e Bilancio della Città Metropolitana di Genova; di Giuseppe Giacomini, Console Onorario di Ungheria a Genova e di Irene Sinkò, presidente emerito dell’Associazione Culturale Liguria Ungheria.
A seguire, alle ore 17.15, il concerto “Omaggio ai compositori ungheresi” con Szokolay Balàzs, pianista di caratura mondiale. Musiche di György Kurtàg, Sàndor Szokolay, Béla Bartòk, Zoltàn Kodàly e Ferenc Liszt.
Alle ore 18,15 inaugurazione dell’omonima mostra collettiva di fotografia, pittura e scultura con esposizione delle opere del fotografo ungherese di fama internazionale Szigeti Tamàs, dello scultore Berzsenyi Balàzs e dei pittori italiani Franco Buffarello ed Enrico Merli. Presentazione a cura del professor Daniele Grosso Ferrando, stimato storico e critico d’arte che così recensisce la mostra: «Ha il grande merito di riunire esperienze artistiche di alto livello in un dialogo fra le arti molto stimolante». Introdurranno Pietro Bellantone ed Italo Porcile, assessore comunale all’Ambiente.
Al termine, nel Salone degli Arazzi, sarà disponibile un rinfresco con prodotti d’eccellenza ungheresi e liguri a cura di Maria Csontos e referenti dell’Associazione Liguria-Ungheria.
L’esposizione resterà aperta al pubblico sino a sabato 7 novembre 2015. Ingresso libero tutti i giorni dal lunedì al venerdì con orario 10,30-18, il sabato dalle 9,30 alle 12,30, chiuso i festivi.
Per ulteriori informazioni contattare l’associazione EventidAmare al numero 348.15.63.966 o inviare mail all’indirizzo di posta elettronica eventidamare@libero.it.

Approfondimenti, a cura del professor Daniele Grosso Ferrando

La forza evocativa delle fotografie di SZIGETI TAMAS consiste nella sua straordinaria capacità di “catturare” il tempo attraverso la doppia presentazione dello stesso personaggio a distanza di anni. Le fotografie diventano così un viaggio nel tempo e nella memoria che scandisce la metamorfosi dell’immagine in un gioco concettuale e visivo sull’identità passata (in bianco e nero) e attuale (a colori). I protagonisti di questa relazione esistenziale con la dimensione tempo sono le maggiori celebrità ungheresi nel campo della musica lirica e Placido Domingo, fotografato nel 1986 durante le prove dell’Otello all’Opera di Budapest e nel 2014 al Teatro di Vienna. Sfidare Crono è stato il sogno di molti artisti, da Monet a Opalka a On Kawara: Szigeti vi riesce in modo particolarmente originale lasciando che sia lo stesso protagonista della foto ad autopresentarsi in un sottile gioco illusionistico. In questo modo le sue fotografie sintetizzano cronaca, rappresentazione e immaginario personale, ponendosi in una dimensione spazio/tempo che le mantiene sospese fra finzione e realtà.
Le sculture di BERZSENYI BALÀSZ uniscono materiali “antichi” e nobili (il bronzo) a materiali moderni (l’acciaio inox) in un’originale sintesi linguistica. In “Le voci strozzate” Balàsz, giocando sulla dialettica fra forma astratta e stimoli figurativi, genera in chi osserva un effetto spiazzante e un turbamento visivo, mentre in “Un ‘diavolo’ per violino” il contrasto fra superfici levigate e altre grezze produce intense vibrazioni chiaroscurali.
Per FRANCO BUFFARELLO l’ironia, amara e beffarda, svela la falsità di un mondo senza senso dove tutto é maschera e finzione e l’unico spiraglio (o difesa?) é svelarne il lato comico e paradossale in una visione disincantata della realtà. I suoi personaggi buffoneschi, come “I Generali” di Enrico Baj, sono gli anti/eroi di un universo senza più coordinate esistenziali dove ogni cosa ha l’aspetto di una tragicomica caricatura. Le opere di ENRICO MERLI ci trasportano, invece, in una dimensione metafisica fatta di sogni e di attese, dove il mondo magico dell’ infanzia diventa paradigma di un’evasione esistenziale che oltrepassa i limiti della vita quotidiana chiusa in spazi invalicabili (una porta, un muretto). Ma come la siepe leopardiana é un ostacolo fisico che si supera con l’immaginazione, in “Oltre il muro” e “Curiosità” di Enrico Merli è il desiderio di libertà della bambina che la porta a volare nel cielo azzurro.

Associazione Culturale EventidAmare. Scopi e finalità. EventidAmare è un’associazione di promozione culturale ed enogastronomica nata nel 2010. Le finalità che si propone sono la realizzazione di eventi nazionali ed internazionali che concorrano alla valorizzazione del patrimonio ligure: arte, musica ed enogastronomia. Ha progettato e realizzato, in questi anni, eventi interculturali che hanno previsto l’incontro, lo scambio e il confronto nei settori dell’arte, della musica e dell’enogastronomia. Quella ligure è venuta così ad “abbracciare” culture alcune volte “vicine”, perché appartenenti al bacino del Mediterraneo ed altre invece lontane, grazie anche alla collaborazione dei Consolati di Francia, Perù, Tunisia, Ungheria, Uruguay, Congo, Haiti, Spagna. Altre volte, quale riconoscimento dell’attività realizzata, ha ricevuto il patrocinio morale da parte delle Ambasciate in Italia di Bolivia, Colombia, Ecuador, Portogallo, Spagna, Venezuela (con l’importante collaborazione del Museo Luzzati, Germano Beringheli, Luciano Caprile e Stefano Bigazzi, Erminio Raiteri, Maria Cristina Castellani, Alessandro Bertirotti, Stefano Finauri, l’associazione spagnola Trescucarachas, Carlo Marrale e Eliano Calamaro per la musica, Virgilio Pronzati per l’enogastronomia e Gianpaolo Belloni-Zeffirino, ambasciatore della Cucina Italiana nel Mondo).

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 504 visitatori collegati.

Inaugurano Oggi

Occhi chiusi Mente aperta

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea A cura di: Ca' di Fra' - Milano
Con: Angelo Verga
Presso: Ca' di Fra' - Milano

Informazioni su 'Daniela Cassinelli'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)