STOICHEION | I quattro elementi

STOICHEION | I quattro elementi

Titolo

STOICHEION | I quattro elementi

Inaugura

Lunedì, 23 Giugno, 2014 - 21:00

A cura di

Angelo Raffaele Villani | ROSSOCONTEMPORANEO, testi di Amelì Liana Lasaponara

Artisti partecipanti

Claudio Cavallaro

Giulio De Mitri

Francesca Fini

Franco Fiorillo

Iginio Iurilli

Solidea Ruggiero

Presso

Frantoio ipogeo
Piazza Spagnolo Palma, Sava (Ta)

Comunicato Stampa

La Galleria ROSSOCONTEMPORANEO lancia il format LABORATORIO.IPOGEO, all’interno della fitta programmazione eventi della 36° Edizione del GIUGNO SAVESE 2014, con il patrocinio del Comune di Sava (Ta) e in adesione al progetto “Friend of Lecce”, per la Candidatura di Lecce, Capitale Europea della Cultura 2019.

Una programmazione espositiva tematica dedicata all’arte concettuale, tra video art, fotografia, installazione e performance, nel suggestivo frantoio ipogeo di Piazza Spagnolo Palma a Sava (Ta).

Il primo evento di LABORATORIO.IPOGEO sarà STOICHEION | I quattro elementi, con inaugurazione lunedì 23 giugno 2014 alle ore 21,00. Una mostra collettiva multisensoriale incentrata sui quattro Elementi della natura, simboli imprescindibili di nascita e morte di ogni cosa.

La mostra a cura di Angelo Raffaele Villani di ROSSOCONTEMPORANEO, in collaborazione con Amelì Liana Lasaponara, autrice dei testi critici, annovera la presenza di sei artisti appartenenti a generazioni, formazione e linguaggi diversificati (dal video alla fotografia, dalla scultura all’istallazione) - Claudio Cavallaro, Giulio De Mitri, Francesca Fini, Franco Fiorillo, Iginio Iurilli e Solidea Ruggiero - originali narratori dei quattro Elementi (Acqua, Aria, Terra e Fuoco), con approcci riconoscibili, tra narrazioni esistenziali e istanze particolari e valori universali.

 

 

 

Stoicheion.
L’inizio, il principio. 

Ed era il Caos.

"Un dio, col favore di natura, sanò questi contrasti: 

dal cielo separò la terra, dalla terra il mare

e dall'aria densa distinse il cielo limpido.                                                 

E districati gli elementi fuori dall'ammasso informe, 

riunì quelli dispersi nello spazio in concorde armonia." 

(Ovidio - Libro I)

I quattro Elementi - il fuoco, l’aria, l’acqua e la terra - che segnano l'inizio e la fine, la nascita delle cose, ma anche la loro morte, determinando un processo ciclico di aggregazione e di separazione. Nessun elemento è puro e l’alchimia delle contaminazioni per contrapposizione o similitudine rende l’individuo aderente a tutti i regni e, dunque, a tutti gli Elementi. 

Dinamico e maschile come il Fuoco; vitale ed universale come l’Aria; sorgente di vita come l’Acqua; fertile e creativo come la Terra. E così, contrapposizione e similitudine, trovano il loro rituale evocativo in un contesto espositivo di grande fascino, un antico frantoio ipogeo, viscere della terra, attraverso la contemporaneità narrativa dei sei artisti in mostra, in un percorso concettuale, tra scultura, fotografia, video e performance. 

 

[Amelì Liana Lasaponara]

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''