Stefania Pennacchio. Hydros, sacre memorie femminili

Stefania Pennacchio. Hydros, sacre memorie femminili

Titolo

Stefania Pennacchio. Hydros, sacre memorie femminili

Inaugura

Martedì, 8 Marzo, 2016 - 18:30

Artisti partecipanti

Stefania Pennacchio

Presso

Esh Gallery
Via Forcella, 7, Milano

Comunicato Stampa

 

 

ESH GALLERY

Stefania Pennacchio. Hydros: sacre memorie femminili   
opening: 8 marzo 2016

   

Con la mostra Hydros: sacre memorie femminili, che inaugurerà martedì 8 marzo presso Esh Gallery, spazio milanese dedicato all’arte e al design, viene presentata l’opera della ceramista calabrese Stefania Pennacchio che ci accompagnerà in un affascinante viaggio che dal mondo sacro e antico del Mediterraneo più misterioso, giunge sino ad un linguaggio artistico di grande contemporaneità in cui la figura femminile, il sacro e l’acqua sono le presenze costanti.

La mostra, con le sue opere, sostiene la Fondazione Umberto Veronesi, e una parte del ricavato sarà devoluto ad essa, in particolare a "Pink is Good", progetto della Fondazione nato nel 2014 per combattere il tumore al seno, attraverso il finanziamento di borse di ricerca ad eccellenti medici e ricercatori che si occupano di questa specifica patologia. I fruitori della mostra potranno altresì ricevere informazioni sul progetto Pink is Good e sull’importanza della prevenzione sul tumore al seno grazie alla presa libera di un leaflet aggiornato.

 

L’arte di Stefania Pennacchio nasce da un terreno semantico le cui origini sono da ricercare nel mondo dell’antica Grecia, nei suoi miti, nel blu del Mar Mediterraneo. Origini che portano ad un racconto stratificato di culture, antiche civiltà e memoria.

La mostra è una raccolta di circa 20 sculture in ceramica sperimentale e Raku, antica tecnica giapponese, alcune delle quali verranno illuminate dall'interno con dei LED, altre saranno in acqua salata simbolo di memoria e sacralità.

Sarà presente anche una serie di gioielli realizzati appositamente per l’esposizione, creazioni a tiratura limitata, come piccole opere d’arte da indossare.

Forme come ogive, sfere di ceramica rimandano ad un linguaggio antico e ad una femminilità sottolineata da curve armoniose, ma la cui matrice classica, dapprima presente, si perde via via con la deformazione di corpi.

Ara intesa come tempio e altare, un racconto estetico che fa appello e ha intenzione di narrare l'influenza femminile sulla storia.  
Vuole essere il racconto estetico della genesi del nucleo familiare e dell'intera società, dal passato fino al contemporaneo,il ruolo del femminile nella costruzione del futuro e del tessuto sociale. La memoria è quella dell'acqua del mare, che con la sacralità del sale sembra avere ricordo e registrazione di ciò che è accaduto e prepara il futuro.
Il bacino del Mediterraneo è culla azzurra di cultura custodita tra i fondali del mare, i ginecei, le strade blu che veicolarono viaggi, cultura orale e tradizioni.

 

Esh Gallery

Hydros: sacre memorie femminili 8 marzo 201617 aprile 2016

opening: martedì 8 marzo h 18.30

Via Forcella 7 Milano

eshgallery.com enquiries@eshgallery.com

t +39 0256568164

orari: 1030-1830

lun - ven su appuntamento.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 533 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)