SASHA FROLOVA. "PSIONICS" personal exhibition in Milan

SASHA FROLOVA. "PSIONICS" personal exhibition in Milan

Titolo

SASHA FROLOVA. "PSIONICS" personal exhibition in Milan

Inaugura

Martedì, 18 Febbraio, 2014 - 19:00

Artisti partecipanti

SASHA FROLOVA

si forma e cresce nel movimentato clima artistico russo dell’inizio secolo, tanto che viene definita un’eroina “futuribile e sexy”, una specie di cyberpunk in latex.

Nasce come cosplayer in sfilate d’alta moda e diventa subito un’icona sostenitrice di un’ innovativa concezione di fare arte.

Presso

galleria Federica Ghizzoni
via del Lauro 14, angolo via Broletto, milano

Comunicato Stampa

prima personale italiana dell’artista russa SASHA FROLOVA

sculture gonfiabili in latex e metallo, oggetti  in latex e plastica e 

stampe digitali su vetro e metallo dalle sue performence

 

La galleria FEDERICA GHIZZONI inaugura martedì 18 febbraio 2014 alle ore 19.00 nella galleria in Brera PSIONICS, la prima personale italiana della scultrice e performer russa Alexandra (Sasha) Frolova, finalista del Premio Arte Laguna 2013.

In PSIONICS (da “psi” come “psiche” e “electronics” come “progetto elettronico”) saranno esposti i suoi lavori realizzati negli ultimi 5 anni: sculture gonfiabili in latex e metallo, oggetti  in latex e plastica e  fotografie su vetro e metallo dalle sue performance.

Sasha vuole portare lo spettatore a capire i meccanismi possibili che possono nascere dall’abilità della coscienza e della psiche umana, quindi i fenomeni della natura uniti all’influenza delle idee sulla materia.

Il latex è quindi il materiale protagonista delle sue colorate sculture pop esposte presso la galleria FEDERICA GHIZZONI, che, insieme alle fotografie, si mostrano come evidenti elementi di ibridazione multiculturale e multimediale. L’atmosfera che si crea durante le esposizioni dell’artista russa è quello di entrare per un momento nella cultura (in parte anche cinematografica) degli anni ’60, dall’indubbio sapore cyberpunk e nell’immaginario fantascientifico del dilemma tra uomo e macchina.

Sasha è una vera e propria artista a 360°, è conosciuta anche per aver  fondato il gruppo Aquaaerobik, un gruppo di ballerini, cantanti e performer che organizzano particolari spettacoli durante le serate di gala e inaugurazioni.

Performer vestiti con tute di latex, dalle movenze androgine (un po’ alla David Bowie), che ricordano la cultura giapponese di ispirazione fumetto-cyberpunk, si mescolano e si fondono nelle sculture in maniera fisica, quasi a non capire se è la scultura che nasce dall’artista o viceversa; c’è quindi una continua interazione materica tra l’artista e la sua opera creandosi una sorta di complementarietà infondibile.

Ad esempio nell’opera in mostra LOVERCRAFT (scultura con cui la Frolova è arrivata finalista al Premio Arte Laguna del 2013) il soggetto è la scultura che assume un ruolo/forma di un’astronave su cui navigano due amanti/performer e la forza promotrice o, come vogliamo meglio dire “psionica”, è l’amore, che permette il movimento/performance.

Durante il vernissage di PSIONICS del 18 febbraio, alle ore 20.00  Sasha si esibirà in una nuova e irripetibile performance ideata appositamente per la sua prima personale italiana nella galleria milanese.

SASHA FROLOVA si forma e cresce nel movimentato clima artistico russo dell’inizio secolo, tanto che viene definita un’eroina “futuribile e sexy”, una specie di cyberpunk in latex. Nasce come cosplayer in sfilate d’alta moda e diventa subito un’icona sostenitrice di un’ innovativa concezione di fare arte.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''