si vis pacem, para bellum - Zino

si vis pacem, para bellum - Zino

Titolo

si vis pacem, para bellum - Zino

Inaugura

Sabato, 21 Gennaio, 2017 - 18:00

A cura di

Luca Ciancabilla

Artisti partecipanti

Luigi Franchi (Zino)

Presso

Galleria B4
Via Vinazzetti 4/b, Bologna

Comunicato Stampa

Z I N O

SI VIS PACEM, PARA BELLUM

A cura di Luca Ciancabilla - Testi di Raffaele Quattrone

Inaugurazione sabato 21 gennaio 2017 alle ore 18

GALLERIA B4, Via Vinazzetti 4/b (zona universitaria), Bologna. La mostra rimarrà aperta fino a mercoledì 1 marzo  dalle 17 alle 20, dal martedì al sabato oppure su appuntamento, ingresso libero

 

Attraverso l’arma dell’arte Zino ci porta a riflettere sulla troppo libera diffusione delle armi, sulla loro facilità di acquisto e sulle strategie di marketing utilizzate dalle società venditrici per promuovere i loro prodotti al pari di altri di uso quotidiano. Un modo per rendere le stesse esteticamente appetibili ma anche ironiche, simili ad armi giocattolo. L’economia delle armi e dei conflitti è un’economia a tutti gli effetti e all’interno di questo sistema le armi hanno la loro cultura, economia e politica. È pertanto in questo processo che deve inserirsi il cambiamento a livello di educazione, informazione, socializzazione. È possibile cambiare? L’arte è una straordinaria arma di riflessione e cambiamento. Può aprirci nuove possibilità.

Raffaele Quattrone

 

Zino, nome d’arte di Luigi Franchi, nasce a Teramo nel 1973. Dopo aver studiato storia dell’arte all’Università di Bologna, inizia a frequentare il mondo dell’arte contemporanea partecipando alla realizzazione di diverse installazioni in Abruzzo. Nel 2003 consegue il diploma di restauro presso Palazzo Spinelli a Firenze e dal 2004 vive a Pescara dove insegna, restaura, taglia, incolla, scrive, suona e collabora alla vita culturale della città.

 

Magnum”, 60x60, lego su tavola, 2016.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''