Simone Scopetani, L'acustica della nebbia (peso e dinamica della materia aerea)

Simone Scopetani, L'acustica della nebbia (peso e dinamica della materia aerea)

Titolo

Simone Scopetani, L'acustica della nebbia (peso e dinamica della materia aerea)

Inaugura

Domenica, 12 Gennaio, 2014 - 18:00

Artisti partecipanti

Simone Scopetani nasce a Firenze nel 1974. Nel capoluogo toscano si diploma presso la sezione di Oreficeria dell’Istituto d’Arte di Porta Romana ed inizia a frequentare la scuola di Decorazione Pittorica all’Accademia di Belle Arti ma presto lascia i corsi per iscriversi alla Facoltà di Lettere. Nel 1999 pubblica la raccolta di racconti “Frantumario” (Ed. Nuovi Autori, Milano), seguita da una seconda raccolta intitolata “I cerchi dello stagno di South Means” nel 2002 (ed. Il Furetto, Firenze). Nello stesso anno, il ritorno all’esplorazione della materia come campo di espressione e comunicazione lo conduce a iscriversi di nuovo all’Accademia di Belle Arti, studiando con insegnanti quali Romano Lucacchini, Anna Gallo, Pietro Beni e diplomandosi nel 2007 in Scultura.
 

Presso

STUDIO 38 Contemporary Art gallery
Corso G. Amendola 38E, Pistoia

Comunicato Stampa

STUDIO 38 Contemporary Art Gallery

presenta

SIMONE SCOPETANI

L'ACUSTICA DELLA NEBBIA
(peso e dinamica della materia aerea)

Domenica 12 gennaio alle ore 18.00, sarà inaugurata la personale di Simone Scopetani "L'acustica della nebbia (peso e dinamica della materia)", presso gli spazi di STUDIO 38 Contemporary Art Gallery. In mostra saranno presenti bronzi e gessi del giovane scultore fiorentino, realizzati a partire dal 2005 fino ad oggi.
Scopetani realizza, con grande maestria, sculture da materiali grezzi di ferro o blocchi di materiale ferroso da lui stesso raccolti nelle miniere dell'Isola d'Elba, e crea forme spesso anatomiche come mani, parti di volto o corpi appena accennati, di elevata finezza e forti suggestioni. Nella serie dei Nuclei il materiale grezzo non è lavorato del tutto, piuttosto rimane, a significare il punto di origine da cui le parti anatomiche prendono vita, creando così un forte distacco fra la superficie liscia della materia lavorata e la superficie ruvida della materia grezza.
Indubbiamente lo scultore ha assimilato la lezione di grandi maestri come Rodin da cui riprende le figure incastonate nella materia primordiale, o Mitoraj i cui volti spezzati, di ispirazione classica,  segnano l'incontro tra la modernità e l'antichità classica, o ancora Medardo Rosso, il più amato da Scopetani, che in lui ha lasciato un segno indelebile.
Così Scopetani spiega il suo operare: "Una riflessione emotiva sul carico simbolico-spirituale della materia, muovendo dalla sua accezione più eterea fino alle concrezioni stratificate della roccia minerale, attraverso un percorso plastico che propone l’esplorazione tanto di strati di più immediata resa segnica e gestuale, fino all’evocazione figurativa che genera direttamente dalle presenze concretamente fisiche di materiali metallici".

   
La mostra sarà visitabile dal martedì al sabato con orari 10.00 – 13.00, 16.00 – 19.30, domenica 16.00 – 19.30, presso STUDIO 38 Contemporary Art Gallery, Corso G. Amendola 38E, Pistoia
info@studio38gallery.it 

www.studio38gallery.it

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 589 visitatori collegati.

Informazioni su 'STUDIO 38 Contemporary Art Gallery'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)