un possesso per l'eternità

un possesso per l'eternità

Titolo

un possesso per l'eternità

Inaugura

Martedì, 17 Novembre, 2015 - 18:00

A cura di

Anna Soricaro

Artisti partecipanti

Vito Carta, Tommy Pantuso, Sara Zamperlin

Presso

centro culturale zerouno
via indipendenza, 27

Comunicato Stampa

Una citazione di  Oscar Wilde genera un’un esposizione particolarmente libera da schemi, rigori e perché lasciando che tre artisti si confrontino con la contemporaneità sfruttando i mezzi che la stessa mette a disposizione. La libertà di espressione esordisce come un inno alla bellezza, oggettiva e soggettiva, eterna e soddisfacente. 
Quale opera d’arte non gode della bellezza? 
Poche parole servono per opere inconsuete, spregiudicate, innovative e irriverenti: questi i presupposti da rintracciare nelle opere che comporranno una mostra schietta ed avvincente dedicata solo ed interamente all’arte digitale. Partendo dalla fotografia o da ciò che la mente detta si potranno ammirare opere simili nella tecnica, ma diverse nelle espressioni: tre importanti artisti sapientemente si sono espressi lontani da retorica e parole, lasciando che la loro sapienza si generasse in una bellezza sempre eterna. Vito Carta, Tommy Pantuso, Sara Zamperlin  sono i prescelti per questo percorso che sia traccia del presente e divenga possesso per il futuro attraverso l’utilizzo dell’espressione più contemporanea che esista. Vito Carta è una mano matura che con eleganza e classe disgrega le immagini e lascia che si spalmino sulla superficie calibrando sapientemente i toni. Sagome e paesaggi si allargano, combinano e mescolano finchè non si giunge alla resa finale che è sempre di grande impatto. Tommy Pantuso è un artista poliedrico e dinamico, maestro del digitale, per questa esposizione si presenta solo con opere concettuali lasciando che scintille di colore, sprazzi lucenti ed estro si mescolino dando vita a grandi creazioni. Attento e meticoloso riesce a sorprendere con determinazione e raffinatezza lasciando che la sequenza delle sue creazioni sia avvincente e coinvolgente come il suo spirito artistico. Sara Zamperlin parte dalla fotografia e lascia che le immagini si consumino divenendo grandi espressioni d’arte: in questa esposizione incanta con una nuova ricerca dedicata alle bambole dove studio e tecnica sono il presupposto basilare per identificare quei bimbi di pezza come protagonisti di un nero mondo silenzioso in cui non si deve solo stare a guardare. 
 
 
 
[……]La Bellezza è l'unica cosa contro cui la forza del tempo sia vana. Le filosofie si disgregano come la sabbia, le credenze si succedono l'una sull'altra, ma ciò che è bello è una gioia per tutte le stagioni, ed un possesso per tutta l'eternità.
Aforismi, Oscar Wilde
 
 
Info
Sede: Centro Culturale Zerouno,via indipendenza, 27, Barletta    
Periodo di Riferimento: 17 novembre - 2 dicembre
Vernice: martedì 17 novembre - ore 18.00 -  Patrocini: Fondazione Giuseppe De Nittis
Orari:. lun- ven. 17.30 - 20. sabato e tutte le mattine su appuntamento - dom. chiuso
Ingresso: Libero
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 3 utenti e 587 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)