Relinquere, mostra personale di Leardo Sciacoviello

Relinquere, mostra personale di Leardo Sciacoviello

Titolo

Relinquere, mostra personale di Leardo Sciacoviello

Inaugura

Giovedì, 21 Aprile, 2016 - 18:00

A cura di

Virginia Monteverdi con Alice Belfiore

Artisti partecipanti

Leardo Sciacoviello

Formatosi come graphic designer, Sciacoviello si è diplomato nel 2015 all’ Accademia Albertina di Belle Arti di Torino specializzandosi in scultura. Tra il 2013 e il 2014 ha lavorato come assistente per l’artista David Mach a Londra, stessa città dove ha trascorso quattro mesi nella residenza artistica per la Fondazione LoopArt. Ha partecipato a numerose esposizioni collettive nazionali a Torino, Milano, Carrara, Cuneo, Bari ed internazionali (Londra, Cheste, Algemesi, Alzira). Ha conseguito premi artistici e ha partecipato a vari concorsi nazionali (Saorgio 81/ART, Premio Claudio Abbado, Art Ecò ecologia nel tuo spazio, VII Biennale Internazionale d’arte Rocco Dicillo, World Air Games 2009). Ha lavorato recentemente per il porgetto ZonArte di Torino con l’artista Cesare Pietroiusti, progetto collaterale alla fiera di Artissima. Attualmente ha appena concluso un progetto di residenza a New York presso la fondazione no-profit Apexart. Ha in corso due progetti: CTC (Comunità Temporanea di Costruzione) diretta da Orietta Brombin, a cui collaborano Andrea Alauria, Valentina Bassetti, Andrea Famà, Gabriele Nicola, una residenza che ha lo scopo di inserire i giovani artisti nelle dinamiche dell’arte contemporanea; e Deviazioni, collettivo artistico che promuove l’arte fuori dai circuiti convenzionali, composto da Diego Bonelli, Andrea Famà, Caterina Giansiracusa e Chiara Ventrella.

 

MOSTRE COLLETTIVE

2015

Nuova Officina Torinese # zero, HulaHoop Gallery – MAU Museo d’Arte Urbana, Turin, Italy; Smartrams – (artistic collective “Deviazioni”), Travelling on a tram that moves from Turin city center district to Barriera di Milano; Giovani artisti e senso del sacro – (artistic collective “Deviazioni”), Pinacoteca Albertina, Turin, Italy; Prima Biennale di scultura dedicata ai giovani artisti, Gipsoteca G. Taverna, Alluvioni Cambiò (Al) Italy

 

2014

Giovani scultori alla Permanente - I° Edizione del concorso “LIliana Nocera”, Museo della Permanente, Milano, Italy; The Upcoming art - da un’idea di Alessandro Marena part_1, Associazione Alessandro Marena, Biblioteca Nazionale di Torino, Italy; Paratissima - Group “Ironic”, Torino Esposizioni, Torino, Italy; Torano Notte e Giorno XVI edizione, Torano (Carrara), Italy; Last one to leave: turn out the light, Loopart Creekside, Depford, SE8 3DX, London, GB

 

2013

Torano Notte e Giorno XV edizione, Torano (Carrara), Italy; Spoleto International Fair 2013, Palazzo Laurenti, via della salara vecchia 5, Spoleto, Italy; Mail Art, Casa Toesca, Rivarolo Canavese, Italy

 

2012

ACADEMY PRIDE – PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI, Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino, via Accademia Albertina, 6 Torino ITALY; Paratissima c’est moi! - with artistic collective “Desperate Art Wives, Olympic Village M.O.I, borgo Filadelfia, Torino, Italy; Iconoplastica - Carrara Marble Weeks 2012, SPONSORED BY STUDIO D’ARTE CAVE MICHELANGELO AND Luciano Massari, Via Santa Maria, Carrara, Italy; Fragilidades, Las Naves, C/ de Juan Verdeguer 16, Valencia, Spain

 

2011

CARLO BONATO MINELLA, BIENNALE COMPETITION, EXHIBITION OF THE FINALISTS, Villa Vallero, Corso Indipendenza 68, Rivarolo Canavese, Italy; Scultori e sculture al Circolo Eridano, Circolo degli Artisti, C.so Moncalieri 88, Torino, Italy; Fragilidades, Sala de Exposiciones, Cheste, Spain

 

2010

Metal y Fuego, Sala de Exposiciones, Cheste, Spain; Pedres, Sala Municipal D’Exposicions Casa de la Cultura, Alzira, Spain

Presso

Centro Espositivo per le arti contemporanee SMS
San Michele degli Scalzi, Viale delle Piagge, Pisa

Comunicato Stampa

LEARDO SCIACOVIELLO

PER

RELINQUERE

 

A cura di Virginia Monteverdi e Alice Belfiore

 

Centro Espositivo per le Arti Contemporanee SMS

San Michele degli Scalzi, Viale delle Piagge, Pisa

 

INAUGURAZIONE:  giovedì 21 APRILE ore 18:00

 

Giovedì 21 aprile il Centro Espositivo SMS San Michele degli Scalzi inaugura Relinquere, una mostra personale dello scultore torinese Leardo Sciacoviello. Un progetto realizzato con il patrocinio del Comune di Pisa e i contributi della Sezione Soci Coop di Pisa e Insalateria, con la media partnership di Tuttomondo News.

La mostra dedicata a questo giovane scultore nasce da un primo apprezzamento estetico per la sua particolare opera pervasa di ironia e stravolti riferimenti iconografici alla tradizione figurativa cristiana, visti con un occhio di esecuzione pop. L’idea era quella di realizzare un’esposizione con opere non convenzionali, per far risvegliare nella città l’interesse per l’arte contemporanea e in particolare per i giovani artisti, portatori di uno stile ”underground” tra l’ironico e il grottesco, ma allo stesso tempo con opere di forte contenuto sociale, artistico e personale. Studiando l’opera di Leardo ci siamo rese conto che le sue sculture potevano essere trattate come reliquie, resti, scampoli di vite e fatti, elementi di residuo che allo stesso tempo indicano quanto sta accadendo nella nostra contemporaneità e nella nostra società, una società che si nutre di immagini e immaginari per poi consumarli e demolirli. Leardo ci ha fornito cosa a suo giudizio è rimasto, e noi abbiamo deciso di metterlo in mostra.

 

La mostra, prima personale dell’artista, vuole concentrarsi sul concetto di rimanenza mista a devozione, facendo scivolare il concetto originario di reliquia cristiana in un contesto laico, contemporaneo, ironico e pop, lavorando sulla produzione dell’artista che affronta la demistificazione del religioso, declinando nelle sue opere alcuni problemi della contemporaneità con cui invita lo spettatore a scontrarsi. Nelle sue opere Leardo si sofferma sulla transizione tra spazi pubblici e privati, concentrandosi in particolare su come noi assimiliamo le informazioni dalla sfera pubblica, dai giornali e da internet, per poi riversarle nelle nostre vite private. Nelle sue opere si ride, si sorride, si pensa e si riflette sulla contemporaneità e sui prodotti dell’uomo. Chi eravamo? Chi  siamo? In cosa crediamo? Dove andremo? Leardo ce lo comunica attraverso immagini iconiche e icone della nostra cultura come quella di Topolino, usata dall’artista come elemento di transizione e di passaggio, che sopravvive nelle sue opere come un avanzo dopo un pasto abbondante. L’artista indaga i fatti di cronaca e le problematiche ambientali del mondo moderno che vengono rese con un linguaggio diretto e talvolta agghiacciante, e forte nella sua opera è il richiamo agli ex voto e ai santini della cultura cattolica, cultura che l’artista si sente libero di rimaneggiare con forti dosi di ironia e blasfemia, cercando di scatenare nel pubblico domande e riflessioni,  portando inevitabilmente l’osservatore a sentirsi in confidenza e straniato allo stesso tempo.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 843 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)