Rassegna "Il Metaformismo - L'Arte Contemporanea nelle antiche dimore"

Rassegna "Il Metaformismo - L'Arte Contemporanea nelle antiche dimore"

Titolo

Rassegna "Il Metaformismo - L'Arte Contemporanea nelle antiche dimore"

Inaugura

Domenica, 27 Novembre, 2016 - 17:00

A cura di

Prof.ssa Giulia Sillato

Artisti partecipanti

Sergio Acerbi

Presso

Palazzo della Cancelleria Apostolica Vaticana
Piazza della Cancelleria 1, Roma

Comunicato Stampa

Dal 27 novembre all'8 dicembre, presso il Palazzo della Cancelleria Apostolica Vaticana in Roma, si tiene la Rassegna "Il Metaformismo - L'Arte Contemporanea nelle antiche dimore". Curatrice dell'evento è la Prof.ssa Giulia Sillato, storico dell'arte di scuola longhiana e ideatrice del Metaformismo (copyright 2010).

SERGIO ACERBI è uno degli artisti selezionati. Dalle iniziali tappe figurative la sua produzione è approdata ad una lettura del mondo naturale e soprasensibile arricchita di un forte richiamo spirituale. Già a  partire dal 2009 con la raccolta Dimensione sconosciuta  ha elaborato “una visione mistico-materica in cui la necessità di identificare il Divino finisce con il presupporre l’identificazione della materia primigenia” (Prof.ssa Giulia Sillato) che Acerbi si adopera a rappresentare nella sua molteplice stratificazione, infinita estensione e vitalità. Mediante l’impiego di pigmenti fotocromatici, polveri lapidee e inserti di varia natura amalgamati in differenti impasti, l’artista suggerisce la vibrante energia della materia e lascia intuire realtà e presenze al di là dell’immediatamente percepibile. Il tratto pittorico acquista guizzante dinamismo e immediatezza sottolineato dall’intensità di una tavolozza con timbri coloristici accesi che si staccano da spazi di rarefatta immobilità.

In tale contesto, a partire dal 2009 sulle tele di Acerbi prendono forma concrezioni materiche simili a nuclei germinativi che il pittore ama definire Spiriti Materici (Raccolte Infinito eterno e Dimensione sconosciuta).  Nelle stesse opere si visualizzano anche presenze luminose, o Esseri di Luce fluttuanti ai confini di realtà naturali e soprasensibili. Questi Esseri di Luce, che rimandano a presenze angeliche e all’identificazione del Divino con la luce, e gli Spiriti Materici sono il segno distintivo della recente produzione di Acerbi e l’elemento caratterizzante dei dipinti che l’artista espone alla Rassegna del Metaformismo di Roma .

Catalogo: Il Sole 24Ore Cultura. 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''