TESSERE SOGNI MINIARTEXTIL 2016

TESSERE SOGNI MINIARTEXTIL 2016

Titolo

TESSERE SOGNI MINIARTEXTIL 2016

Inaugura

Sabato, 1 Ottobre, 2016 - 17:00

A cura di

Luciano Caramel

Presso

Ex Chiesa di San Francesco
Largo Spallino, 1

Comunicato Stampa

TESSERE SOGNI MINIARTEXTIL 2016

TO WEAVE DREAMS: la 26° edizione

Torna MINIARTEXTIL, la rassegna di fiber art internazionale che ogni anno, da 26 anni, porta il nome della città di Como in tutto il mondo e artisti di fama internazionale sulle sponde del lago.

Il tema a cui è dedicata la nuova edizione è TESSERE SOGNI: l’attenzione viene riportata al fare artistico proprio della textile art. L’invito rivolto agli artisti di tutto il mondo, è stato quello di pensare e realizzare artisticamente un sogno, un desiderio. E se la definizione di TESSERE rimanda all’atto di intrecciare al telaio i fili della trama con quelli dell’ordito, per fare una tela o un tessuto, parallelamente idee, fantasie, capacità, desideri, passioni, gioie e tristezze, si intrecciano nella quotidianità creando la vita. Ma TESSERE ha anche valenza del fare pratico, della tradizione antica del telaio: un ulteriore invito a guardare al passato per lasciarsi affascinare dal contemporaneo.

Le opere selezionate dalla giuria artistica per quanto riguarda i minitessili e dall’associazione Arte&Arte con il curatore Luciano Caramel, per le grandi installazioni, coinvolgeranno due sedi espositive: la Ex Chiesa di San Francesco a Como e Villa Bernasconi a Cernobbio.

I 54 minitessili

Quest’anno per la 26° edizione dedicata a TESSERE SOGNI, sono ben 22 le nazioni rappresentate nelle 54 opere selezionate dalla giuria artistica tra 315 adesioni al bando di concorso. Dagli Stati Uniti, Messico, Argentina, passando per il Giappone e giungendo in Europa con Slovacchia, Polonia, Olanda, Francia, Spagna, Finlandia, Ungheria, Germania, Svizzera e Italia. 

La giuria artistica 2016 era composta dal prof. Luciano Caramel, curatore della mostra, dalla Dott.ssa Marie Deparis giornalista, curatrice, organizzatrice del Premio DDessin (Parigi) e Mimmo Totaro, artista e vicepresidente dell’Associazione Arte&Arte.

Gli artisti invitati ad esprimersi sul tema TESSERE SOGNI, hanno raccontato nelle opere di piccole dimensioni i loro sogni e desideri. Come spesso accade l’arte è riflesso della contemporaneità, ed è proprio per questo che nei minitessili ritorna il tema della pace e solidarietà, ma al contempo quello del viaggio e del transito di popoli. In altre opere si ritrova invece la fragilità della dimensione onirica, il tempo breve che essa occupa. I materiali utilizzati sono diversi, al tradizionale filo di cotone, lino e lana, si affiancano carta, vetro, plastica, legno e metallo.

Anche quest’anno sono stati assegnati tra i minitessili il Premio Ratti e il Premio Arte&Arte. Per il Premio in memoria del Cavaliere Antonio Ratti è stato selezionato il lavoro dell’artista lettone Biruté Kaupaité Dominaité, Do not steal my dreams, con la seguente motivazione: con estrema e raffinata semplicità l'opera esalta la funzione e la leggerezza del filo sino a dar vita al sogno. Il Premio dell’Associazione Arte&Arte, invece, è stato assegnato all’opera che dà forma poetica e ironica a un sogno di liberazione e a un viaggio nel silenzio, En Silencio appunto, dell’artista spagnola Maria Munoz Torregrosa.

 

 

Le grandi installazioni

Nella Ex Chiesa di San Francesco a Como vengono presentate al pubblico 13 installazioni internazionali. La navata centrale della Chiesa è letteralmente reinterpretata dal collettivo artistico NUMEN/FOR USE che realizza, proprio per la mostra MINIARTEXTIL TESSERE SOGNI, l’installazione TAPE utilizzando oltre 25.000 metri si scotch! Per la prima volta i visitatori saranno invitati ad interagire con l’opera e viverla intensamente entrandoci e toccandola.

Altra grande installazione nella Chiesa è firmata dall’artista americana JANET ECHELMANN: quest'opera d'arte esperienziale è un ambiente immersivo, che invita i visitatori nelle sue pieghe morbide e masse eteree. Le cappelle laterali della navata sono arricchite dalle opere di Marialuisa Sponga, Simona Muzzeddu, Carmen Colibazzi, Raffaele Penna, Nao Kimura, Inga Liksaite, Marya Kazoum, Arturas Morozovas, Cecile Dachary, Sonya Clark.

MINIARTEXTIL 2016 apre il 1° ottobre con le performance di De Falco

In occasione dell’inaugurazione saranno gli attori coordinati dall’artista performer THOMAS DE FALCO, recentemente in scena con una performance all’Ara Pacis di Roma, ad accogliere e coinvolgere il pubblico nella Ex Chiesa di San Francesco e nella vicina San Pietro in Atrio.

Ex Chiesa di San Francesco - alle 17.00 TDF – WE

Nell’Ex chiesa di San Francesco, sede principale della rassegna collettiva di FIBER ART, in una delle cappelle laterali, De Falco realizzerà un’installazione tessile che vede come protagonisti tre modelli collegati nelle loro intimità da filamenti di wrapping di colore bianco, con un unico particolare rosso che invadono tutto lo spazio della cappella. I soggetti, inizialmente immobili, in piedi, con gli occhi chiusi, modificheranno le loro posizioni originarie attraverso una lenta e impercettibile mutazione dallo stato originario, fino a rimanere incastonati in un blocco scultoreo. Questo blocco scultoreo che avvolge i tre protagonisti, rappresenta emblematicamente il sogno dei due amanti reso tangibile dalle radici di tessuto create manualmente dall’artista.

San Pietro in Atrio dalle 15.00 alle 19.30 TDF TEMPO

Oltre ad essere presente all’interno della mostra collettiva nella ex Chiesa di San Francesco, l’artista ha studiato un'installazione corale nella chiesa di San Pietro in Atrio, nel centro storico della città. Si tratta di una performance di grande respiro tra uomini e una donna, collegati tra loro da filamenti di wrapping di seta e cotone come una enorme radice di colore bianco con un particolare rosso, segno distintivo dell’artista. I wrapping avvolgono le parti intime dei soggetti e si dipanano nello spazio circostante collegandosi alle pareti dell’antica chiesa creando un’esplosione di intrecci di grande effetto. Durante la performance i soggetti posti su uno strato di terra e polvere di cemento bianco, modificheranno la loro posizione iniziale mediante lenti e impercettibili movimenti al suono di un contrappunto musicale, completamente ideato dallo stesso De Falco. L’accompagnamento musicale è per l’artista non soltanto fonte d’ispirazione ma anche griglia matematica, reticolo e telaio su cui tessere i gesti dei suoi modelli e modelle. Il sogno, tema generale della manifestazione di quest’anno, è inteso da De Falco nella performance TDF TEMPO in senso assoluto, come sentimento esistenziale di amore ideale non realizzabile.

 

 

 

A Cernobbio la protagonista è Crystal Wagner

A Villa Bernasconi di Cernobbio, con la mostra MINIARTEXTIL 2016 TESSERE SOGNI, trionfa il colore con l’artista americana CRYSTAL WAGNER. L’artista lavora con materiali che si incontrano normalmente nella vita quotidiana e porge una particolare attenzione alle relazioni tra le persone e l’ambiente in cui vive: le sue opere creano una giustapposizione tra paesaggi esotici disseminati sul pianeta e paesaggi moderni e tecnologici creati dall’uomo. Con le sue installazioni intende evocare uno stupore provocatorio che spinga gli esseri umani a distaccarsi dalle loro creazioni e a guardare oltre per avvicinarsi maggiormente al mondo in cui vivono.

Carole Peia vincitrice del Premio Sponga

La prima edizione del Premio Giancarlo e Marialuisa Sponga, in ricordo dell’artista tessile scomparsa lo scorso anno, proposto a giovani artisti o ricercatori di fiber art, è stato assegnato alla giovane ricercatrice di Cuneo, Carole Peia. La tesi “Il filo conduttore fra arte e società. Dalla fiber art allo Yarn Bombing” ha saputo coinvolgere ed affascinare i membri dell’Associazione Arte&Arte per originalità e completezza nella ricerca e per l’interesse internazionale e quindi di arricchimento e confronto, che da sempre caratterizzano anche il lavoro dell’Associazione per la mostra di fiber art MINIARTEXTIL. Il lavoro di ricerca verrà presentato sabato 12 novembre nella Ex Chiesa di San Francesco.

Sabato 1° ottobre: doppia inaugurazione

Il pubblico è invitato a partecipare all’apertura della mostra MINIARTEXTIL 2016 TESSERE SOGNI alle ore 17.00 presso la Ex Chiesa di San Francesco a Como, dove avrà luogo la performance TDF – WE dell’artista Thomas De Falco. Un servizio navetta porterà poi i visitatori presso Villa Bernasconi a Cernobbio, seconda sede della mostra, per l’inaugurazione alle ore 19.00.

Dalle 15.00 alle 19.30 nella Chiesa di San Pietro in Atrio si svolgerà la performance TDF – TEMPO dell’artista Thomas De Falco.

INFORMAZIONI

1° ottobre – 20 novembre 2016

 

ORARI

Da martedì a domenica 11 – 19

Lunedì chiuso - Aperta martedì 1° novembre

 

INGRESSO

Ingresso intero 7

Ingresso ridotto 5

-       over 65

-       studenti fino 18 anni

-       accompagnatori disabili

-       gruppi superiori alle 15 persone

-       CARD MUSEI LOMBARDIA - Soci TOURING – Soci FAI – Card PAROLARIO – Card FELTRINELLI – ABBONATI Teatro Comunale San Teodoro - Cantù

 

 

 

Ingresso gratuito

-       bambini fino a 10 anni – disabili - giornalisti con tesserino

 

VISITE GUIDATE

Visite guidate per le scuole: 3 € + 30 € costo visita

Visita guidata singolo: 7 € biglietto + 5 € costo visita

Visite guidate gruppi: 7 € biglietto + 30 € costo visita 

Visita guidata sabato mattina ore 11.00 (italiano): 7 € biglietto

Visite guidate ING/FR: 7 € biglietto + 50 € costo visita

 

CATALOGO in mostra 15

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 473 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)